Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Patania scruta gli under

Cosenza, Patania scruta gli under

Primo dei due giorni di stage al Sanvitino. Il tecnico ha visionato una trentina di ragazzi che sperano di far parte del gruppo. Pierpaolo Perri dovrebbe essere il nuovo team manager.

patania_mannarino

Enzo Patania. Ha condotto alla gloria la Primavera del Cosenza 1914 (foto mannarino)

Mattinata piena per lo staff tecnico del Cosenza che ha organizzato in un batter d’occhio uno stage. Più di trenta ragazzi giunti da tutto il meridione (sono arrivati dalla Puglia, dalla Sicilia e dal resto della Calabria) hanno corso agli ordini di Enzo Patania sul terreno del Sanvitino. L’impianto di Viale Magna Grecia, infatti, ha riaperto i battenti dopo che ha rischiato di restare chiuso a lungo a causa dell’incertezza che regnava attorno alle sorti del calcio cittadino. Verificato che gli spogliatoi potevano accogliere senza problemi gli aspiranti calciatori rossoblù, si è scelto pertanto di utilizzare la location che nel resto dell’anno sarà sede degli allenamenti dei Lupi. Qualche esercizio per sciogliere i muscoli e poi via con una serie di tre partitelle dove ogni under disponeva della propria casacca identificativa, in base alla quale si poteva risalire immediatamente alla provenienza e all’età. Patania prendeva appunti, mentre a bordo campo Fiore e Leonetti cercavano di cogliere le qualità migliori di chi si esprimeva sul rettangolo verde, scambiando anche una parola con Roberto Occhiuzzi presente al di là della rete. Il loro compito sarà il più arduo di tutti perché sono chiamati ad allestire una rosa ben assortita per poter dare concretezza al loro progetto. Una dozzina di under e altrettanti elementi esperti è il numero giusto da affidare a Patania. E’ probabile che l’organico si attesterà attorno ai 22 o 23 atleti. Tornando allo stage, si replicherà già domani per poi fare il punto della situazione subito dopo il giorno di Ferragosto. Nel frattempo il manto erboso principale presentava i segni del concerto di Zucchero. Sotto la curva sud, nella zona dell’area di rigore, è evidente che non è stata usata la massima cura. Provvederà a mettere a posto le cose lo storico giardiniere Pasquale Grandinetti che ormai da trent’anni tratta l’erbetta del San Vito come il giardino di casa sua. Umiltà, professionalità e passione per i colori rossoblù sono il suo migliore biglietto da visita. Infine altre due notizie. La prima riguarda il socio Caroselli che si è dimesso dal Cda, la seconda invece è relativa a Pierpaolo Perri. Toccherà a lui, con ogni probabilità, svolgere il compito di team manager forte di un’esperienza lunga quasi vent’anni nell’AIA. Indossando la giacchetta nera ha raggiunto i massimi livelli nazionali, mentre assieme a suo padre Vincenzo (altro membro della nuova dirigenza del Cosenza) ha reso il centro sportivo Real Cosenza un vero fiore all’occhiello per quanto riguarda il lavoro sui giovani calciatori. (cosenzachannel.it)

Related posts