Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza vince ma non basta. L’Andria al 95′ manda i Lupi ai Play-Out

Il Cosenza vince ma non basta. L’Andria al 95′ manda i Lupi ai Play-Out

I silani liquidano la pratica Zeman con un gol di Biancolino nel primo tempo, ma la doccia fredda arriva al 95′ quando Carretta regala la salvezza ai pugliesi. Per i rossoblù sarà decisiva la doppia sfida contro il Viareggio.

cosenza-foggia2

Gli ultimi concitati minuti di Cosenza-Foggia (foto mannarino)

La doccia fredda per il San Vito arriva quando sugli spalti si stava già festeggiando. Cosenza in vantaggio sul Foggia per 1-0, sette minuti di ritardo sugli altri campi e Ternana-Andria inchiodata sul 2-2. Al 95′ però Carretta sbanca il Liberati e ragala ai suoi la salvezza mandando il Cosenza ai playout contro il Viareggio. Non servirà a niente nemmeno il punto del Tnas perché a quota 39 l’Andria è in vantaggio negli scontri diretti. CRONACA. Dalle prime battute si intusce subito quale sarà il trend della partita e del resto non poteva che essere con i rossoblù a trazione anteriore. Il primo tiro è però degli ospiti con Agostinone che rientrando sul sinistro chiama Marino alla presa bassa. Passa qualche minuto e su un’altra azione di contropiede Ungaro si fa beffare da Sau che coglie in pieno il palo regalando un brivido al San Vito. La risposta dei Lupi è tutta in un tiro telefonato di Stefano Fiore. Al 14′ ancora i rossoneri. Ungaro, in estrema difficoltà, fa andare via Insigne nell’area piccola. Marino dice di no e salva con i piedi, ma che rischio. Farias al 20′ ci prova dalla distanza ed ottiene un corner che non dà gli esiti sperati da Zeman. L’impressione è che il centrocampo del Foggia riesca con la propria fisicità ad avere la meglio sulla mediana dei Lupi che quindi incontrano estreme difficoltà ad alzare il baricentro. Al primo affondo tuttavia il Cosenza passa. Break di Musca sulla trequarti che si propone in avanti palla al piede in avanti dialogando con Matteini. Davide chiude il triangolo di prima ed il difensore serve in profondita Biancolino che davanti a Santarelli non si fa pregare due volte a metterla dentro.
Il secondo tempo inizia con un sorriso: si mette in azione un annaffiatoio e l’arbitro sospende la partita per un paio di minuti. Alla ripresa le due squadre in campo giocano su rtimi bassi, ma è il Foggia a stazionare nella trequarti del Cosenza. Brivido al 74′. Agodirin dopo un batti e ribatti calcia verso la porta a Marino a terra. C’è Fernandez però a salvare tutto con il corpo. Al 77′ dentro Degano per Essabr che si volta male con De Rosa per il cambio non gradito. Gli spalti iniziano a fare festa perché a Terni mancano pochi secondi e si è sul 2-2. Anche in campo non si aspetta altro che la fine di Ternana-Andria. Poi il gol di Carretta che manda tutti ai playout. Tranne l’Andria ovviamente. (cosenzachannel.it)

COSENZA (4-3-3):
Marino; Musca, Ungaro, Fernandez, Giacomini; Aquilanti, S. Fiore, Roselli; Matteini (81′ A. Fiore), Biancolino, Essabr (77′ Degano). A disp.: De Luca, Scarnato, Thackray, A. Fiore, Sommario, Martucci, Degano. All. De Rosa
FOGGIA (4-3-3): Santarelli; Caccetta, Rigione, Romagnoli, Regini; Kone, Laribi (81′ Marinaro), Agostinone; Farias (61′ Varga), Sau, Insigne (61′ Agodirin). A disp. Dazzi, Candrina, Tomi, Salomon. All.: Zeman.
ARBITRO: Fiore di Barletta
MARCATORI: 29′ Biancolino
NOTE: Spettatori circa 1611 di cui 1350 per un incasso di 9600 euro. Un solo tifoso ospite. In tribuna presente fra gli altri anche l’imprenditore De Caro. Espulsi: -; Ammoniti: Biancolino, Caccetta, Musca, Fernandez; Corner: 4-5 ; Recupero:

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it