Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, è ora di rilanciare

Cosenza, è ora di rilanciare

Il gruppo è compatto e Patania inizierà a recuperare infortunati e squalificati. Bisogna capire quali sono le reali possibilità di questa squadra e provare a guardare avanti con fiducia.

cosenza_a_messina

L’undici rossoblù che ha affrontato ieri il Messina (Ishy foto)

Nulla da fare per il Cosenza che torna dal San Filippo con una sconfitta che non ridimensiona però programmi e classifica. La truppa rossoblù, a dir poco in emergenza, ha lottato con il cuore e soprattutto con i muscoli ma il sacrificio e la volontà non possono bastare quando in settimana si è costretti a fare i conti con l’infermeria ed il giudice sportivo.

Del resto il Cosenza ha fatto una buona figura anche senza indossare il miglior vestito. Ciano, spostato in mezzo al campo, ha dato grinta e corsa alla linea mediana, Parisi ha lavorato per due mettendo spesso una pezza nelle situazioni più complicate e Varriale ha confermato l’ottimo stato di forma. Ad essere onesti, sono stati forse proprio gli under a tradire un po’ le aspettative. Ci può stare, perché il progetto targato Fiore passa proprio attraverso la crescita e la valorizzazione degli under. Bisogna dargli tempo e questo comporta il rischio di pagare l’inesperienza degli under. Così è stato in terra di Sicilia ma è inutile rammaricarsi pensando alla partita di ieri. Sarebbe più costruttivo concentrarsi sulla dura sfida con il Licata, verificare la tenuta dei calciatori che finalmente tornano in gruppo e provare a rilanciare. Si. E’ proprio il momento di rilanciare e non di abbattersi. Il Cosenza a causa della grossa emergenza non riesce a fare un filotto di risultati positivi che potrebbe cambiare il volto del torneo. E’ pur vero però che le dirette concorrenti non corrono. L’Acri non sembra una corazzata in grado di dominare il torneo, il Marsala visto qualche settimana fa non sembra una compagine imbattibile e più in generale il livello del torneo è basso. Nonostante un avvio di stagione complicato, il Cosenza è ancora lì a sei punti dalla vetta. Questi sono i motivi che dovrebbero indurre la società silana a rilanciare. Il tecnico sta facendo un buon lavoro, in squadra ci sono giocatori forti ed esperti e non manca qualche giovane che vale una maglia da titolare con il lupo cucito sopra. Con qualche innesto mirato questo gruppo potrebbe davvero far parlare di se e, cosa da non sottovalutare, permettere ai giovani di lavorare serenamente, senza l’assillo di dover dimostrare tutto e subito. Questo Stefano Fiore lo sa e la parola passa ai vertici societari che dovranno in breve tempo comunicare allo staff tecnico se sarà possibile intervenire sul mercato. Intanto però il tempo passa e gli altri club si stanno già muovendo. Sarebbe un peccato gettare alle ortiche un progetto che con qualche ritocco, un po’ di comunicazione in più e qualche sforzo economico, potrebbe diventare quello che tutti i tifosi vogliono. Una realtà solida e soprattutto un Cosenza pronto a guardare avanti e non indietro come troppo spesso accade. (Francesco Palermo)

Related posts