Tutte 728×90
Tutte 728×90

Patania: “Ho fiducia nelle motivazioni dei singoli”

Patania: “Ho fiducia nelle motivazioni dei singoli”

Il tecnico del Cosenza si dice soddisfatto del mercato (“lo sarei rimasto a prescindere”) ed annuncia che i nuovi acquisti partiranno dal primo minuto per poi essere sostituiti a gara in corso.

patania_grintoso

Patania mostra tutta la sua grinta a bordo campo in panchina (foto mannarino)

Il mercato si è concluso ed Enzo Patania ha avuto finalmente i calciatori che aspettava per completare l’organico. “La campagna acquisti è stata condotta fianco a fianco con Stefano Fiore e Aristide Leonetti. Sono soddisfatto a prescindere perché siamo partiti in estremo ritardo e tutto ciò che sarebbe arrivato lo avrei preso per buono. Punto molto sulle motivazioni di chi è appena arrivato. Venire da categorie superiori e ritrovarsi in serie D è dura, ma bisogna calarsi subito nell’ottica giusta”. La fisionomia dei rossoblù è molto differente da quella che contro il Nuvla San Felice aveva lasciato a desiderare. “Sì, è vero. Iniziamo ad assumere una nostra forma, anche se c’è ancora tantissimo da fare. Molti giocatori non sono in condizione, ma nel frattempo dobbiamo pensare a fare risultato. I singoli devono pedalare perché chi è stato senza squadra, di solito a casa fa una corsettina, mentre qui bisogna andare a mille. In D i ritmi sono altissimi e non puoi concedere nulla all’avversario. Ad ogni modo mi sento in dovere di ringraziare chi è sceso in campo il 4 settembre perché comunque ci ha permesso di partire”. Poi il tecnico entra nel dettaglio della formazione: “Romano, Tedesco, Alassani, Mosciaro e Fiore giocheranno dall’inizio. Ho programmato di sostituire qualcuno di loro a gara in corso visto che i novanta minuti non li hanno ancora nelle gambe. Alassani non ha forzato, ha lavorato gradualmente e sta bene. Mi dispiace particolarmente per Ramunno che partirà dalla panchina. Oltre ad essere un portiere capace è una grande persona e a Caltanissetta ha fatto una bella partita. Franza invece ritengo abbia il minimo di qualità indispensabile per far cose egregie nella sua carriera. Douglas al momento è molto anarchico e va disciplinato dal punto di vista tattico. Tedesco, infine, non è quell’attaccante subito pronto in area per finalizzare, ma è molto utile e collaborativo. Ha accettato la realtà e sono davvero curioso di vederlo in partita. Diciamo, più in generale, che il Cosenza è una squadra che ti occupa in pieno il tempo perché c’è molto da migliorare”. Ultima battuta sul Noto: “Ho visto il cd della loro sconfitta contro il Palazzolo, poi hanno cambiato allenatore. Villa è un attaccante che sta lì davanti e protegge. Mi servirà fare una lettura immediata, ma a prescindere da questo dobbiamo pensare a noi”.   (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it