Tutte 728×90
Tutte 728×90

Buon Cosenza a Licata. Ai silani è mancato solo il gol (0-0)

Buon Cosenza a Licata. Ai silani è mancato solo il gol (0-0)

Prova d’orgoglio e di carattere della squadra di Patania che ha provato in tutti i modi a sbancare Licata. E’ un buon punto in una trasferta delicata. Classifica invariata e silani a sei lunghezze delle prime della lista.

licata-cosenza

Un intervento di capitan Parisi nel match contro il Licata (foto Rita Farruggio)

E’ arrivata sul campo la risposta del Cosenza di Enzo Patania che a Licata ha dato vita ad una grandissima prestazione. I rossoblù nel primo tempo hanno in più occasioni sfiorato la rete del vantaggio e nella ripresa hanno generosamente provato a portare a casa i tre punti annullando le iniziative dei padroni di casa. Parisi e Scigliano hanno annullato Cirillo. Fiore, Provenzano e Gassama hanno in più occasioni messo i brividi a Zummo. Ne viene fuori un pareggio ma i silani avrebbero meritato miglior sorte. Intanto in vetta alla classifica non corrono e il Cosenza resta a sei punti dalle prime della lista. Il campo ha parlato raccontando di una squadra che con qualche ritocco potrebbe lottare al vertice. La cronaca: Partita appena iniziata. Prima occasione per il Cosenza. Castellano per Fiore che tenta il colpo di testa ma non trova la misura. Ancora Fiore all’8′. L’esterno ci prova con una conclusione ma la palla termina in angolo. Il Licata non ci sta e si riversa in avanti per spezzare il ritmo dei silani. Il Cosenza sta dando vita ad un ottimo avvio di partita. Al 12′ ci prova Gassama ma il suo tiro è ribattuto dalla difesa di casa. Al 15′ risponde il Licata. Riccobono va via sulla sinistra e crossa dalla parte opposta per Armenio che da buona posizione calcia fuori. I padroni di casa al 17′ vanno vicinissimi al gol con Cirillo che svetta più alto di tutti su un cross e colpisce la sfera che balla sulla linea di porta mettendo i brividi alla difesa silana. Al 22′ gioco fermo per uno scontro violentissimo fra Gassama e Armenio. Il giovane senegalese non sembra in grado di riprendere ma dopo qualche minuto si rialza e per poco al 25′ con una incursione in area non trova il gol. E’ bravissimo Cocuzza che anticipa l’attaccante silano prima della battuta a rete. Spinge senza sosta la compagine di Patania e al 27′ si rende nuovamente pericolosa con Provenzano che lascia partire un preciso sinistro dai diciotto metri che termina di poco fuori. Al 36′ si distende il Licata. Riccobono cerca Cirillo ben appostato in area che per un soffio manca l’appuntamento col pallone. Risponde il Cosenza e si rende pericolossissimo. Fiore sfonda sulla corsia di competenza e lascia partire un tiro d’esterno che mette i brividi a Zummo, bravo a deviare la sfera in corner con un grande intervento. Ancora rossoblù al 39′. Gassama semina il panico in area e mette la palla in mezzo per Adriano Fiore che calcia come può e manda la sfera di poco alta. Due minuti dopo l’azione da gol più nitida per i silani. Provenzano dal limite dell’area salta un uomo e lascia partire un sinistro angolato e violentissimo. Zummo compie un miracolo e riesce a deviare la sfera. Sul capovolgimento di fronte Riccobono prova ad entrare in area ma viene fermato da Ciano che con un intervento coraggioso chiude il calciatore gialloblu in corner. Ancora il centrocampista di Infantino protagonista al 44′ con una punizione da posizione defilata che termina di poco fuori. E’ l’ultima occasione del primo tempo. Cosenza protagonista con un gran primo tempo a Licata. Partita ripresa a Licata. I due tecnici non hanno operato cambi. Al 47′ Potestio duetta con Adriano Fiore e crossa in mezzo ma gli avanti rossoblù non riescono a trovare l’impatto con la sfera. Un minuto dopo ancora Cosenza. Provenzano, il più pericoloso in casa rossoblù, si libera dal limite e calcia verso la porta di Zummo. Il portiere è immobile e battuto la conclusione del centrocampista di Patania finisce la sua corsa fuori di poco. Il Licata non ci sta. Al 50′ ancora Riccobono in avanti. Il centrocampista supera Varriale e cede la sfera per Grillo. Conclusione potente dai diciotto metri e palla fuori di poco. Partita emozionante. Al 57′ il Cosenza si riaffaccia dalle parti di Zummo. Ciano recupera palla e la cede a Fiore. L’esterno pesca in area Gassama in sospetta posizione di fuorigioco. L’attaccante calcia di prima intenzione ma il portiere gialloblu intercetta. Al 59′ primo cambio della gara. Patania manda in campo Romano, al rientro dopo un lungo stop, al posto di Provenzano. Infantino risponde mandando in campo Cricchio al posto di Lo Monaco. Tatticamente non cambia nulla. Quindici minuti al termine della gara. Al 73′ azione incredibile di Romano. Il centrocampista dribbla due uomini, supera il terzo con una finta e dal limite lascia partire una conclusione d’esterno che termina fuori. Il Cosenza vuole vincere e meriterebbe di tornare con i tre punti dalla trasferta di Licata. A tredici dal termine Gassama lascia il campo per Rampazzo. Cinque minuti al termine. Eì calata l’intensità del match ma il Cosenza non rinuncia a costruire gioco per trovare una rete che sarebbe senza dubbio meritata. Brivido al 90′ per il Cosenza. Riccobono con una verticalizzazione pesca Bonafede solo davanti a Ramunno ma il guardialinee sbandiera un fuorigioco dubbio. Dopo quattro minuti di recupero il signor Zanonato manda tutti negli spogliatoi. Il Cosenza strappa un buon punto a Licata ma i silani avrebbero forse meritato qualcosa in più.

Tabellino
LICATA (4-3-3): Zummo; Lo Monaco (64′ Cricchio), Armenio, Cocuzza, Alletto (85′ Bonafede); Riccobono, La Marca, Grillo; Scopelliti, Cirillo, Rosella (66′ Manfré). A disp.: Valenti, Manfrè, Bonafede, Butticè, Ortugno, Cricchio, Albeggiano. All.: Infantino.
COSENZA (4-2-3-1): Ramunno; Potestio, Scigliano, Parisi, Varriale; Ciano, Castellano; Fiore, Provenzano (59′ Romano), Biondo; Gassama (77′ Rampazzo). A disp: Franza, Bruno, Rapisarda, Alassani, Romano, Caputo A, Rampazzo. All: Patania
ARBITRO: Zanonato di Vicenza
MARCATORI:
NOTE: Si gioca sul terreno di gioco in erba sintetica. Spettatori circa 1500. Ang: 4-4. Amm: Gassama. Esp: — Rec: 1’pt, 4’st.

Related posts