Tutte 728×90
Tutte 728×90

Risolte le comproprietà: De Rose alla Reggina, Doninelli al Genoa

Risolte le comproprietà: De Rose alla Reggina, Doninelli al Genoa

Funari e Gervasi dopo un pomeriggio di contrattazioni con Foti e Capozucca cedono l’altra metà dei cartellini. Dall’operazione al Cosenza arriveranno 250mila euro compresi i bonus. 

doninelli2

Il talento rossoblù Andrea Doninelli con la maglia del Genoa

Ieri sera l’amministratore unico Eugenio Funari e il team manager Andrea Gervasi sono partiti per Milano dove direttori sportivi e procuratori di tutta Italia avevano tempo fino alle 19 di stasera per discutere le comproprietà. Gli accordi andavano trovati per quell’orario, altrimenti si sarebbe andati alle buste. Il regolamento prevede che l’offerta da presentare debba essere nominale e che, qualora si rivelasse quella più alta quando il 30 giugno saranno rese note le cifre, venga coperta da un assegno circolare o da una fidejussione entro il 4 luglio. Per quanto riguarda il Cosenza, aveva in essere due comproprietà importanti con Reggina e Genoa. Con il club di Lillo Foti c’era in gioco il destino di Francesco De Rose (24), con i Grifoni di Andrea Doninelli (20). I silani sono arrivati all’Ata Hotel Executive del capoluogo meneghino portandosi dietro i problemi degli ultimi mesi che hanno implicato un gioco a ribasso da parte delle squadre concorrenti. In condizioni normali si sarebbero potuti incassare circa 7-800mila euro dalla cessione definitiva dei due talenti, mentre si è tornati a casa con un’operazione da 250mila. Secondo le indiscrezioni raccolte in esclusiva da cosenzachannel.it, a mezzogiorno c’è stato l’incontro con il direttore sportivo del Genoa Capozzucca per discutere della situazione del centrocampista della Primavera ligure. Il ds dapprima ha chiesto il rinnovo gratuito della comproprietà (la prima parte fu pagata 150mila euro di cui ancora 75mila da incassare entro la prossima scadenza), ma visto la risposta negativa di Funari, ha sparato molto basso: 50mila più i premi di valorizzazione nel corso dei prossimi anni. Ha motivato la proposta dicendo che il ragazzo ha poco mercato in B, cosa non corrispondente alla realtà visto che è seguito da mezza cadetteria. Anche in questo caso c’è stato un no secco e le parti hanno deciso di riaggiornarsi intorno alle 16,30 per scongiurare il rischio di finire alle buste. Discorso simile, come prevedibile, è stato fatto dalla Reggina. Il faccia a faccia con i cugini dello stretto è iniziato dalle 14,30: la prima tranche di De Rose fruttò ai Lupi 150mila euro e per la seconda i rossoblù avrebbero voluto incassare almeno la stessa cifra. Il primo abboccamento con Foti non è stato dei migliori: l’offerta presentata stentava ad arrivare a 100mila euro. C’è stato il no del Cosenza, ma considerato i buoni rapporti si è continuato a trattare. Intorno alle 16 il nuovo summit non ha dato nessun frutto perché la Reggina ha inserito soltanto dei bonus per il futuro: l’ultimo contatto era stato previsto per le 18. Il Genoa invece ha portato la sua offerta a 75mila euro più altre 75mila se il calciatore dovesse finire in serie B entro le prossime due stagioni. Intorno alle 18,30 il Cosenza ha provato negoziare la cosa proponendo 90mila subito e 60mila con la clausola di cui sopra: l’ha spuntata la società ligure incassando la fumata bianca alle proprie condizioni (i 75mila euro futuri però possono essere utlizzate subito rivolgendosi ad una società di factoring come fatto con Danti). In extremis stretta di mano con la Reggina: si è chiuso a 100mila euro subito a fronte dell E90mila in tre anni proposte da Foti. Dagli amaranto nessuna manifestazione di interesse inoltre per Gaetano Ungaro (24, anche lui in compartecipazione) che pertanto resterà a carico dei Lupi. Il difensore tuttavia pare abbia già trovato un accordo con un club di Seconda divisione e non avrà problemi a firmare la rescissione dopo aver incassato quanto gli spetta. Torneranno al San Vito dopo i prestiti Alessandro Bernardi (24) e Mattia Gagliardi (18): sul primo non c’è interesse dei reggini, sul secondo sì e se ne riparlerà a luglio qualora il Cosenza dovesse iscriversi al campionato. (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it