Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nasce il comitato “Cosenza c’è”, ma cosa faranno i giocatori?

Nasce il comitato “Cosenza c’è”, ma cosa faranno i giocatori?

Il promotore è l’addetto ai rapporti con la tifoseria Spadafora e l’obiettivo è raccogliere fondi per pagare uno stipendio alla squadra. Intanto per oggi pomeriggio è fissata la ripresa…
tifosi_cosenza
E’ capitato già diverse volte che in quasi cento anni di storia i tifosi del Cosenza abbiano dovuto organizzare una colletta. Basti pensare agli anni ’70 o, più di recente, all’ultimo periodo trascorso in serie D prima che il Campagnano non rappresentasse più un ostacolo fra rossoblù e biancorossi. I sostenitori più innamorati della loro squadra del cuore misero mano al portafogli e garantirono le trasferte dei Lupi garantendo personalmente per il viaggio. Oggi non siamo a quei livelli, ma all’ombra della Sila si è deciso comunque di muoversi per lanciare segnali di vicinanza ai calciatori. L’addetto ai rapporti con la tifoseria Marcello Spadafora ha costituito il comitato “Cosenza c’è” che ha come obiettivo la raccolta fondi da destinare al pagamento di uno stipendio. “Vorremmo raccogliere entro domenica 30-50mila euro da consegnare con il massimo della trasparenza al nostro capitano Stefano Fiore – dice – E’ un segnale di vicinanza che la città intende dare a questi ragazzi. Ho fatto un primo giro d’orizzonte e sono soddisfatto delle adesioni che ho raccolto. La speranza è che da questa iniziativa possa nascere anche un progetto di rilancio”. Nel frattempo è stata ufficializzato lo stadio “Dei Pini” come sede del match di andata dei playout. Nel pomeriggio i calciatori rossoblù faranno ritorno in riva al Crati e prenderanno una decisione sul da farsi dopo lo strappo consumato con il pool di imprenditori. Alcuni hanno manifestato l’intenzione di fare le valigie e tornare a casa, altri invece vorrebbero continuare. Come sempre, risulterà fondamentale il discorso che terrà Stefano Fiore all’interno dello spogliatoio.  (cosenzachannel.it)

Related posts