Tutte 728×90
Tutte 728×90

Juniores: Pareggio amaro per il Cosenza con il Cristoforo (3-3)

Juniores: Pareggio amaro per il Cosenza con il Cristoforo (3-3)

I lupacchiotti in vantaggio di due reti subiscono la rimonta e il gol del pari al 96′ contro il fanalino di coda. La doppietta vale a Magarò la palma di migliore in campo.

magar_gol

Nella foto Magarò, migliore in campo e autore di una doppietta.

Doveva essere un incontro sulla carta abbordabile per gli uomini di Altomare quello con il Cristoforo Oppido, fanalino di coda del torneo Juniores. I lupacchiotti invece, dopo aver dominato per buona parte della gara, hanno subito il ritorno della compagine di casa, che è riuscita ad agguantare il match al 96′ grazie anche ad una decisione arbitrale discutibile. Altomare, assente a causa della febbre, ha preparato comunque bene la partita e la squadra dopo qualche tentativo andato a vuoto ha trovato il vantaggio al 15′. La rete è opera di Magarò che con un destro chirurgico dai diciotto metri fulmina il portiere ospite. Il Cosenza è squadra superiore ma al 30′ i padroni di casa trovano il pari con Zianni che supera il rientrante Perri. I rossoblù non ci stanno e prima dello scadere si riportano in vantaggio. L’autore della rete è ancora una volta Magarò che riceve un assist preciso di De Cicco e con un delizioso lob scavalca Fineo. Due a uno e squadre negli spogliatoi. Il Cosenza rientra in campo ed ha subito l’occasione per chiudere la gara. L’arbitro infatti decreta un calcio di rigore per i rossoblù ma Maestri dal dischetto fallisce la conclusione. L’episodio però non frena la spinta di Terranova e soci che al 55′ trovano il tris. Il gol porta la firma di Piromallo, sempre più prezioso anche in zona gol, che al termine di una azione ben orchestrata dai compagni fulmina Fineo con destro imprendibile. Sembra fatta per i lupacchiotti ma al 77′ una scelta arbitrale cambia l’inerzia della gara. Il signor Cauzillo infatti vede un contatto in area e accorda all’Oppido un penalty che Colangelo con freddezza trasforma. La partita dopo il gol dei locali si incattivisce. Il Cosenza tiene bene il campo ma nel recupero, durante l’ultimo dei sei minuti concessi dall’arbitro, il Cristoforo pareggia ancora grazie a Colangelo che regala ai suoi un punto prezioso contro una delle squadre meglio attrezzate del torneo. Arriva quindi il secondo pareggio consecutivo per la truppa di Altomare che ha risentito dell’assenza di Salvino, vero metronomo del centrocampo silano e del bomber Franzese. Il risultato non rende giustizia alla generosa prestazione dei lupacchiotti che hanno pagato qualche errore di troppo. Occhi quindi già puntati sul prossimo incontro che li vedrà impegnati in casa contro un Sambiase che naviga nelle zone basse della classifica. (f.p.)

CRISTOFORO OPPIDO: Fineo, Adurno (46′ Cacale), Mucci, Mancaniello,Martino, Di Mare, Stefanile, Manniello, Zianni (70′ Grippo), Colancelo, Campagna (60′ Giganti). Adisp: Basilio, Moretta,
Pepe, Lancellotti. Allenatore: Pappalardo.

COSENZA: Perri, Bosco, (65′ Volpe), Chiodo, Piromallo, Stamato,Terranova, Le Piane, De Cicco,
Barone, Maestri, Magaro’ (60′ Scanni , 77′ Pellegrino). A disp: (Reda, Scarcello).All: Altomare (assente).

ARBITRO: Cauzillo di Potenza. Assistenti: Aquino di Potenzae Martone di Venosa

MARCATORI: 15′ Magaro’, 30′ Zianni, 45′ Magaro’, 55′ Piromallo, 77′ e 96′ Colangelo.

NOTE: Ammoniti: Mucci, Martino, Manniello, Giganti (O), Terranova(C). Rec: 2′ p.t., 6′ s.t.

Related posts