Tutte 728×90
Tutte 728×90

Adriano Fiore lancia i lupi: “Vittoria pesante, dobbiamo continuare così”

Adriano Fiore lancia i lupi: “Vittoria pesante, dobbiamo continuare così”

Poi un pensiero sul lavoro svolto dal fratello Stefano Fiore: “E’ stato lui a scegliere questa rosa. Ha valutato ogni elemento. Quando i risultati non ci sorridono anche lui è giù di morale. Dobbiamo ripagare la sua fiducia”.

adriano_fiore

Adriano Fiore ringhia su Citro della Valle Grecanica (foto mannarino)

Ci ha messo tutta la grinta possibile Adriano Fiore che piazzato al centro della mediana rossoblù, ha rincorso gli avversari per novanta minuti senza rinunciare a far gioco. Fiore è uno degli uomini cardine di una squadra che con i muscoli e a denti stretti ha strappato tre punti d’oro contro la Valle Grecanica. L’analisi del centrocampista nel post gara è lucida e precisa. “Abbiamo trovato un successo pesante perché era fondamentale mettere alle spalle gli ultimi risultati che ci hanno penalizzato e ripartire. Volevamo vincere e la squadra tutta ci ha messo grinta e tanta voglia. Quando giochi così i risultati si vedono”. Poi precisa. “In questa categoria se hai fame di vittorie riesci a far tue quelle gare che sono in bilico. Abbiamo lottato fino al novantacinquesimo senza mollare e sono queste le caratteristiche che ti permettono di far strada”. Dispiace solo per il giallo sventolato dall’arbitro a Fiore. Il cartellino costringerà il centrocampista a fare da spettatore al match con il Messina. “E’ una fattore da migliorare perché specialmente quando l’organico è in emergenza bisogna limitare le ammonizioni e i cartellini rossi. Sono arrabbiato con me stesso e bisogna evitare questi autogol. Purtroppo l’arbitro ha deciso così e starò fuori nella prossima trasferta”. E’ amareggiato Fiore, ma la vittoria scaccia via ogni delusione. Dopo i tre punti maturati con la Valle Grecanica, Adriano indica la strada da seguire. “Bisogna pensare subito al prossimo match e restare concentrati mantenendo immutata la fame di vittorie mostrata oggi. Dobbiamo essere noi più esperti a guidare i giovani. Loro devono capire che giocano in una piazza prestigiosa e far bene in questo campionato significa non solo dare una grande mano al Cosenza ma vivere una tappa importante nella loro carriera. Noi dobbiamo dare l’esempio e loro seguirlo perché così si può creare un gruppo ancora più unito e forte. “. Chiusura dedicata al fratello Stefano Fiore. “E’ stato lui a scegliere gli elementi di questa rosa. E’ normale vederlo un po’ giù di morale quando i risultati non arrivano nonostante le buone prestazioni. Stefano lavora a testa bassa e con passione e sta a noi ripagare la fiducia che ci è stata concessa da chi ci ha dato questa opportunità”. (f.p.)

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Poi un pensiero sul lavoro svolto dal fratello Stefano Fiore: “E’ stato lui a scegliere questa rosa. Ha valutato ogni elemento. Quando i risultati non ci sorridono anche lui è giù di morale. Dobbiamo ripagare la sua fiducia”.

Ci ha messo tutta la grinta possibile Adriano Fiore che piazzato al centro della mediana rossoblù, ha rincorso gli avversari per novanta minuti senza rinunciare a far gioco. Fiore è uno degli uomini cardine di una squadra che con i muscoli e a denti stretti ha strappato tre punti d’oro contro la Valle Grecanica. L’analisi del centrocampista nel post gara è lucida e precisa. “Abbiamo trovato un successo pesante perché era fondamentale metterci alle spalle gli ultimi risultati che ci hanno penalizzato e ripartire. Volevamo vincere e la squadra tutta ci ha messo grinta e tanta voglia. Quando giochi così i risultati si vedono”. Poi precisa. “In questa categoria se hai fame di vittorie riesci a far tue quelle gare che sono in bilico. Abbiamo lottato fino al novantacinquesimo senza mollare e sono queste le caratteristiche che ti permettono di far strada”. Dispiace solo per il giallo sventolato dall’arbitro a Fiore. Il cartellino costringerà il centrocampista a fare da spettatore al match con il Messina. “E’ una fattore da migliorare perché specialmente quando l’organico è in emergenza bisogna limitare le ammonizioni e i cartellini rossi. Sono arrabbiato con me stesso e bisogna evitare questi autogol. Purtroppo l’arbitro ha deciso così e starò fuori nella prossima trasferta”. E’ amareggiato Fiore, ma la vittoria scaccia via ogni delusione. Dopo i tre punti maturati con la Valle Grecanica, Adriano indica la strada da seguire. “Bisogna pensare subito al prossimo match e restare concentrati mantenendo immutata la fame di vittorie mostrata oggi. Dobbiamo essere noi più esperti a guidare i giovani. Loro devono capire che giocano in una piazza prestigiosa e far bene in questo campionato significa non solo dare una grande mano al Cosenza ma vivere una tappa importante nella loro carriera. Noi dobbiamo dare l’esempio e loro seguirlo perché così si può creare un gruppo ancora più unito e forte”. Chiusura dedicata al fratello Stefano Fiore. “E’ stato lui a scegliere gli elementi di questa rosa. E’ normale vederlo un po’ giù di morale quando i risultati non arrivano nonostante le buone prestazioni. Stefano lavora a testa bassa e con passione e sta a noi ripagare la fiducia che ci è stata concessa da chi ci ha dato questa opportunità”. (f.p.)

Related posts