Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il club: “Salerno e De Rose assenti. Rinviata a domani l’assemblea straordinaria”

Duro comunicato da Viale Magna Grecia. oggi mattinata di attesa dal notaio Lanzilotti. Si sono presentati solo Citrigno, Funari e il collegio sindacale. L’assenza dei due soci ha causato lo slittamento a domani pomeriggio per un’errata convocazione di Funari.

dirigenti_al_sanfrancesco

Un click di qualche settimana fa. I sorrisi sono scomparsi dai loro visi


Ancora un nulla di fatto per il Cosenza. Come da copione, questa mattina presso lo studio del notaio Lanzillotti si doveva tenere l’assemblea dei soci del sodalizio rossoblù. E’ stata svolta soltanto parzialmente perché a causa dell’assenza di Salerno, Iannucci e De Rose non si è potutto provvedere all’aumento di capitale necessario a pagare i calciatori e garantire l’iscrizione al prossimo campionato. Si sono presentati regolarmente Funari e Citrigno che aveva la delega di Filippelli. Il primo intoppo si è verificato quando ci si è resi conto che con l’abbattimento del capitale sociale per ripianare i debiti, non si riusciva a colmare un disavanzo di circa 50mila euro. Non avendo previsto però questa situazione al momento della convocazione ufficiale inviata dall’amministratore unico Funari, per superare l’empasse era necessaria la totale presenza fisica o per delega dei soci. L’unica soluzione era prenderne atto e redigere un verbale che rimandava a domani pomeriggio la nuova assemblea. Sarà in quella sede che, nell’ordine, dovranno essere portati a compimento i seguenti passaggi: l’azzeramento del capitale di Viale Magna Grecia per ripianare le perdite, il versamento in quote per cancellare il debito residuo di cui sopra, ricostituzione del capitale sociale ad un milione di euro. A tal proposito è stata preparata inoltre una delibera in base alla quale potranno versare denaro fresco nelle casse del club rossoblù vecchi e nuovi soci entro 30 giorni. E’ chiaro, però, che non dovranno trascorrere più di 24-48 ore perché c’è da corrispondere ai calciatori le spettanze residue per poi procedre all’iscrizione. A proposito della fidejussione, invece, sembra che i problemi sorti con alcune banche per via della situazione del Cosenza Calcio (è iscritto al Cai) sia in via di superamento grazie a Franco De Caro, sempre più fulcro dell’operazione-salvataggio. Questo il comunicato ufficiale della società: “Il Cosenza Calcio 1914 comunica che questa mattina, presso lo studio del notaio Stefania Lanzillotti, si è tenuta l’assemblea straordinaria dei soci che ha avuto i seguenti esiti: dopo lunga conversazione, circa le problematiche della ricapitalizzazione societaria, avuta con i notai Stefania Lanzillotti e Pia Bisogno e l’avvocato Alessia Placa, si è preso atto dell’impossibilità di procedere nell’effettuazione delle operazioni societarie previste a causa dell’assenza di alcuni soci che non sono risultati presenti alla seduta, né di persona né per delega. Tutto ciò, perché la presenza di una perdita in corso d’anno nel bilancio della società impone prima la copertura della stessa e, successivamente, la possibile ricapitalizzazione. Tali circostanze si sarebbero potute facilmente affrontare e superare alla presenza di un’assemblea totalitaria se non fosse che, oltre i soci presenti di persona e quelli presenti per delega, si registrava l’assenza e la irreperibilità dei soci Franco Salerno, Umberto De Rose e Vittorio Iannucci. L’amministratore unico ha, quindi, riaggiornato e riconvocato immediatamente l’assemblea, per urgenti motivi di gestione aziendale, per la giornata di domani 22 giugno 2011, alle ore 18.30, presso il medesimo studio notarile. La società allega di seguito il testo del verbale sottoscritto alle ore 13.40 presso lo studio del notaio Stefania Lanzillotti“. (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it