Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-C. Interpiana: le pagelle

Cosenza-C. Interpiana: le pagelle

Gli ospiti colpiscono a freddo con Di Piedi che anticipa Ciano. Quando Romano sale in cattedra i silani cambiano marcia. Pesano le assenze, soprattutto quella di Mosciaro in avanti.

ciano_con_linterpiana

Il difensore silano Ciano in duello con Gaudio dell’Interpiana (foto Mannarino)

Un pareggio, un altro pareggio per il Cosenza. La squadra di Patania ha provato a vincere ma lo ha fatto con poco ardore agonistico e con evidenti limiti di organico. Hanno pesato e non poco le assenze di Mosciaro e Adriano Fiore. Soprattutto l’attaccante sarebbe servito e non poco per aprire la difesa, molto abbottonata, dell’Interpiana. Il pari è il risultato di una sfida giocata per un tempo. Nella ripresa tanti sbadigli fino al 90′ quando l’espulsione di Conversi ha rianimato l’incontro. Troppo tardi, però, perché i silani seppur in superiorità numerica non sono mai riusciti ad essere pericolosi.
FRANZA: voto 6. Non ha colpe sul gol degli ospiti. Per il resto non viene mai chiamato in causa.
RAPISARDA: voto 5,5. Meno brillante del solito. Bada soprattutto a difendere e si propone raramente. Quando lo fa ha l’occasione per segnare ma la sciupa clamorosamente.
VARRIALE: voto 6 Puntuale negli anticipi e sontuoso nei contrasti aerei.
PARISI: voto 6,5. La sua gara è da giocatore di altra categoria.
CIANO: voto 6. I centimetri i Di Piedi sono maggiori dei suoi e l’inizio è da shock. Poi è mpeccabile in difesa. Quando tutti arrancano lui mostra una condizione fisica eccellente.
CAPUTO G.: voto 5,5. Poca personalità e troppi palloni persi a metà campo. Ha le movenze di Ciccio De Rose. Per ora, però, solo le movenze.
VERONESE: voto 6. Si sacrifica prima a sinistra e poi in mezzo al campo. Tanta buona volontà e poca partecipazione al gioco.
ROMANO: voto 6. E’ la media tra il 5 dei primi quarantacinque minuti ed il 7 del finale di primo tempo. Quando sale in cattedra cambia la musica.
TEDESCO: voto 6,5. Un suo destro meriterebbe miglior sorte. Il rigore lo ripaga dei tanti sacrifici.
PROVENZANO: voto 5,5. Mostra lampi di classe ma anche una condizione fisica non eccellente. A volte è troppo frettoloso.
CAPUTO A.: voto 6. Ha personalità e quando si ritrova il pallone tra i piedi non ha paura di puntare l’uomo e saltarlo.

ALL. PATANIA: voto 6. Deve fare a meno di due uomini cardine. Il gol a freddo gela tutti. Lui non si scompone e carica una squadra che, quando ritrova Romano, gioca un buon calcio. Purtroppo non gli è concesso entrare in campo e spedire il pallone in rete. Il Cosenza ha bisogno di alternative e il tecnico non può fare miracoli.

Subentrati:
DOUGLAS: voto 5,5. Fumoso. La luce non si accende e forse in testa ha ancora l’errore di Acireale.
POTESTIO: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Avversario:
C. INTERPIANA: Di Matteo 6; Da Silva 6 (dal 31′ Placido 6), Todaro 5,5, Paonessa 6,5, Di Fatta 6, Audino 6, Condomitti 5 (dal 22’st Viscardi 5), Montesano 5,5, Di Piedi 6,5 (dal 23’st Zagaria SV), Conversi 5,5, Gaudio 5,5. All. Misiti 6

Related posts