Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Il sindaco sta lavorando per salvare il Cosenza”

“Il sindaco sta lavorando per salvare il Cosenza”

Il corteo organizzato dai sostenitori rossoblù è terminato nelle sale di Palazzo dei Bruzi, dove il vicesindaco Katia Gentile ha confermato che Mario Occhiuto è a Roma e sta incontrando alcuni imprenditori. Più di duecento i presenti. Cori contro Mirabelli e Pagliuso nella piazza del municipio.

ultr

I tifosi in corteo per le vie della città

“Salviamo il Cosenza”. E’ questo lo slogan dello striscione dietro al quale duecento persone circa hanno sfilato nelle strade della città per sensibilizzare l’ambiente in un momento delicatissimo per il club silano. Il corteo, partito da Piazza Loreto, ha raggiunto prima Piazza Fera, per sfilare poi nell’isola pedonale e giungere al comune da via Montesanto. Tanti cori, bandiere e striscioni per la tifoseria rossoblù, quella vera, che dopo un’annata maledetta ha deciso di manifestare pacificamente il proprio dissenso nei confronti di una classe imprenditoriale che fa orecchie da mercante nel momento più difficile per i colori rossoblù. La manifestazione è terminata nella piazza del municipio, dove fra cori contro Pagliuso e Mirabelli e bandiere esposte dalle finestre del comune, una delegazione ha chiesto ed ottenuto un colloquio con i dirigenti. A parlare con i tifosi è stata Katia Gentile, vicesindaco del comune di Cosenza, insieme all’assessore Vizza. La Gentile ha ribadito la volontà del sindaco di salvare il club ed ha comunicato ai presenti che Mario Occhiuto si trova a Roma dove sta incontrando alcuni imprenditori per esporre la situazione e verificare l’intenzione di questi di rilevare il club. Il vicesindaco ha chiarito che si farà di tutto per mantenere viva questa società dichiarando, pare, che il Cosenza ha il settanta per cento di possibilità di effettuare l’iscrizione alla prossima stagione. La Gentile ha inoltre sottolineato che se dovesse fallire questo progetto, si lavorerà per non far sparire il calcio a Cosenza, ascoltando le richieste dei tifosi che hanno manifestato l’intenzione di vedere lontani dal San Vito, tutti gli imprenditori che hanno portato il club alla situazione attuale. Si riaccende quindi un’altra speranza per la tifoseria silana che attende con ansia il ritorno di Mario Occhiuto dalla capitale. Non c’è nulla di certo sia ben chiaro. Restano pochi giorni e tutti i discorsi intavolati fino a questo punto per trovare una soluzione, devono necessariamente trasformarsi in soldoni e garanzie. L’operato di Mario Occhiuto però, che nelle prossime ore potrebbe chiarire l’esito dell’incontro, è da tenere presente per capire realmente cosa accadrà da qui al fine settimana. Serve un miracolo sportivo, una scossa in grado di far tornare il sorriso sul volto di quella parte di tifoseria che è scesa in piazza pacificamente per il bene del Cosenza e per salvaguardare una storia quasi centenaria che se dovesse andare avanti, non dovrà più essere infangata da personaggi che hanno creato scompiglio e gettato fango sul club silano. (Francesco Palermo)

Related posts