Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza pronto alla battaglia. Come il 5 giugno 1988…

Cosenza pronto alla battaglia. Come il 5 giugno 1988…

Fatta la formazione dei rossoblù per l’ultimo impegno della stagione. Matteini agirà da prima punta mentre in mezzo alla difesa si rivede Cotroneo. Il baby Maglione dentro dall’inizio.

maglione_in_allenamento

Maglione, il nuovo golden-boy rossoblù, partirà dal primo minuto (foto rosito)

E’ scattato il conto alla rovescia per la sfida con il Viareggio. Il 5 giugno è una data che riporta le menti degli sportivi rossoblù al più bel ricordo della storia calcistica del Cosenza 1914. Il pomeriggio di ventitrè anni fa i Lupi erano impegnati sul campo del Monopoli e grazie ad uno 0-0 riuscirono a conquistare la promozione in Serie B con diecimila supporter in trasferta. Domani non sarà sufficiente il risultato ad occhiali, è necessario vincere con due gol di scarto per centrare una salvezza che avrebbe lo stesso sapore di quel miracolo. Gigi De Rosa ha preparato la sfida nei minimi dettagli non lasciando niente al caso, ma sapendo che l’equilibrio psicologico della sua squadra si regge sul filo del rasoio. Per l’ultimo atto di una stagione maledetta si aspetta anche il sostegno dei tifosi: i biglietti staccati ad ora di pranzo erano ancora 600, ma è facile ipotizzare che il grosso venga venduto domani prima della partita. Recarsi con anticipo al San Vito farà sì che si evitino spiacevoli code ai tornelli. Per quanto riguarda la formazione, invece, il coach rossoblù è alle prese con le condizioni precarie di Essabr. L’attaccante dice di stare bene, ma non si è allenato giovedì e venerdì. L’allenatore non ha deciso se farlo partire dall’inizio o utilizzarlo a gara in corso. Comunque sia, toccherà a Matteini agire da prima punta con Degano e presumibilmente Adriano Fiore ai suoi lati. Decisivi saranno pure gli inserimenti centrali Evola che sta aggiustando la mira dopo la traversa colta all’andata. Stefano Fiore organizzerà la manovra di gioco, mentre Roselli ringhierà sugli avversari. La novità più grossa, tuttavia, riguarda il pacchetto arretrato. Davanti a Marino, Aquilanti giostrerà da terzino destro, la coppia formata da Thackray e dal rientrante Cotroneo in posizione centrale e il giovanissimo Maglione (classe 1993) da esterno sinistro. Il baby della Berretti è pronto a dare il suo contributo e a seguire alla lettera i suggerimenti che i compagni più esperti gli daranno nel corso dei novanta minuti. L’emozione, dice chi lo conosce bene, non è una caratteristica che gli si addice. Che sia un altro lupacchiotto predestinato?  (cosenzachannel.it)

Related posts