Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, i calciatori non abbandonano la barca. “Lo facciamo per i tifosi”

Cosenza, i calciatori non abbandonano la barca. “Lo facciamo per i tifosi”

Emesso un comunicato ufficiale dallo spogliatoio rossoblù. Solo Musca e Giacomini (che avrebbe inviato un certificato medico valido fino a venerdì) non erano presenti. Dopo la riunione tutti in campo a preparare la trasferta di Viareggio.

fiore_parla_coi_tifosi

Fiore a colloquio con i tifosi. Ha spiegato loro la decisione del gruppo (foto mannarino)

Dallo spogliatoio arriva un messaggio forte, un segnale inequivocabile. Tutti i calciatori del Cosenza 1914, tranne Musca e Giacomini che non si sono presentati (il terzino, ha riferito la società, ha però inviato un certificato medico valido fino a venerdì), hanno deciso di non abbandonare la barca e di continuare a lottare per la maglia rossoblù. Gli atleti sono arrivati al Sanvitino intorno alle 15,30 ed hanno parlato per circa due ore al chiuso degli spogliatoi analizzando la situazione nei dettagli. Da quanto appreso, il rischio di un forfait era concreto, ma grazie alla mediazione del capitano e di suo fratello Adriano il peggio è stato scongiurato. I calciatori hanno deciso, inoltre, di rendere pubblica la loro decisione andando a discutere con il nutrito gruppo di tifosi presente al di là della rete e che attendeva ansioso gli eventi. In serata, poi, dallo spogliatoio hanno diffuso un comunicato. Nonostante non si intravedono spiragli di speranza, non mollare a due partite dalla fine della stagione sportiva è testimonianza di grande professionalità e attaccamento. Chiuso il conciliabolo con i sostenitori, si sono messi subito a lavoro per preparare al meglio il match di Viareggio. Gigi De Rosa, in virtù delle assenze, ha solo due difensori di ruolo: Thackray ed Ungaro. I due faranno coppia al centro della difesa che il tecnico barese proporrà a quattro. Sugli esterni toccherà a Matteini fare il pendolino sulla destra, mentre dalla parte opposta sarà adattato Adriano Fiore. La scarica di adrenalina che deriva dalla situazione drammatica in cui versa la società, si spera possa essere sfruttata per disputare una gara gagliarda a “Dei Pini”. Ecco il testo integrale della nota diffusa da Fiore e soci: “Il Cosenza Calcio 1914 rende noto un comunicato stampa redatto dallo staff tecnico e da tutti i calciatori della squadra rossoblù: “Oggi, al rientro dalla pausa concessa prima degli ultimi allenamenti in vista della gara di andata della fase di playout, nell’attesa dei compagni di gioco momentaneamente assenti, tutti i componenti della squadra hanno ripreso regolarmente i lavori di preparazione dell’incontro contro il Viareggio. Evento normale per calciatori professionisti che
vogliono, sino all’ultimo minuto di questo particolare campionato, onorare la maglia e la storia del Cosenza Calcio 1914. La scelta naturale di rispettare i propri compiti e doveri è dettata dall’affetto particolare che la tifoseria rossoblù sta manifestando tangibilmente in queste ore nei confronti di tutti i calciatori. Di grande effetto e molto apprezzate dalla squadra sono le iniziative spontanee di
raccolta fondi attivate dal responsabile dei rapporti con la tifoseria, Marcello Spadafora, e da altri componenti della società civile cosentina, che non necessariamente seguono direttamente le sorti calcistiche della squadra ma che hanno a cuore la permanenza nella serie attuale quanto la salvezza e il rilancio della società calcistica della propria città. La squadra tiene a garantire alla propria tifoseria che nei due incontri di play out sarà profuso tutto l’impegno necessario per salvare sul campo il campionato del Cosenza Calcio 1914, ma anche per dimostrare che con la buona volontà, con la serietà e l’amore sincero per questa maglia è possibile raggiungere tutti gli obiettivi prefissati. Alla luce di tutto ciò, nel rinnovare il proprio attaccamento ai colori sociali, i calciatori ringraziano sentitamente quanti hanno sinceramente manifestato sensibilità nei loro confronti. La squadra si augura che gli imprenditori che hanno a cuore le sorti sportive e non della città di Cosenza compiano, nel poco tempo rimasto a disposizione, atti positivi e concreti finalizzati alla salvezza del titolo sportivo della società rossoblù, patrimonio inestimabile di tutta la provincia cosentina
“.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it