Tutte 728×90
Tutte 728×90

Patania: “Il Cosenza si muove per cinque pedine”

Patania: “Il Cosenza si muove per cinque pedine”

Il tecnico rossoblù non le manda a dire ed aggiunge: “In questi giorni andrà fatta la squadra”. Per quanto riguarda la partita indicazioni positive dal rettangolo verde.

patania_con_lirsinese

Il tecnico rossoblù Enzo Patania con il team manager Pierpaolo Perri (foto mannarino)

Ad Enzo Patania non si può dire certo che sia un allenatore che non parla chiaro. “Ci stiamo muovendo per cinque acquisti. Un portiere under, poi tutti elementi esperti di cui un difensore, un interno di centrocampo e due attaccanti. D’Allocco e Pergamena? Sì, ci sono determinati nominativi che sono chiari obiettivi e si tratta soltanto di finalizzare. Non è facile, ma con la cooperazione societaria stiamo cercando assieme a Stefano e ad Aristide di fare del nostro meglio”. Il tecnico silano poi aggiunge: “In questi giorni va fatta la squadra”. Parole chiare ed inequivocabili che aprono gli ultimi tre giorni a scenari vibranti. Per quanto riguarda la partita invece, Patania è più che soddisfatto della prova dei suoi ragazzi. “Il gruppo ha disputato una buona gara. Fin quando ha avuto birra nelle gambe ha giocato bene, poi si è cercato di tenere palla. Non abbiamo corso nessun pericolo e questo è un aspetto molto rassicurante. Ribadisco che tramite il bel calcio vorrei che la gente si avvicinasse nuovamente al San Vito”. Sul calo mostrato nella ripresa spiega: “Le cose sono due. O lavoriamo poco per guadagnare in brillantezza o ci diamo dentro e di conseguenza subiamo alla lunga i carichi. Io preferisco optare per la seconda strada. E’ normale che bisogna lavorare ancora tantissimo e mi aspettavo che facessimo fatica nella ripresa”. Dal campo comunque sono arrivate delle indicazioni. “Abbiamo verificato il tasso tecnico degli under. Parte della verifica è già stata fatta in ritiro e ci sono buone individualità sulle quali poter improntare un discorso di prospettiva”. Bene l’azione che ha portato al tiro Fiore prima del break. “E’ un’azione simile a quella contro l’Acri. Io punto molto su inserimenti del genere. Rapisarda? Bene, ha personalità, è sicuro, è furbo: ha delle qualità così come gli altri che ho mandato in campo. Provenzano e Bruno però hanno qualcosa in più dal punto di fisico tecnico e qualitativo”. Domenica sarà campionato. “Caricheremo atleticamente, poi è ovvio che si creeranno dei sottogruppi in base agli acquisti. Ad esempio Manolo ha bisogno di un determinato allenamento perché deve mettersi al passo”.  (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it