Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza decolla in classifica. Sambiase sconfitto al D’Ippolito (1-0)

Il Cosenza decolla in classifica. Sambiase sconfitto al D’Ippolito (1-0)

Partita difficile, vinta dai silani con un gol del solito Mosciaro. Non è stata la miglior gara dei Lupi, perfetti però sotto il profilo dell’intensità e della grinta, ma i rossoblù centrano l’obiettivo di proporsi nelle zone alte a -2 dall’Adrano.

golmosciaro_a_sambiase

La palla s’insacca alle spalle di Andreoli. Il tiro di Mosciaro è perfetto (foto rochira)

Tre punti pesanti al D’Ippolito per il Cosenza. La squadra di Patania non ha giocato la sua miglior gara, ma porta a casa un successo fondamentale contro il Sambiase. Nei primi minuti i giallorossi hanno provato a far male ai silani che hanno gestito bene la gara trovando la rete del solito Mosciaro su calcio di punizione. Dopo il gol del vantaggio, gli uomini di Patania, espulso nel finale, hanno interpretato bene il match senza soffrire più di tanto il ritorno dei padroni di casa. Si torna in riva al Crati con tre punti frutto di una gara gagliarda che ha valore doppio. Novanta minuti di corsa, grinta e cattiveria agonistica per un Cosenza che se vuol fare strada ha bisogno di vincere in contese difficili come queste. E c’è riuscito senza subire reti per la seconda partita consecutiva. CRONACA. Subito pericolosi i padroni di casa. Al 2′ punizione tagliata in area da Lio con la difesa rossoblù che cicca la sfera e per poco non consente agli avanti giallorossi di buttarla in rete. Ancora il fantasista ex rossoblù al 4′. Il suo tiro da posizione centrale non impensierisce Franza che blocca in presa bassa. Grosse proteste all’8′. Ciano effettua un retropassaggio per Franza che cincischia e subisce il ritorno di Mandarano. L’attaccante anticipa il portiere rossoblù che pare aver commesso fallo. Non per il direttore di gara che ammonisce l’avanti sambiasino fra i fischi del pubblico. Prova ad alazare il ritmo il Cosenza che soffre le iniziative dei padroni di casa. Al 16′ Romano pesca Fiore che entra in area dalla destra ma viene chiuso in corner. Sugli sviluppi dell’angolo la difesa di casa respinge bene. Meglio il Sambiase in avvio di gara: il Cosenza soffre e non riesce ad esprimere il proprio gioco. Al 20′ Curcio recupera palla e da venti metri lascia partire una conclusione che Franza controlla senza problemi. Poi Mosciaro conquista palla in area, si fa spazio sulla sinistra e calcia in porta trovando la deviazione in corner di Cristaudo. Sale la spinta dei trecento sostenitori del Cosenza, ma i rossoblù ancora non riescono ad imporssi e al 35′ recriminano. Cross di Adriano  dalla destra e velo di Mino Tedesco. Sulla palla si avventa Mosciaro che anticipa Cristaudo di testa e nel tentativo di raggiungere la sfera cade in area. L’attaccante protesta ma l’intervento del difensore giallorosso è pulito e l’arbitro lascia correre. Dopo due minuti termina un brutto primo tempo fra Sambiase e Cosenza. Nella ripresa Fiore cede la sfera all’accorrente Rapisarda che crossa dalla destra e trova Tedesco. Il colpo di testa dell’attaccante silano fa la barba al palo con Andreoli battuto. Al 51′ ancora Cosenza in avanti. Rimessa laterale dalla sinistra di Varriale per Mosciaro che con uno stop a seguire di petto si avvicina al limite dell’area e lascia partire un velenoso sinistro. Provvidenziale la risposta di Andreoli che devia in corner. E’ il sesto per i rossoblù che non riescono però a far male sui calci piazzati. Il Sambiase al 52′ risponde e per poco non passa in vantaggio. Cross di Martello, sponda di petto di Mandarano in area di rigore per Okolie e conclusione che termina all’esterno della rete. Al 55′ il Cosenza trova il varco giusto. Rapisarda guadagna un calcio di punizione e sul punto della battuta si presenta Mosciaro. Conclusione forte dai venticinque metri in posizione centrale e palla che si insacca in rete per la gioia dei trecento tifosi rossoblù. Timida la reazione dei padroni di casa che provano a prendere in mano il pallino del gioco ma non riescono quasi mai a creare grattacapi alla difesa silana. Parisi e soci si difendono con ordine e provano a ripartire in azione di contropiede. Fase confuse della gara quando corre il 78′. Il Cosenza sta facendo valere il maggior tasso tecnico allargando spesso il gioco per non lasciar spazio alla manovra del Sambiase che, ad onor del vero, non sembra in grado di poter far male dalle parti di Franza. Primo cambio all’81’ per Patania. Fuori Mosciaro, autore del gol e dentro Veronese. Non cambia il modulo ma il Cosenza si copre di più sulle corsie laterali. All’85’ il Cosenza resta senza il suo allenatore. Patania infatti viene allontanato dal terreno di gioco per proteste. Brivido per i tifosi silani all’87’. Lio batte una punizione dalla sinistra e la sua conclusione termina fuori di poco. E’ un Cosenza generoso quello che sta portando a casa il risultato quando siamo al novantesimo minuto. Saranno quattro i minuti di recupero. Gara terminata. I lupi vanno a raccogliere labbraccio dei tifosi e tornano a casa con i tre punti. (Francesco Palermo)

Il tabellino:
SAMBIASE (4-3-1-2): Andreoli; Cristaudo, Porpora, Morelli, Marchio (59′ Mercuri); Martello, Fiorentino (75′ Perri), Curcio (85′ Cerra); Lio; Mandarano, Okolie. In panchina: De Sio, Scarnato, Sommario, Mercuri, Fabio, Perri, Cerra. Allenatore: Erra
COSENZA (4-3-3): Franza; Rapisarda, Ciano, Parisi, Varriale; Romano (90′ Caputo A.), Castellano, Provenzano; Fiore, Tedesco, Mosciaro (81′ Veronese). In panchina: Ramunno, Naccarato, G. Caputo, Scigliano, Veronese, Potestio, A. Caputo. Allenatore: Patania
ARBITRO: Serra di Torino
MARCATORI: 55′ Mosciaro.
NOTE:
Presenti circa 2000 spettatori di cui almeno 300 provenienti da Cosenza. Ammoniti: Mandarano, Ciano, Romano, Porpora, Curcio; Corner: 4-7; Recupero: 2’pt, 4’st

Related posts