Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza rialza la testa. Lupi corsari con la Nissa (1-2)

Il Cosenza rialza la testa. Lupi corsari con la Nissa (1-2)

La doppietta di Provenzano stende i padroni di casa che accorciano le distanze solo al 92′. I Lupi con un’ottima prestazione cancellano il cattivo esordio in campionato.
nissa_cosenza

Il Cosenza con due gol del giovane Provenzano nel primo tempo tempo conquista i primi tre punti della stagione. I Lupi nonostante le tante defezioni, su tutte le assenze di Manolo Mosciaro, per infortunio, e di Adriano Fiore, per squalifica, hanno disputato una buona gara riuscendo ad espugnare il terreno di gioco della Nissa. Da segnalare le ottime prestazioni dei nuovi arrivi Caputo e Romano che hanno fatto vedere delle buone giocate in campo. Il migliore, però, è risultato l’ex talento di Siracusa e Sampdoria che oltre ad essere stato il match winner con una doppietta, ha dato sfoggio delle sue doti tecniche in mezzo al campo. Un plauso va fatto anche alla retrogurdia rossoblù che ha retto all’offensiva dei padroni di casa arrendendosi soltanto in pieno recupero ad un calcio di rigore di Avola. Tre punti importanti per il Cosenza che alzano il morale e danno fiducia per il futuro. CRONACA. Parte bene il Cosenza che mette subito la sua impronta sulla partita. Al 4′ ci prova Romano con una punizione tesa che gli avanti rossoblù non riescono a deviare in rete. Sulla ribattutta conclusione di Douglas troppo debole tra le braccia del portiere. Un minuto dopo ci prova Provenzano. La sua conclusione è potente ma termina alta sulla traversa. Al 13′ il brasialiano commette fallo su Bruno. Sul punto della battuta si presenta Avola ma la sua conclusione da posizione centrale è alta. Al 15′ i rossoblù passano in vantaggio. Douglas dalla fascia sinistra pesca Romano in posizione centrale. L’ultimo arrivato in casa rossoblù trova Provenzano che da posizione defilata sulla sinistra mette la palla in buca. E’ un gol meritato. Al 26′ Romano prende palla nel cechio di centrocampo e prova a beffare con un tiro dai 40 metri il portiere avversario. La sfera termina di poco fuori a Vitale battuto. Al 30′ i padroni di casa si affcciano dalle parti di Ramunno. Avola prende palla in proiezione offensiva e lascia partire un bolide fuori misura. Due minuti dopo Provenzano dà spettacolo. Il centrocampista  salta due uomini, entra in area, supera un altro difensore della Nissa e calcia in porta trovando però l’intervento provvidenziale di Vitale che blocca la sfera.  Al 41′ l’episodio che cambia il match. Sassano commette un brutto fallo su Rampazzo e l’arbitro lo manda negli spogliatoio. Sulla punizione da posizione centrale, Romano finta per Provenzano che con un preciso tocco rasoterra batte Vitale. Una punizione magistrale che firma così una gran doppietta. Nella ripresa il primo cambio è per il tecnico della Nissa che manda in campo Marchese al posto di Guerreri. Lunga serie di corner dei padroni di casa ma la difesa rossoblù si difende con ordine. Il Cosenza al 52′ però si rende pericoloso. Romano si invola in contropiede e serve Rampazzo, anticipato d’un soffio al momento della battuta da Di Marco. Al 75′ Patania cambia: dentro Naccarato e fuori Romano, autore di una prova maiuscola nell’esordio a Caltanissetta. Senza il suo uomo migliore in mezzo i Lupi calano vistosamente. Al 78′ una punizione di Avola risulta pericolosa, ma Ramunno è attento e fa sua la sfera. Brivido per i silani all’81’ Sugli sviluppi di un corner la sfera termina sui piedi di Di Marco che scaglia un bolide dalla sinistra e centra il palo con Ramunno battuto. All’84 calcio di punizione pericoloso per gli uomini in maglia bianca. E’ancora Avola a concludere verso la porta di Ramunno sfiorando la traversa. Al 92′ l’arbitro decreta un rigore per fallo di provenzano su Avola. Lo stesso Avola si presenta dal dischetto e supera Ramunno. Mancano due minuti al termine della gara, ma per il Cosenza è fatta.  (Francesco Palermo)

Il tabellino:
NISSA (4-4-2):
Vitale; Sassano, Noto, Cordova, Di Marco; Bruno, Avola, Guerreri (51′ Marchese), Butera (70′ D’Urso); Failla, Rabbeni. A disp: Arcati, Moring, Marchese, Ventura, Garrasi, Cocimano, D’Urso. All.:Marra.
COSENZA (4-5-1): Ramunno; Scigliano, Ciano, Parisi, Bruno; Rapisarda, Caputo, Romano (75′ Naccarato), Provenzano, Douglas (70′ Veronese); Rampazzo (84′ Maestri). Adisp: Franza, Terranova, Naccarato, Piromallo, Veronese, Maestri, Franzese. All.:Patania
ARBITRO: Rossi di Rovigo
MARCATORI: 15′ e 42′ Provenzano, 92′ Avola (rig.)
NOTE: Circa un migliaio gli spettatori presenti di cui cinque di fede rossoblù. Espulso Sassano al 42′ per doppia ammonizione. Amm: Ramunno, Bruno, Sassano, Provenzano. Corner: 7-3. Recupero: 2′ pt – 5′ st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it