Tutte 728×90
Tutte 728×90

Occhiuto: “Sono molto fiducioso per il Cosenza in serie D”

Occhiuto: “Sono molto fiducioso per il Cosenza in serie D”

Il sindaco ha viaggiato in direzione Roma con il consigliere d’amministrazione Quaglio. Tavecchio e Cosentino hanno avuto delle perplessità che hanno indotto a chiedere un parere anche all’avvocato Grassani. Il legale non ha evidenziato problemi.

occhiuto_sindaco

Il sindaco della capoluogo bruzio Mario Occhiuto

Come anticipato, Mario Occhiuto ha raggiunto la capitale per recarsi in Lega da Tavecchio. Il sindaco è stato accompagnato dall’avvocato Domenico Quaglio, socio e consigliere d’amministrazione del Cosenza. Hanno avuto un piccolo intoppo quando sono stati costretti a cambiare programma e a raggiungere Roma in macchina a causa della chiusura del tratto autostradale nei pressi dello svincolo di Altilia. Partiti alle cinque dalla città dei Bruzi sono riusciti ad arrivare all’appuntamento giusto in tempo. I due hanno così incontrato il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti ed il suo vice Cosentino. Giunti nei locali della Lnd si è cercato di contattare telefonicamente il presidente della Figc Giancarlo Abete che si trova in Brasile e che farà ritorno in Italia soltanto lunedì. Sembra che Tavecchio inizialmente abbia avuto qualche perplessità riguardo la disponibilità della Figc interpretando la norma 52 delle NOIF, cosa questa che ha indotto Occhiuto e Quaglio a rivolgersi immediatamente all’avvocato Mattia Grassani, uno dei massimi esperti di giustizia sportiva nel panorama nazionale e internazionale. “Ci ha dato un parere secco e conciso sull’articolo in questione – ha spiegato il primo cittadino – ed ha sottolineato che il Cosenza ha tutti i requisiti per essere ammesso in serie D”. Per quanto riguarda invece il bilancio della giornata, Occhiuto ha scelto di sbilanciarsi contrariamente alle sue abitudini: senz’altro un segnale positivo per i tifosi rossoblù. “Sono molto fiducioso – ha commentato – La situazione è in continua evoluzione, ma siamo pienamente dentro i tempi previsti dal regolamento. La nuova società si è costituita secondo le modalità indicate e lunedì i dirigenti completeranno il versamento in Lega. Non nutro pertanto grosse preoccupazioni”. Non più tardi di due settimane fa, in un’intervista ripresa da tutti gli organi d’informazione, Tavecchio ha spiegato che per iscriversi in serie D dopo un’esclusione dei professionisti “occorre una dichiarazione del sindaco della città che garantisce l’onorabilità e la correttezza sportiva dei nuovi amministratori”. Inoltre ha riassunto l’aspetto economico in queste modalità: “300mila euro di bonus una tantum, 18mila per l’iscrizione e 31mila per una fideiussione”, aggiungendo che in D “c’è spazio e se necessario modificheremo i giorni fatto salvo i diritti di terzi e naturalmente le eventuali nuove società iscritte in sovrannumero”. Il Cosenza e il massimo esponente di Palazzo dei Bruzi hanno seguito esattamente l’iter indicato.  (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it