Tutte 728×90
Tutte 728×90

Acri-Cosenza: le pagelle

Acri-Cosenza: le pagelle

Il centrocampo, Provenzano a parte, ha mostrato qualche lacuna così come la prima linea incapce di battere il portiere rossonero Di Iuri. Poco incisivo chi è subentrato.

ultras_cosenza_ad_acri

Il fantastico tifo dei sostenitori rossoblù ad Acri. per loro il voto è 10 (foto mannarino)

Dare continuità alle due vittorie maturate, confermare i progressi messi in mostra nelle ultime settimane e ripagare la fiducia concessa dai settecento tifosi rossoblù giunti ad Acri. Questi i motivi che dovevano spingere la truppa rossoblù alla vittoria nel derby con i cugini rossoneri. Purtroppo però la truppa di Patania non ci è riuscita. Almeno in parte. I primi venti minuti sono da sufficienza piena. Squadra ben messa in campo, fraseggi veloci e buone trame di gioco. Poi il black out costato il gol e nella seconda frazione tanti lanci lunghi per il reparto offensivo che non fa del gioco aereo la sua arma migliore. La pioggia e il campo pesante hanno fatto indubbiamente la loro parte ma è evidente che qualcosa va migliorato. (co. ch.)

FRANZA: VOTO 6 Conferma di essere un giovane di belle speranze. Da tranquillità al reparto ed è bravo nelle uscite. Non è tanto impegnato e può fare poco contro Galantucci, uno specialista dagli undici metri.
SCIGLIANO: VOTO 5 Un bel passo indietro rispetto alle prime prestazioni. Soffre la velocità degli avversari e pecca di ingenuità sul fallo da rigore. Deve crescere ma ha al suo fianco giocatori navigati che lo aiuteranno.
RAPISARDA: VOTO 5,5 Il cartellino rimediato dopo pochi minuti lo condiziona molto. Lotta contro il diretto avversario ed alterna buone cose ad incertezze che fanno traballare il reparto. Ci mette tanta grinta e prova sempre a mettere in pratica i consigli costanti di Parisi e Ciano.
PARISI: VOTO 5,5 Il capitano soffre Visciglia, sempre in anticipo sui colpi di testa. Gli avversari si rendono pericolosi con azioni veloci e ogni tanto lui va in affanno. Commette un brutto errore in area avversaria quando ha sulla testa il pallone del pareggio e sbaglia la misura.
CIANO: VOTO 6 Ha grinta da vendere e si vede. Ringhia contro gli avversari e nella seconda frazione si vede spesso impegnato ad impostare la manovra.
FIORE: VOTO 6 Gara dai due volti. E’ imprendibile nella prima frazione quando gioca bene con i compagni, sforna assist per gli attaccanti facendo anche un lavoro oscuro importante in mediana. Nella ripresa cala ma riesce ad andare in rete. Il guardialinee però lo pesca in fuorigioco.
G. CAPUTO: VOTO 5,5 Parte bene ma si perde a partita in corso. Tiene bene la posizione e permette ai compagni di reparto di sganciarsi per rendersi pericolosi. Poi cala e Patania per dare più spinta alla manovra lo sostituisce.
PROVENZANO: VOTO 6,5
E’ l’ultimo a mollare. In mezzo al campo è imprendibile e per poco nella prima frazione non trova la rete. Solo un miracolo di Di Iuri nega la gioia del gol al migliore dei rossoblù.
ROMANO: VOTO 5
Ha guidato il Cosenza alla vittoria nelle ultime due partite. Oggi si è preso una giornata di riposo. Non riesce a rifornire gli attaccanti, non è incisivo e nel finale spreca una clamorosa occasione per il pareggio.
MOSCIARO: VOTO 5,5 Manolo tiene in apprensione la difesa di casa per tutto l’arco della gara. Lotta di testa, e cerca spesso la via della porta ma non riesce a incidere. E’ costretto a partire da lontano per procurarsi palle giocabili ma la difesa di casa lo controlla bene.
TEDESCO: VOTO 5,5 E’ in ritardo di condizione e si vede. Non riesce a duettare con Mosciaro e spesso si perde fra le maglie dei difensori ospiti. Si vede da lontano che è un ottimo giocatore ma ha bisogno di trovare la condizione migliore.

Subentrati:
DOUGLAS: VOTO 5,5 Poco più di trenta minuti per l’esterno che non da il cambio di marcia. Si vede che ha voglia di far bene ed è esuberante ma non aiuta la squadra nell’arrembaggio finale. Cerca spesso il fondo ma spesso perde palla e non riesce a mettere bene palloni interessanti.
A. CAPUTO: VOTO 5,5
Entra a partita in corso su un campo infame che non gli consente di esprimersi al meglio. Tiene bene il campo ma Patania lo getta nella mischia per dare rapidità alla squadra e lui non riesce quasi mai a svolgere il suo compito.

PATANIA: VOTO 5,5 La squadra parte bene e si vede la sua mano. Poi il black out più mentale che fisico. Prova a cambiare ma Caputo e Douglas non si rivelano mosse azzeccate. Nel secondo tempo invece la sua squadra getta troppi palloni in avanti nella terra di nessuno. Ha tanto da lavorare, non lo ha mai nascosto e sa bene come risolvere i problemi di questo Cosenza.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it