Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Battipagliese: Le pagelle

Cosenza-Battipagliese: Le pagelle

Prestazione maiuscola della squadra. Gassama illumina il San Vito ma nel complesso la compagine silana disputa una gara perfetta.

Gassama_con_la_battipagliese

Gassama si procura il rigore. Prestazione maiuscola la sua. (fotomannarino)

Il Cosenza quest’oggi merita un otto in pagella. La squadra ha disputato senza alcun dubbio la migliore partita della stagione. Probabilmente qualcuno avrà perso di vista la categoria in cui si trovano i silani dopo aver assistito al primo tempo di capitan Parisi e soci. Squadra compatta, aggressiva fin dal primo minuto e determinata a vincere. Il Cosenza ha attaccato fin dal fischio d’inizio e dopo il vantaggio e il raddoppio non ha rinunciato a cercare nuovamente la via del gol. Questo è sintomo che il gruppo ha voglia soprattutto di emergere e di far capire all’ambiente che le chiacchiere, spesso se infondate o faziose, valgono poco. La prestazione si fa in campo e le vittorie le conquistano i giocatori e l’allenatore. Oggi Patania non ha sbagliato una mossa. Ciano in mezzo al campo è un mastino insuperabile e al suo fianco Castellano cresce in maniera costante. Stesso discorso vale per Scigliano che zitto zitto ruba i segreti a Parisi e continua a stupire. Gassama lanciato dal primo minuto fa ammattire gli avversari cosi come Adriano Fiore che, consentiteci di dirlo, rappresenta l’anima e la grinta di un Cosenza che vuole vincere. Azzeccata anche la mossa di inserire Mosciaro e Rapisarda. Così facendo la squadra non ha perso intensità mantenendo corsa e il pallino del gioco. Gara perfetta e spettacolo davvero godibile. Oggi i lupi hanno lanciato un messaggio. Tecnico e squadra, insieme, lavorano per centrare un obiettivo importante. Speriamo che tutti lo abbiano recepito.

RAMUNNO 6,5: Mai impegnato seriamente, è un baluardo nelle uscite alte. Con lui alle spalle la difesa si disimpegna con più serenità.
POTESTIO 6: Tiene bene la posizione e di tanto in tanto prova qualche sortita offensiva. Nel complesso fa una buona gara
PARISI 6,5: Il capitano è in condizione e si vede. Dopo aver annullato Corona e Cirillo, blinda la difesa di un Cosenza che non subisce gol da due gare consecutive. Prezioso anche per la crescita di Scigliano che al suo fianco sta facendo davvero bene.
SCIGLIANO 6,5: Di tanto in tanto commette qualche errore di misura ma è sempre attento e non perde mai la posizione. Si rende pericoloso di testa anche sui calci piazzati. Sta migliorando notevolmente sotto la guida del capitano e di un mister che lavora bene con i giovani.
VARRIALE 7: Instancabile. Tampona e riparte senza mai scoprirsi. Gioca con intelligenza e va anche in gol con un rigore perfetto. Anche oggi fra i migliori.
CASTELLANO 7: Grinta e muscoli uniti ad una quantità industriale di contrasti affondati e riusciti. Ogni tanto sbaglia qualche appoggio ma sul gol di Gassama disegna un assist meraviglioso. E’ un classe ’93. Non dimentichiamolo.
CIANO 7: E’ un’altra invenzione perfettamente riuscita di Patania. Ha duttilità e corsa. Non si ferma mai nel corso dei novanta minuti e non è raro vederlo in appoggio alla manovra e in copertura quando Scigliano va in difficoltà. Prova sontuosa. Peccato per il giallo che lo terrà fuori dalla prossima contesa.
FIORE 7,5: E’ l’emblema della voglia di questa squadra. Nel primo tempo trova il fondo con una regolarità impressionante e salta l’uomo in tante occasioni. Non fa mai mancare il suo apporto in fase di copertura e non molla un contrasto. Neanche negli ultimi minuti quando sradica un pallone di forza e centrocampo e poi esulta con i pugni chiusi al triplice fischio. Prestazione maiuscola.
PROVENZANO 6,5: Ha una voglia matta di emergere in questo Cosenza e trova spesso giocate convincenti e passaggi smarcanti. Ogni tanto si intestardisce con i tiri dalla lunga distanza ma ha un buon calcio e lo ha dimostrato.
BIONDO 7: Si sacrifica in fase di copertura e non rinuncia ad attaccare gli spazi. Va anche alla conclusione senza troppa fortuna. Corre per novanta minuti ed è sempre presente nelle manovre offensive.
GASSAMA 8: Segna dopo trenta secondi ma l’arbitro gli nega la gioia del gol. Lui che non è un gigante ci prova di testa e si arrende ad un miracolo del portiere che nulla può, poco dopo, sulla conclusione effettuata non con il suo piede preferito. Non contento si procura anche il rigore e raccoglie gli abbracci dei compagni e del pubblico. E’ il nuovo beniamino della tifoseria. Esordio casalingo da incorniciare per il baby fenomeno classe 1993.
Dal 46′ RAPISARDA 6,5: Quarantacinque minuti per confermare le sue doti. Chiude bene gli spazi, si propone ed aiuta i compagni anche in fase centrale.
Dal 46′ MOSCIARO 6,5: Patania lo manda in campo per fargli riprendere il ritmo partita. Ha gran voglia e si vede nelle conclusioni ripetute scagliate in porta con violenza. Quando prende la palla lontano dalla porta e punta l’area è sempre un bel vedere. Bentornato.
Dal 69′ ROMANO 6,5: Si vede che è un giocatore di categoria superiore. Entra e prende in mano il centrocampo approfittando della stanchezza degli avversari per costruire gioco ed inserirsi.
PATANIA 8: Oggi il tecnico merita il voto più alto. Il gruppo ha dato vita ad una prestazione non comune a quelle che si vedono in serie D. Squadra perfetta sotto tutti i punti di vista. Ha il coraggio di riconfermare Scigliano che lo ripaga. Sceglie nuovamente Ciano in mezzo e lo riscopre in un ruolo nuovo. Lancia Gassama che spacca in due l’incontro e prende in mano lo spogliatoio trasmettendo grinta e coraggio. E’ un Cosenza a sua immagine e somiglianza. Un Cosenza forte che saprà dire la sua. La squadra è con il tecnico e in campo si vede. Poche parole e tanti fatti. Da tempo non si vedeva una prestazione così e con il lavoro sta smentendo chi di tanto in tanto lancia critiche infondate. (Francesco Palermo)

Related posts