Tutte 728×90
Tutte 728×90

Viareggio, Scienza pensa al 4-4-2

Viareggio, Scienza pensa al 4-4-2

Il tecnico dei bianconeri è orientato a fare a meno del trequartista e a schierare un centrocampo in linea. Bertolucci e D’Antoni con la febbre, D’Onofrio in vantaggio su Marolda.

viareggio_a_cosenza

Una fase dell’ultimo match disputato allo stadio San Vito (foto mannarino)

Piano piano le nubi sulla formazione che il tecnico del Viareggio, Giuseppe Scienza, schiererà domenica nell’andata dei playout contro il Cosenza stanno sparendo. Ai “Pini” è molto probabile che le zebre si schierino con un 4-4-2 in linea, senza trequartista, ritornando così al modulo di inizio stagione. La febbre ha tenuto a letto Bertolucci e D’Antoni, pertanto le speranze di vederli in campo sono ridotte al lumicino, senza ovviamente considerare Kras, infortunato ormai da lungo tempo. Scienza pare intenzionato a schierare Pinsoglio in porta, Brighenti, Fiale, Massoni e Malacarne in difesa, Calamai, Pizza, Castiglia e Taormina a centrocampo, Bocalon e D’Onofrio in attacco. Malacarne tornerà così nella sua naturale posizione di terzino sinistro, Calamai, uno dei più in forma dell’ultimo periodo, dovrebbe battere la concorrenza di Luppi e Cristiani, mentre in avanti la rapidità di D’Onofrio potrebbe essere preferita alla potenza di Marolda. Ancora niente di ufficiale e scontato, con possibilità novità ancora all’orizzonte, anche se l’undici anti Cosenza non dovrebbe discostarsi molto da quello sovracitato. Gli ultimi allenamenti sono stati disputati a porte chiuse per volere di Scienza, che punta così a compattare il gruppo in vista di una partita che da sola vale una stagione.

Related posts