Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza duro a morire. Ad Acireale è pari nel finale (1-1)

Cosenza duro a morire. Ad Acireale è pari nel finale (1-1)

Al gol di Savonarola nel primo tempo, nato in una delle pochissime occasioni dei padroni di casa, risponde Romano al 92′. I silani strappano un pareggio che per come si erano messe le cose ed in inferiorità numerica, rappresenta un buon risultato.

squadra_sotto_curva_acireale

La squadra sottola curva a fine partita. E’ un buon pari (foto saya)

E’ un buon punto. Non lo avremmo detto al termine di un primo tempo in cui il Cosenza nonostante il gol di Savonarola al 38′ sull’unica azione dei padroni di casa, aveva dato l’impressione di poter ribaltare il risultato dimostrando una netta superiorità in campo. Eppure nella ripresa l’espulsione di Fiore ha tagliato le gambe agli uomini di Patania che non hanno mai mollato. E il giusto premio arriva al 92′ con il super gol di Romano che da più di trenta metri fulmina Zelletta ed evita una sconfitta che sarebbe stata pesante e indubbiamente non meritata. Alla ripresa in campionato però, i lupi dovranno fare a meno di Mosciaro, diffidato ed ammonito oggi e di Fiore. Poco importa perchè Patania sa bene che bisogna assolutamente migliorare ma è ancora più consapevole di avere una squadra di combattenti che faranno di tutto per risalire subito in una classifica. Graduatoria che riserve un posto d’onore ad un’altra cosentina. L’Acri.
CRONACA.
Partita iniziata e nulla di fatto nei primi cinque minuti al “Tupparello”. E’ il Cosenza a manovrare in questa fase di studio del match. Prima palla gol per i rossoblù con Romano che salta un uomo e dal limite dell’area calcia trovando però la ribattuta del portiere. Provenzano arriva in ritardo e non riesce a trovare la deviazione vincente. Cosenza ancora pericoloso al 7′ con Parisi che non trova la misura in proiezione offensiva su corner di Provenzano. Il capitano sceglie bene il tempo ma manda la sfera fuori. Non badano allo spettacolo le due formazioni che dopo venti minuti di gara non riescono a creare i presupposti per andare in gol. Al 22′ i padroni di casa si affacciano dalle parti di Franza. Panepinto si fa largo sulla corsia sinistra e mette in mezzo per Radicchio ma è bravo il portiere silano a far sua la sfera. Un minuto dopo primo acuto di Mosciaro. L’attaccante silano prende palla e si invola verso l’area. La sua conclusione è violenta ma alta sopra la traversa. Si accende il match. Radiccchio per Savonarola, palla pericolosa in mezzo ma Ciano è provvidenziale nell’anticipare un avversario e rifugiarsi in corner. Il Cosenza non ci sta e reagisce. Gran palla di Tedesco per Mosciaro ma la conclusione dal limite della punta silana è deviata in corner. Un minuto dopo l’azione più ghiotta per il Cosenza. Palla di provenzano per Tedesco, sponda di testa di Tedesco e conclusione al volo di Mosciaro da ottima posizione. Zelletta con un colpo di reni strepitoso devia la sfera in corner. Sale la pressione dei rossoblù che guadagnano una lunga serie di corner senza però trovare lo spunto giusto. Al 33′ uomini di Patania ad un passo dal vantaggio. Corner di Provenzano e palla per Parisi che da ottima posizione colpisce debolmente trovando l’intervento del portiere. Imprendibili gli ospiti che stanno alzando i ritmi mettendo alle corde l’Acireale. Al 38′ però i padroni di casa passano. Lungo traversone in area rossoblù, Douglas cicca la sfera clamorosamente e Savonarola da distanza ravvicinata la mette in rete. E’ un gol pesante per i padroni di casa che nel momento migliore dei silani trovano il vantaggio. Un minuto dopo risponde il Cosenza. Palla in verticale di Romano per Mosciaro che cade in area. Per l’arbitro è simulazione e cartellino giallo. Al 45′ Douglas prova a farsi perdonare con una conclusione di prima intenzione che sfiora la traversa. Dopo due minuti di recupero termina la prima frazione.
RIPRESA. Gara ripresa al Tupparello. Patania manda in campo Veronese al posto di Douglas. Si riparte con il solito copione. Palla gestita dai silani che manovrano alla ricerca del varco giusto. Sono dieci i corner battuti dal Cosenza che anche in questa seconda frazione per due volte ha crossato dall’angolo senza però far male alla difesa dell’Acireale. Soffre la compagine di casa che si è chiusa a difesa della propria porta. Al 54′ ci prova Mosciaro. Lunga fuga solitaria del centravanti che semina il panico nella difesa acese ma è fermato al limite dell’area di rigore. Al 60′ ancora Cosenza. Botta violenta di Adriano Fiore e palla che esce fuori di pochissimo. Ed è lo stesso Adriano Fiore al 65′. Il calciatore silano avrà detto qualcosa di troppo al direttore di gara che senza pensarci tira fuori il rosso dal taschino. Espulsione diretta e strada in salita per gli uomini di Patania. al 70′ ci prova Veronese. Bolide da ottima posizione e palla deviata in corner. Mancano venti minuti ma i rossoblù hanno capito che si può portare a casa un pareggio contro una squadra che non ha mai dimostrato di meritare il risultato che sta maturando. Al 72′ faccia a faccia fra Parisi e Radicchio. L’arbitro ammonisce entrambi. Dieci al termine e Patania manda in campo Caputo al posto di Varriale per provare il forcing finale. All’87’ Veronese guadagna un calcio di punizione. Salgono tutti in area. Romano la mette in mezzo e Ciano per un soffio non tocca la sfera con il portiere battuto. Al 90′ fuori Provenzano e dentro Biondo. Saranno cinque i minuti di recupero. Al 92′ il Cosenza trova il gol del meritato pari. Romano avanza palla al piede e da più di trenta metri scaglia un bolide che trafigge Zelletta. Rete meritata per i silani che in inferiorità numerica acciuffano il pareggio. E’ l’ultima occasione della gara e i silani nel finale strappano un pareggio.

Il tabellino:
ACIREALE (4-3-3):
Zelletta; Silvestri, Lombardo, Fascetto, Trovato; Mautone, Zumbo (85′ Vezzosi), Panepinto; Godino (62′ Ragusa), Radicchio (73′ Frittitta), Savanarola. A disp.: Arcidiacono, Vezzosi, Dumitrascu, Frittitta, Ragusa, Maffucci, Arnone. All.: Gardano.
COSENZA (3-5-2): Franza; Ciano, Parisi, Varriale (81′ Caputo A.); Rapisarda, Fiore, Romano, Provenzano (90′ Biondo), Douglas (46′ Veronese); Mosciaro, Tedesco. A disp: Ramunno, Potestio, Veronese, Naccarato, A. Caputo, Bruno, Biondo. All.: Patania
ARBITRO: Marinelli di Tivoli
MARCATORI: 38′ Savonarola, 92′ Romano.
NOTE: Spettatori circa 1200 di cui una cinquantina da Cosenza. Espulsi: Fiore; Ammoniti: Mosciaro, Godino, Parisi, Radicchio, Zumbo, Veronese, Biondo; Corner: 3-15; Recupero: 2′ pt, 5′ st

Related posts