Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ok la documentazione per l’ammissione al prossimo campionato

Cosenza, ok la documentazione per l’ammissione al prossimo campionato

Alle 17.15 l’amministratore Funari e il team manager Gervasi hanno garantito il pagamento della tassa di 29 mila euro e gli incartamenti per completare la domanda d’iscrizione. Tante sono le compagini in difficoltà. Ora si attende la fideiussione ma trapelano notizie positive.

Funari_ok

L’amministratore Eugenio Funari.

Il primo passo è stato fatto. Nel pomeriggio di oggi infatti, Funari e Gervasi, in missione per il Cosenza Calcio, hanno garantito un primo importante mattoncino verso la salvezza del club. Poco dopo le diciassette infatti, la società rossoblù ha presentato regolare domanda d’ammissione al prossimo campionato di Lega Pro. La documentazione, corredata dai due assegni circolari da 29 mila euro, è stata inoltrata alla Lega Pro e alla Covisoc al termine di una dura giornata di lavoro che rappresenta il primo significativo passo verso la salvezza del club. Entro le 19 bisognava depositare anche la garanzia fideiussoria da 300 mila euro che avrebbe permesso al club di chiudere definitivamente i conti ma i tempi stretti hanno reso difficile la realizzazione dell’accordo con la banca. Poco male perché si potrà inoltrare ricorso e c’è tempo fino al 12 luglio per farlo e soprattutto perché tante squadre, così trapela dalle prime indiscrezioni, non sono riuscite a fornire la documentazione completa. Tutto ciò darà una spinta in più alle operazioni perché è reale la possibilità di poter chiedere il ripescaggio in Prima Divisione ed esistono buone probabilità di poter accedere alla lista dei club pronti a fare il salto di categoria. Vicino agli ambienti rossoblù c’è chiaramente soddisfazione per il primo passo importante verso la salvezza e moderata fiducia in vista di una fideiussione che potrebbe nei prossimi giorni blindare la salvezza del club e garantire al pubblico di fede rossoblù almeno il campionato di Seconda Divisione. Gli incontri con la banca e con gli enti proseguiranno senza sosta per reperire i fondi necessari e chiudere al più presto questo capitolo ma in una stagione maledetta, terminata con una retrocessione e con lo spettro del fallimento, la tifoseria può finalmente tirare un piccolo sospiro di sollievo e stringersi intorno a quel gruppo di imprenditori che stanno facendo le mosse giuste per non cancellare la gloriosa storia del Cosenza Calcio. Questo il comunicato della società: La prima pietra è posta. Il Cosenza Calcio 1914 comunica che, alle ore 17.15 del 30 giugno 2011, presso gli uffici di Firenze della Lega Pro, l’amministratore unico della società rossoblù, Eugenio Funari, e il team manager con funzioni di segretario, Andrea Gervasi, hanno presentato la domanda di iscrizione per il campionato di Seconda Divisione di Lega Pro – stagione 2011/2012 – insieme alla quota richiesta e con l’impegno di produrre nei tempi consentiti la fidejussione necessaria. Va sottolineato che tra le squadre presenti per inoltrare la medesima domanda, peraltro con attestazioni documentali ed organizzazioni societarie altrettanto deficitarie, molte sono state quelle che non hanno presentato la garanzia bancaria con la speranza di risolvere in extremis le procedure necessarie per l’iscrizione. Con questo – da parte della dirigenza rossoblù – non si vuole rappresentare alcuna giustificazione e nessun facile entusiasmo per le future sorti del Cosenza Calcio 1914, ma solo esprimere una grande speranza di veder concluso un iter gestionale che potrebbe garantire, innanzitutto, la partecipazione al campionato di Seconda Divisione di Lega Pro. Per fare questo occorre che la locale classe politica e amministrativa della nostra città, con in testa il sindaco di Cosenza, i presidenti di Regione Calabria e Provincia di Cosenza, le organizzazioni professionali, gli imprenditori, nonché i vecchi e nuovi soci, si attivino per un concreto quanto rapido impegno che consenta alla società rossoblù di concludere il processo burocratico aperto oggi con la presentazione della domanda di iscrizione. Da riferire, infine, il passaggio presso gli studi romani della COVISOC: i due rappresentanti della società, nonostante alcune carenze nella documentazione prodotta (situazione, peraltro, già ampiamente conosciuta da tutti), hanno ricevuto ampia disponibilità dagli organi della Commissione di vigilanza. La società Cosenza Calcio 1914 si è impegnata formalmente, nei confronti dei responsabili della COVISOC, a produrre in pochi giorni l’avvio delle procedure di rateizzazione presso gli enti previdenziali e il fisco, oltre a quanto correlato per il pagamento dei calciatori e ai conseguenti atti documentali (liberatorie, ecc.). La medesima documentazione sarà inviata agli uffici della Lega Pro. Tutto ciò testimonia, oltretutto e sempre che ve no fosse bisogno, che quanto affermato da alcuni soggetti a seguito del furto avvenuto qualche giorno fa nei locali della società Cosenza Calcio 1914 non solo scredita e danneggia gli stessi autori di tali pensieri ma rafforza il lavoro scrupoloso e responsabile condotto in questi mesi dall’amministratore Eugenio Funari, dal segretario Andrea Gervasi, dall’addetto stampa Valerio Caparelli, dal responsabile del settore tecnologico e informatico Enzo Sirangelo, e dai collaboratori del Red Blue Store, Francesco Orrico e Alessandro Siciliano. Tutta la tifoseria deve sapere che quanti appartengono ai quadri della società rossoblù combatteranno con tutte le proprie forze per la sopravvivenza del Cosenza Calcio 1914, nella convinzione che un pronto rilancio sia possibile e doveroso. (Francesco Palermo)

Related posts