Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, che scivolone. Bene l’Hinterreggio (1-2)

Cosenza, che scivolone. Bene l’Hinterreggio (1-2)

Vittoria di rimonta per la compagine di Di Maria che subisce la rete di Mosciaro e ribalta il risultato con La Canna e Lavrendi.
rigore_mosciaro_hinterreggio

Il rigore di Mosciaro che illude il Cosenza. L’esito finale sorriderà ai reggini (foto rosito)

Brutto scivolone interno per il Cosenza. La compagine silana, dopo un buon avvio e la rete di Mosciaro al 10′ su rigore, ha subito il ritorno degli ospiti che hanno raggiunto il pareggio con l’ex La Canna. Nella ripresa i silani sono protagonisti di un avvio morbido e la compagine di Di Maria ne approfitta per trovare il gol del definitivo 1-2. Il Cosenza ha provato a reagire senza però riuscire a creare grossi pericoli. Vittoria pesante per gli ospiti che al 75′ perdono Iossa a causa di un grave infortunio. Nei minuti finali i rossoblù non riescono ad acciuffare la gara e la sconfitta subita al San Vito allontana i Parisi e soci dalla vetta e interrompe la serie positiva di vittorie. La cronaca: Partita appena iniziata al San Vito. Subito in avanti il Cosenza con Mosciaro che guadagna una punizione da posizione defilata sulla sinistra. L’attaccante calcia in porta ma la barriera devia in corner. Dall’angolo Provenzano cerca la testa dei saltatori rossoblù ma Cutrupi con i pugni sventa la minaccia. Al 10′ la superiorità dei padroni di casa si concretizza. Fiore dalla destra mette in mezzo per Tedesco che fa da sponda per Mosciaro. L’attaccante si fa largo in area e viene atterrato da Muni. L’arbitro decreta il penalty ed e’ lo stesso Mosciaro che dal dischetto batte Cutrupi con una trasformazione imparabile. E al 15′ i rossoblù sfiorano il raddoppio. Romano prende palla a centrocampo e da trenta metri lascia partire un bolide di collo esterno che si stampa sul palo con il portiere battuto. Grande avvio per la compagine di Patania che sta mettendo alle corde l’Hinterreggio. Gli ospiti però si fanno vivi al 20′. Ancione riceve palla in area e la cede all’accorrente Lavrendi che calcia da posizione centrale ma trova la ribattuta di Ciano che evita a Franza ulteriori complicazioni. Al 22′ però gli ospiti trovano il punto del pari. Castellano perde palla a centrocampo e la compagine di Di Maria si porta in avanti. Ancione da posizione centrale con un lob pesca La Canna che con un destro chirurgico da posizione defilata supera Franza. Il Cosenza reagisce e crea subito i presupposti per tornare in vantaggio. Provenzano da quaranta metri taglia il campo con un diagonale che pesca Fiore ben appostato in area. L’esterno d’attacco stoppa bene la sfera ma da ottima posizione calcia fuori. E’ un primo tempo vivace e l’Hinterreggio al 30′ si rende pericolosa. Eseola ruba palla a Rapisarda commettendo forse fallo ed entra in area di rigore. Parisi e Ciano non riescono a frenare l’avanzata dell’attaccante ospite che anticipa i difensori rossoblù con un tocco di punta che termina di poco fuori con Franza immobile. Non stanno a guardare gli uomini in rossoblù e al 34′ si affacciano nuovamente dalle parti di Cutrupi. Tedesco sfonda sulla destra e mette in mezzo una palla bassa per Mosciaro. L’attaccante rossoblù viene anticipato di un soffio al momento della battuta e la palla termina sui piedi dell’accorrente Fiore. La sua conclusione dal limite dell’area e violenta ma Iossa respinge con la schiena e allontana la minaccia. Un minuto dopo è Provenzano a prender palla nel cerchio di centrocampo. Venti metri palla al piede e conclusione fuori bersaglio. Non si ferma la spinta del Cosenza. Al 38′ Fiore verticalizza per Mosciaro che libera Tedesco. Botta violenta senza fortuna per la punta silana. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Si riparte al San Vito. I due tecnici non hanno operato cambi. Alla prima azione pericolosa l’Hinterreggio passa. Arigo’ riceve palla sulla destra e pesca in area Lavrendi che esegue un preciso taglio. Il numero dieci ospite evita l’intervento di Franza e in girata batte a rete. La palla sembra deviata da Eseola che la accompagna in rete ma ad esultare è Lavrendi che va a raccogliere l’abbraccio della panchina. Il Cosenza non ci sta e si riversa immediatamente nell’area ospite. Tedesco al 56′ manca l’impatto con la sfera e Fiore al 62′ viene anticipato al momento della battuta. Al 63′ sugli sviluppi di una punizione di Mosciaro respinta dalla barriera ci prova Varriale ma il suo sinistro da fuori area termina alto. Al 66′ i rossoblù vanno vicinissimi al pari. Mosciaro dalla sinistra effettua un tiro cross che il portiere respinge male. Sulla palla si avventa Caputo che cede la sfera a Fiore ben posizionato e libero in area. La sua conclusione è violenta ma è provvidenziale l’intervento di un difensore ospite che devia la sfera. Al 72′ solo un miracolo di Cutrupi nega al Cosenza il pari. Castellano con una girata esegue una bella apertura per Rapisarda. L’esterno basso arriva in corsa sulla sinistra e lascia partire un preciso diagonale indirizzato all’angolo basso il portiere ospite si distende e devia la sfera di un soffio al lato del palo. Gioco interrotto al 75′. Duro scontro fra Caputo e Iossa. Il difensore ospite frana sul terreno di gioco fra le urla dei compagni. Si capisce subito che è un infortunio grave per Iossa che dopo cinque minuti lascia il campo. Gioco fermo e cambio anche nel Cosenza che sostituisce Tedesco con Veronese. Cinque al termine più recupero che sarà sostanzioso. I rossoblù provano a costruire azioni pericolose ma regge la difesa ospite che si difende con ordine. All’87’ ci prova Fiore sugli sviluppi di una punizione. Girata di prima che termina di poco a lato. Cosenza tutto in avanti. Saranno sei i minuti di recupero. Gara terminata. L’ Hinterreggio espugna il San Vito.  (Francesco Palermo)

Il tabellino
COSENZA (4-3-3): Franza; Rapisarda, Ciano, Parisi, Varriale; Romano (57′ Caputo A.), Castellano, Provenzano (86′ Caputo G.); Fiore, Tedesco (75′ Veronese), Mosciaro. A disp.; Ramunno, Scigliano, Potestio, Naccarato, G. Caputo, A. Caputo, Veronese. All. Bove. (Patania squal.)
HINTERREGGIO (4-3-3):
Cutrupi; Sinicropi (74′ Sciarrone), Franceschini, Iossa (75′ Taverniti), Marguglio; Ancione, Lavrendi (71′ Vicari), Muni; La Canna, Arigò, Eseola. A disp.: Cambareri, Taverniti, Vicari, Impallari, Crisalli, Sciarrone, Trentinella. All. Di Maria.
ARBITRO: Vecchio Pinzone di Genova
MARCATORI: 10′ Mosciaro, 22′ La Canna, 54′ Lavrendi.
NOTE: Giornata dal tempo variabile, terreno in buone condizioni. Presenti circa 1500 spettatori. Ammoniti: Iossa, Eseola, Mosciaro. ; Corner: 8-0; Recupero: 2’pt, 6′ st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it