Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Palazzolo: le pagelle

Cosenza-Palazzolo: le pagelle

Gara viziata da due episodi, tutti nella ripresa, e che ha visto protagonista in negativo l’attaccante rossoblù Tedesco. Mosciaro, gol d’attaccante di categoria superiore. Franza, parate decisive.

mosciaro_sguscia_via

L’attaccante rossoblù Mosciaro, per lui un altro gol da incorniciare (foto mannarino)

Un altro pareggio per il Cosenza di Patania. Eppure, per quello visto nel primo tempo, sembrava che i silani potessero portare a casa i tre punti con facilità al cospetto di una delle migliori squadre di questo inizio di stagione. La ripresa, purtroppo, ha visto protagonista in negativo l’attaccante rossoblù Tedesco che prima ha causato, con un fallo veniale, il rigore che ha consentito il pareggio degli ospiti e venti minuti più tardi è stato espulso per fallo di reazione su Visone. Nel mentre l’infortunio capitato a Romano costretto ad uscire ad inizio ripresa e quello successivo, nel finale di gara, di Mosciaro. Cosenza che, seppur con sette under su dieci in campo, ha mostrato grande carattere e quella personalità chiesta nella scorse settimane dal tecnico Patania.
FRANZA: voto 8. Interventi decisivi nel finale di primo ed a fine gara. Di sicuro il miglior in campo.
RAPISARDA: VOTO 6,5. Tanta corsa e personalità da vendere. E’ uno stantuffo inesauribile.
VARRIALE: voto 6. Gioca una gara pulita e dalle sue parti non si passa.
PARISI: voto 6,5. Guida la difesa, come sempre, e insieme a Ciano e Varriale chiude tutti gli spazi e vince una marea di duelli aerei.
CIANO: voto 6,5. Difende e si propone. Tanta buona volontà e voglia di spronare i più giovani a far meglio.
POTESTIO: voto 7. In un ruolo non suo gioca una grande partita. Tutta grinta e corsa.
VERONESE: voto 5,5. Si propone meno rispetto a Rapisarda. Pensa esclusivamente alla fase difensiva.
ROMANO: voto 5. Gioca ad intermittenza mostrando di essere l’unico a poter innescare in maniera adeguata gli attaccanti. Si vede raramente nel vivo del gioco. Il suo infortunio, però, penalizza e non poco il Cosenza.
TEDESCO: voto 4. Sciagurato il fallo da rigore su Panetteri. Ancor di più il fallo di reazione su Visone. Complica maledettamente la vita alla sua squadra. Gara da dimenticare.
PROVENZANO: voto 5,5. Lampi di classe e buona personalità. Manca nella verticalizzazione. Ha ampi margini di miglioramento.
MOSCIARO: voto 6,5. Accende la luce in un primo tempo privo di emozioni. Il gol è tutto merito suo. Viene cercato poco dai compagni e girovaga a vuoto nella trequarti avverarsi.

ALL. PATANIA: voto 6. Il Cosenza cresce a vista d’occhio sotto il profilo del gioco. E’ costretto a rinunciare a Fiore per squalifica e, durante la ripresa, perde prima Romano ( infortunio) e poi Tedesco (espulso). Finisce la gara con sette under su dieci che mostrano una grande personalità anche se, a conti fatti, non basta per riconquistare tre punti che mancano da tanto, troppo tempo.

Subentrati:
BIONDO: voto 6. Grintoso e subito in partita. Per poco non trova il gol.
ALASSANI: voto 5,5. Parte bene e si spegne poco dopo. Ci si aspettava qualcosina in più.
CAPUTO: voto SV. Una gioca da far stropicciare gli occhi e che avrebbe meritato miglior sorte. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Avversari:
PALAZZOLO: Ferla 6,5; Piluso 6, Mondello 6,5 (Scaravilla SV), Berti 5,5, Liga 5,5, Alderuccio 6, Romeo 5,5, Visone 6, Panetteri 5,5, Bonarrigo 6, Arena 6. All. Anastasi 5,5

Arbitro:
RANALDI: voto 6,5. Buona direzione di gara. Assegna un rigore netto vista l’ingenuità di Tedesco. Giusta anche l’espulsione anche se l’indicazione arriva dal guardalinee.

Related posts