Tutte 728×90
Tutte 728×90

Risorge il Cosenza, i rossoblù stendono la Valle Grecanica (2-1)

Risorge il Cosenza, i rossoblù stendono la Valle Grecanica (2-1)

Provenzano e Rampazzo regalano ai silani, in grossa emergenza, un successo meritato. La classifica sorride ai lupi.

gol_provenzano_v.grecanica

Provenzano di testa sigla il vantaggio del Cosenza con la Valle Grecanica (foto mannarino)

Vittoria pesante per un Cosenza cuore e muscoli che strappa tre punti al San vito al termine di una buona prestazione. I silani passano dopo pochi minuti grazie alla rete di Provenzano. Poi sale in cattedra Ike che mette i brividi alla retroguardia rossoblù e si procura il rigore del pareggio trasformato da Pirro. Nel secondo tempo entra in campo un Cosenza diverso. Patania striglia i lupi che trovano il nuovo vantaggio con Rampazzo e soffrono fino al 95′ portando a casa un successo meritato. Cosenza ora più vicino alla vetta e tifosi in curva che abbracciano la squadra invitano tutti ad invadere Messina. Tappa importante quella in terra di Sicilia per un Cosenza che ha voglia di dare continuità alla vittoria odierna.
La cronaca:
Gara iniziata con le squadre che manovrano a centrocampo. Nulla da segnalare nei primi cinque minuti di gioco. Prima azione pericolosa al 6′ per gli ospiti. Ike sfonda sulla corsia sinistra e mette in mezzo per Pirro che corregge la sfera di testa. E’ bravissimo Ramunno nell’intervento plastico. Il Cosenza però alla prima azione pericolosa passa. Rapisarda nel tentativo di raggiungere un lancio lungo viene chiuso in corner e al punto della battuta si presenza Varriale. Il difensore batte il calcio d’angolo teso in mezzo e Provenzano sceglie bene il tempo e di testa supera Nucera. La risposta dei giallorossi è affidata ai calci piazzati dalla distanza. Ci provano prima Ike e poi Citro ma Ramunno fa buona guardia. Ospiti ancora pericolosi al 24′. Citro riceve palla sulla destra, entra in area, finta il il tiro disorientando Varriale e calcia in porta da buona posizione ma la sua conclusione non irresistibile è facile preda di Ramunno. La risposta dei rossoblù è affidata ai piedi di Provenzano che conquista palla, scarta un uomo e calcia sbagliando la misura. Palla alta ma inizio di gara VEramente interessante del giovane centrocampista silano. Brutta tegola per Patania al 37′. Fiore nel tentativo di frenare un avversario commette un duro fallo e l’arbitro lo ammonisce. Il centrocampista diffidato salterà il prossimo incontro. Al 40′ si fa nuovamente vival a Valle Grecanica. Aloi sulla destra supera Varriale e mette in mezzo un traversone teso. Dalle retrovie sbuca Ike che si libera dalla marcatura di Potestio ma sbaglia lo stop solo davanti a Ramunno. E’ ancora l’esterno sinistro d’attacco a seminare il panico nella difesa rossoblù un minuto dopo. Ike fa tutto bene ma la sua conclusione da ottima posizione termina fuori. E’ incontenibile l’attaccante giallorosso che al 43′ si guadagna un calcio di rigore. Ike entra in area e con un gran numero dribbla Potestio che lo atterra. Decisione ineccepibile e pari degli ospiti firmato da Pirro su calcio di rigore. Termina così la prima frazione di gioco. Si riprende al San Vito senza variazioni nei due schieramenti in campo. Cosenza subito in avanti. Su un colpo di testa in mischia di Potestio Rampazzo cade in area dopo una vistosa trattenuta. Il guardialinee sbandiera un fuorigioca da rivedere. Al 49′ però i lupi passano. Rapisarda sulla destra supera un avversario con un pregevole tunnel, trova il fondo e mette in mezzo per Rampazzo che con una conclusione sporca ma efficace batte il portiere giallorosso. Gran gol dei silani che al 52′ sfiorano anche il tris. Varriale è imprendibile sulla sinistra e dopo una gran galoppata confeziona un prezioso assist per Rampazzo che solo davanti a Nucera prova lo stop invece di battere di prima intenzione. Occasione gol sprecata. E’ un Cosenza totalmente trasformato quello sceso in campo alla ripresa. Patania deve aver strigliato i suoi che hanno iniziato a giocare a calcio creando in pochi minuti diverse occasioni da gol. Al 56′ primo cambio fra i silani. Fuori Potestio che ha avuto il duro compito di contenere Ike e dentro Alassani che si schiera sulla linea dei centrocampisti con Rapisarda arretrato in difesa. Dima Ruggiano risponde mandando in campo Pingente per Pansera poco dopo. Al 72′ ospiti pericolosi. Verticalizzazione di Elefante per il nuovo entrato Alizzi che prova una girata difficile da buona posizione mandando alta la sfera. Quindici al termine. Il Cosenza lotta per portare a casa un successo importantissimo. A cinque dal termine Provenzano chiede il cambio a Patania che lo sostituisce con Giuseppe Caputo. Devono stringere i denti i silani dopo una gara coragiosa. Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

I tabellini:
COSENZA: Ramunno, Potestio (56′ Alassani), Varriale, Parisi, Ciano, Castellano, Rapisarda, Fiore, Caputo, Provenzano (83′ Caputo G.), Rampazzo. A disp: Franza, Alassani, Caputo, Scigliano, Veronese, Naccarato, Douglas,

VALLE GRECANICA: Nucera, Aloi, Manganaro (75′ Patera), Elefante, Dall’Oglio, Sansone Pansera (57′ Pingente), Mazzei (64′ Alizzi), Pirro, Citro, Ike. A disp: Maggi, Alizzi, Patera, Pingente, Putortì, Maltese, Cuccinotti. All: Dima Ruggiano.

ARBITRO: Bergonzoni di Civitavecchia
MARCATORI: 12′ Provenzano, 44′ Pirro.
NOTE: Presenti circa mille spettatori. Ang: 2-5 Amm: Parisi, Elefante, Fiore, Ciano. Esp:– Rec:1′ pt., 5’s.t.

Related posts