Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calcio scommesse, Biancolino sentito in Procura. Il legale: “Estraneo ai fatti”

Calcio scommesse, Biancolino sentito in Procura. Il legale: “Estraneo ai fatti”

L’avvocato dell’ex punta del Cosenza Malagnini spiega: “L’utenza telefonica in questione è stata fatta da altri a suo nome ed insaputa. Vogliamo vederci chiaro tutelandoci”.

Biancolino_mani_ai_fianchi

Raffaele Biancolino. Due stagioni nel Cosenza condite da 52 presenze e 20 gol

“Biancolino non è indagato ed è venuto, per rispetto, a rispondere alle domande della Procura Federale, che aveva già intuito la sua estraneità ai fatti. Il mio assistito non ha mai parlato con i personaggi coinvolti nell’inchiesta di Cremona e ha ribadito la sua totale estraneità ai fatti”. Queste le parole di Luciano Malagnini, legale del calciatore Raffaele Biancolino, al termine dell’interrogatorio lampo (30 minuti) tenutosi negli uffici della Procura Federale di via Po a Roma. A mettere in mezzo il giocatore del Cosenza è stata un’utenza telefonica, a lui intestata, che Biancolino nega di aver mai aperto. “Non è assolutamente a conoscenza di questo contratto telefonico – ha aggiunto il legale – evidentemente fatto da qualcun altro a nome suo, e non ha mai parlato o frequentato i personaggi chiave coinvolti nell’inchiesta. E’ chiaro che ha giocato con Parlato per qualche mese all’Ancona e si è incrociato sul campo di gioco con Paoloni nel corso di Benevento-Cosenza (una delle 18 partite incriminate per la Procura di Cremona, ndr), ma niente oltre questo”. Il giocatore, a questo punto, è pronto ad adire le vie legali per tutelare il suo nome. “Vogliamo capire chi ha aperto questa utenza telefonica a suo nome – ha concluso Malagnini – e siamo pronti alle vie legali”. (co. ch.)

Related posts