Tutte 728×90
Tutte 728×90

Allenatori, la dura le legge del San Vito

Allenatori, la dura le legge del San Vito

Dal 2001 ad oggi sono cambiati 28 tecnici. Dal 1981 in poi soltanto Silipo, Mutti e Toscano hanno terminato due campionati per intero. I Pagliuso sono da record: 24 coach in 11 stagioni.

sanvito2

Lo stadio San Vito di Cosenza immortalato dalla Curva Bergamini (foto mannarino)

Siamo una città di mangia allenatori. Basta soltanto sottolineare che, negli ultimi dieci anni, si sono susseguiti in panchina 28 tecnici. Tanti ne abbiamo visti dal 2001 ad oggi. Il nuovo millennio ci ha cambiati a dismisura. Pensate che nel ventennio che va dal 1981 al 2001 sono stati 24 gli allenatori del Cosenza. Un dato che deve far riflettere e che, vuoi o non vuoi, non ha consentito una crescita costante e graduale. L’era Pagliuso è stata quella più indigesta per i mister. Tra padre (Paolo Fabiano) e figlio (Luca) si sono succeduti ben 24 tecnici in 11 stagioni. Per essere più precisi il Cosenza dell’era Pagliuso dal 1994 al 2003 annovera ben 17 allenatori. Calcolando le ultime due stagioni (dal 2009 al 2011) bisogna aggiungerne altri 7. Dati che non possono passare inosservati e che devono essere d’aiuto all’attuale società per capire quanto sia importante non solo avere pazienza ma anche trovare un tecnico con il quale condividere un progetto al di là del risultato del campo. Un tecnico al quale dare fiducia e con il quale intraprendere un percorso senza farsi condizionare da quei tifosi che, soprattutto in Italia, hanno dimostrato di non avere pazienza così come i presidenti. Ritornando al Cosenza è giusto precisare che, negli ultimi dieci anni, soltanto Domenico Toscano è riuscito, verrebbe da dire miracolosamente visto il trend, a resistere per due stagioni e mezza prima dell’esonero a favore di Glerean. Prima di lui, negli ultimi trent’anni, solo Bortolo Mutti (dal 1999 al 2001) e Fausto Silipo (dal 1992 al 1994) erano riusciti nell’ardua impresa di rimanere ben salda alla panchina per 24 mesi. Insomma, sembra proprio che il San Vito sia stregato per i tecnici. Solo lontani i tempi dei Zsenngeller e Del Morgine. Chissà che con Patania non si volti pagina. (Antonello Greco)

Related posts