Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium, il cuore non basta. Arriva la prima sconfitta

Brutium, il cuore non basta. Arriva la prima sconfitta

Gara in costante inferiorità numerica per i rossoblù di Scarnato. La doppietta di Martire è vanificata da alcuni errori difensivi: alla fine vince lo Sporting Luzzi 4-2.

brutium_fans_in_trasferta

I Brutium Fans in trasferta con lo Sporting Luzzi con gli ultrà di Tolone e Campobasso

Il risultato del campo ha emesso un verdetto amaro, ma il contesto è stato una vittoria su tutti i punti di vista. Il Brutium va ko contro lo Sporting Luzzi, ma sugli spalti riesce a portare più di cento tifosi in trasferta con un sostegno vocale davvero eccezionale per la Terza Categoria. In più, assieme agli stendardi della Curva Nord, c’erano quelli di due gruppi gemellati con gli ultrà rossoblù e quindi “sostenitori” della nuova squadra dell’area urbana. Da venerdì, infatti, in città erano presenti i supporter del Tolone, squadra francese che ha attraversato peripezie simili a quelle del 1914, e gli Smoked Heads di Campobasso. Nessuno ha voluto mancare all’appuntamento della domenica. In campo gli uomini di mister Scarnato giocano in scioltezza, ma contro la prima della classe le cose si mettono male quando a metà primo tempo viene espulso Ruga per un fallo di reazione. Gli animi su surriscaldano e per tutto l’arco dell’incontro sono soventi gli interventi del signor De Luca di Verbicaro, costretto a fischiare forse più del dovuto ad ogni contrasto. I padroni di casa passano in vantaggio poco dopo l’inizio del secondo tempo con Fiorito, abile a sfruttare uno svarione difensivo. Gli ospiti però non demordono e, sotto la spinta costante del suo pubblico, danno vita ad un assalto all’arma bianca alla porta difesa da Sprovieri. Il match diventa bellissimo e vibrante, maschio ed incalzante. Il pari arriva al 65′. Dalla destra spiove un cross in area di rigore sul quale è lesto Martire ad avventarsi di testa. L’incornata non lascia scampo al portiere avversario e gonfia la rete. La gioia dura un minuto. Da un corner nasce un’opportunità ghiotta che Federico tramuta in oro: per il Brutium è tutto da rifare. Testa bassa e padalare è l’ordine che parte dalla panchina e chi è in campo esegue gli ordini alla lettera. Fuoco mette al servizio della squadra tutta la sua classe e cerca di prendere i compagni per mano, gli altri buttano il cuore oltre l’ostacolo. All’ 85′ il 2-2. Angolo teso dalla sinistra, mischa in area e zampata vincente ancora di Martire. In truibuna è l’apoteosi. A quel punto Scarnato sceglie di effettuare un cambio che fa discutere: fuori l’autore dei due gol e dentro Formica, under classe ’93. Fatto sta che nel pieno del recupero ancora uno svarione della difesa permette a Grano di riportare avanti i suoi trovando il classico gol della domenica. C’è spazio pure per il 4-2 finale che arriva con Rio su azione di contropiede. Un ko immeritato che però non ridimensiona le ambizioni del sodalizio del presidente Canonaco. Per il prossimo turno, in casa contro l’altra capolista Rose City, probabilmente si giocherà di sabato per evitare la concomitanza con il Cosenza Calcio. (cosenzachannel.it)

Il tabellino:
SPORTING LUZZI-ROSE: Sprovieri, Grano, Viteritti, Federico (78′ Fazio), Falbo (56′ Ritacco), Sena, Fiorito (71′ Plastina), Ferraro, Cipparrone (68′ D’Acri), Brunom, Rio. A disp: Ritacco A., Naccarato. Allenatore: Sena
BRUTIUM COSENZA: Scarnato, De Franco (65′ Metallo), Ruga, Di Maria, Ponzio, Bonofiglio, Martire (91′ Formica), Crescibene, Santiago (54′ Occhiuto), Fuoco, Vommaro. A disp: Gaudio, D’Elia, Perfetti, Ripoli. Allenatore: Scarnato
MARCATORI: 50′ Fiorito (S), 65′ Martire (B), 66′ Federico (S), 85′ Martire (B), 90′. Grano (S), 94′ Rio (S)

Related posts