Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al San Vito il Cosenza cala il poker. Il Noto è superato (4-1)

Parisi, doppietta di Mosciaro e Tedesco. Il Cosenza ne fa quattro al Noto e firma la seconda vittoria consecutiva.

gol_del_noto_a_cs

Il gol dell’illusorio vantaggio siciliano al San Vito (foto mannarino)


Tutto facile per il Cosenza che fra le mura amiche contro il Noto, bissa il successo ottenuto domenica scorso contro la Nissa grazie ad una buona prestazione. I rossoblù però erano passati in svantaggio dopo tre minuti. Di Iannelli al 3′ la rete che per pochi minuti ha messo paura al San Vito. Quattro minuti dopo però arriva subito il pareggio di Parisi e da li in poi la strada è in discesa per i silani che calano il poker grazie alla doppietta di Mosciaro e alla rete di Tedesco. Buona la prova dei rossoblù che in doppia superiorità numerica hanno condotto la partita guidati da un centrocampo che ha fatto la differenza e da un reparto offensivo che promette gol a grappoli. CRONACA: Match appena iniziato al San Vito e calcio d’inizio affidato al Cosenza che si schiera in maglia bianca rossa e blu. Si mette subito male per il Cosenza perchè alla prima azione pericolosa i granata passano. Sugli sviluppi di una rimessa sulla destra la palla termina sui piedi di Temponi che calcia e sulla traiettoria trova Iannelli che da ottima posizione supera l’incolpevole Franza. Il Cosenza reagisce subito e quattro minuti dopo trova il punto del pari. Su un calcio d’angolo di Romano, capitan Parisi svetta più alto di tutti e trafigge Faro’. I rossoblù però rischiano grosso al 13′. Barberi dalla destra con un gran taglio trova Fontanella che solo davanti a Franza cincischia e perde l’attimo della battuta, calciando poi a lato della porta silana. Fase di gioco favorevole ai silani che manovrano alla ricerca del varco giusto. Al 25′ ci prova Adriano Fiore con una conclusione dal limite dell’area deviata in corner da un difensore avversario. Tre minuti dopo Provenzano cattura la sfera nel cerchio di centrocampo, fa venti metri palla al piede e calcia in porta senza trovare però lo specchio. E al 33′ la spinta dei rossoblù viene premiata. Mosciaro fraseggia con Romano e rivece palla al termine di una grande azione al limite dell’area di rigore. L’attaccante rossoblù entra in area e con un preciso diagonale di destro superà Farò. Manca poco al termine della prima frazione. Al 42′ Adriano Fiore sulla destra pesca Tedesco con una passaggio filtrante ma l’attaccante silano si gira e di prima intenzione calcia ampiamente fuori sprecando una buona opportunità. Al 44′ espulso Itri. Il difensore granata commette un brutto fallo di reazione ai danni di Tedesco e riceve il rosso diretto dal signor Panarese. Un minuto dopo i rossoblù sfiorano il tris. Caputo sfonda sulla destra e mette in mezzo un gran cross sul quale Farò e provvidenziale nell’intervento in anticipo su Tedesco ben appostato. Si conclude così il primo tempo. Si riparte con un cambio nella squadra ospite. Mister Di Nola manda in campo Iennaco al posto di Fontanella e arretra Scarpitta sulla linea di difesa. Al 47′ è subito Cosenza. I rossoblù guadagnano una punizione da posizione molto defilata sull’out sinistro. Mosciaro calcia in porta e la palla termina la sua corsa alta non di molto sulla traversa. Al 56′ ospiti pericolosi. Contropiede di Barberi che si incunea in area sull’out destro e calcia in porta trovando un grande intervento di franza che con i piedi sventa la minaccia e devia la sfera in corner. Al 60′ Patania è costretto a cambiare. Fuori Romano, fra i migliori in campo e dentro Giuseppe Caputo. Il centrocampista, sostituito dal tecnico siciliano, abbandona il campo sofferente. Cambia ancora Patania che giocherà gli ultimi venticinque minuti con il 4-4-2. Squadra più coperta per il trainer silano che prova così a sfruttare la superiorità numerica. E al 69′ il Cosenza chiude i conti. Caputo effettua una grande apertura per Mosciaro che in contropiede salta De Caro, si presenta davanti a Farò e con un bel destro timbra la doppietta. E al 76′ arriva anche il poker. Mosciaro viene messo giù in in area da Aguglia che riceve il rosso. E’ rigore per il Cosenza e Mociaro lascia la battuta a Tedesco che la mette nell’angolino alto alla sinistra di Farò. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Il tabellino:
COSENZA (4-3-3): Franza; Rapisarda, Ciano, Parisi, Douglas; Fiore, Provenzano, Romano (60′ Caputo G.); Alassani (13′ Caputo A., 63′ Scigliano), Tedesco, Mosciaro. A disp.: Ramunno, Varriale, Scigliano, Bruno, Caputo G. Naccarato, Caputo A. All. Patania
NOTO: Farò, De Caro, Gambi, Temponi, Itri, Aguglia, Leggiero (74′ Palladino), Scarpitta (46′ Iennaco), Innelli, Fontanelli, Barberi. A disp: Sanfilippo, Mezzarelli, Iennaco, Mincica, Cocozza, Palladino, Villa. All. Di Nola
ARBITRO: Panarese di Lecce
MARCATORI: 3′ Iannelli, 7′ Parisi, 33′ Mosciaro, 69′ Mosciaro, 76′ Tedesco.
NOTE: Spettattori 1470 circa di cui 385 abbonati per un incasso di 10.686 euro Espulsi: Itri, Aguglia. Ammoniti: Ciano, Palacio. Corner: 4-6 Recupero: 2′ pt, 2’st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it