Tutte 728×90
Tutte 728×90

Messina col 3-5-2. L’unico blitz dei Lupi si registrò proprio un 27 novembre

Messina col 3-5-2. L’unico blitz dei Lupi si registrò proprio un 27 novembre

Bertoni sta pensando di sostituire lo squalificato D’Alterio con D’Angelo e lasciare un over in panchina. Corona guiderà l’attacco, Coppola la mediana e Occhipinti la difesa.

coppola_messina2

Coppola è tornato a Messina per vincere il campionato (pianetamessina.blogspot.com)

Non è un allenatore avvezzo a rilasciare interviste per telefono Alessandro Bertoni, tecnico del Messina che è subentrato a Pensabene a campionato in corso. La responsabile dell’ufficio stampa fa sapere che è fatto così e che per cogliere qualche battuta prima del match i colleghi peloritani devono strappargliela a margine della rifinitura. Ad ogni modo non dovrebbero esserci molte variazioni nel 3-5-2 che i giallorossi opporranno al Cosenza. Dalle ultime indicazioni sembra che tra i pali possa trovare spazio il giovane Rossi Pontello che, come Franza in rossoblù con Ramunno, sta mettendo in discussione la leadership di Cecere. Difesa a tre molto collaudato nel corso delle settimane con Criaco, Impagliazzo ed Occhipinti. A dare loro copertura in fase di non possesso agiranno Lo Piccolo a destra e il baby D’Angelo sulla corsia mancina. Proprio quest’ultimo, sarà chiamato al difficile compito di sostituire lo squalificato D’Alterio. Coppola, il capitano, agirà in posizione centrale con Mento e Lo Nardo ai suoi lati. In avanti la coppia Corona-Cocuzza con Ferraro e Catania pronti a dare il loro contributo dalla panchina. In tutto sono 29 i confronti disputati dal Cosenza a Messina e soltanto una volta i Lupi sono riusciti a fare bottino pieno. Il blitz risale al torneo 1949-1950. Si disputava il torneo di Serie C e come, domani, il calendario segnava il 27 novembre. Una doppietta di Zaro, Polacchi e Begnini resero inutili gli acuti Spadavecchia e Pietta. Le ultime volte che le due squadre si affrontarono al vecchio “Celeste” fu in serie B. Nel 2001-2002 terminò 3-1. Mendil illuse il migliaio di sostenitori al seguito con un gol da cineteca, ma poi Godeas siglò una tripletta e rispedì il Cosenza a casa con un pugno di mosche. L’anno successivo fu Coppola a mettere tutti d’accordo. Prima volta per i rossoblù, infine, nel nuovo impianto del “San Filippo” realizzato per ospitare le gare del massimo campionato. (cosenzachannel.it)

Related posts