Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Sindaco Occhiuto e la Nuova Cosenza: “Inizia una nuova fase”

Il Sindaco Occhiuto e la Nuova Cosenza: “Inizia una nuova fase”

In un comunicato congiunto il primo cittadino precisa: “Rilancio degli obiettivi prefissati”. E Guarascio: “Interverremo sulla rosa con lo scopo di rinforzarla”. Ma i dubbi restano.

occhiuto-guarascio

In Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, e il presidente rossoblu Guarascio

Ci voleva una “chiamata” del Sindaco, Mario Occhiuto, per smuovere le acque e ritrovare una società che da qualche giorno, in prossimità della riapertura del mercato, era latitante. A Palazzo dei Bruzi è andato in onda, proprio nella giornata odierna, una tavola rotonda tra primo cittadino e la Nuova Cosenza calcio. Quet’ultima ha preso tutti alla sprovvista. Se qualcuno si aspettava che Guarascio e soci dessero garanzie a Fiore si sbagliava. Solo davanti al Sindaco, Mario Occhiuto, si è trovata la forza per affermare che “si sarebbe intervenuti sul mercato”. Di seguito il comunicato stampa diramato da Palazzo dei Bruzi.
“Il sindaco Mario Occhiuto ha ricevuto questo pomeriggio a Palazzo dei Bruzi i soci della Nuova Cosenza Calcio, società fondata la scorsa estate proprio su spinta propulsiva dell’amministrazione comunale. Il primo cittadino ha tenuto a ringraziare ancora una volta gli imprenditori che, nonostante l’attuale momento di crisi economico-finanziaria, hanno aderito a un progetto sportivo che non lasciasse i tifosi senza squadra, tracciando con loro il punto della situazione a distanza di cinque mesi dall’iscrizione in serie D.
“Purtroppo nel calcio ci sono variabili che non si possono prevedere – ha dichiarato Occhiuto – Nel corso del campionato fin qui disputato c’è stata indubbiamente una componente di sfortuna che ha inciso sugli scarsi risultati ottenuti. Adesso però speriamo si avvii una fase diversa, con uno spirito rigenerato e il rilancio degli obiettivi prefissati”.
La fase diversa alla quale si riferisce il Sindaco partirà immediatamente ed avrà febbraio come termine per un ennesimo bilancio.
Il presidente rossoblù Eugenio Guarascio spiega: “Dalla riunione odierna fra la società e l’amministrazione è emersa la positività del nostro progetto. Tutti i soci, di comune accordo, hanno convenuto che oggi si chiude una fase e se apre un’altra. Ringraziamo il Sindaco e il suo staff per averci coinvolti in un’avventura entusiasmante che ha trovato degli ostacoli lungo il percorso ma che porteremo comunque avanti in maniera compatta. La seconda fase comincia con la concomitanza dell’apertura del mercato invernale. Certamente interverremo sulla rosa con lo scopo di rinforzarla”.
Ci sono alcuni aspetti che, però, vanno analizzati. In primis l’affermazione del Sindaco, Mario Occhiuto, quando afferma: “Adesso però speriamo si avvii una fase diversa, con uno spirito rigenerato e il rilancio degli obiettivi prefissati”. Vorremo sapere anche noi gli obiettivi che la società si è prefissata. Perché ad inizio stagione si è parlato, neppure velatamente, di un campionato di transizione e consono ad un “fair-play” finanziario. E poi lo spirito diverso presuppone che, fino ad ora, ci sia stato uno spirito “negativo” e per nulla consono ad una rinascita che in tanti si attendevano.
Cosi come non può passare inosservata la frase la del presidente Guarascio. “Dalla riunione odierna fra la società e l’amministrazione è emersa la positività del nostro progetto”. Continuiamo a ripetere: quale progetto? Sarebbe il caso che Guarascio ce lo comunicasse visto che viene reputato “positivo”. Non riusciamo a capire se il progetto è quello iniziale (campionato di transizione) o è cambiato strada facendo (promozione?).
E sempre Guarascio afferma. “Tutti i soci, di comune accordo, hanno convenuto che oggi si chiude una fase e se apre un’altra”. Quale fase si chiude? Quale si apre? Di cosa stiamo parlando? Di chi? Sembrano parole indirizzate non si sa a chi di preciso. Di certo non chiare per una tifoseria che, di sicuro, si sarebbe aspettata una comunicazione ben diversa e votata a riportare armonia tra squadra, allenatore, società e staff tecnico.
Infine l’ultima parte dove si parla di mercato e si precisa: “Certamente interverremo sulla rosa con lo scopo di rinforzarla”. E perché quando Fiore, responsabile dell’area tecnica, ha chiesto chiarimenti non gli sono stati dati salvo poi darli al Sindaco che, fino a prova contraria, sembrava essersi elegantemente defilato per evitare che la “macchia politica” pendesse sul capo della società?
Misteri che rimarranno in attesa di un nuovo comunicato stampa “chiarificatore”. (p.b.)

Related posts