Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’Odissea 2000 balza in vetta

L’Odissea 2000 balza in vetta

Gli ionici scalzano Calabria Ora dal primo posto che ora è raggiunto a -1 dai rossanesi anche dall’Atletico Catanzaro. Bene il Città di Rende e il Città di Paola.
Kroton-calabriaora
L’Odissea 2000 vince facile contro il nuovo Citrarum ed approfittando della caduta del Calabria Ora in quel di Crotone, da stasera è da sola al comando. I rossanesi affrontavano oggi una squadra tutta nuova, che come avevamo anticipato nell’articolo di presentazione, ha ingaggiato ben sei nuovi giocatori, di cui un portoghese ed un brasiliano, che saranno diretti dal nuovo tecnico anch’esso brasiliano Robson. La partita prende subito una brutta piega per la neo capolista che viene trafitta da Di Stefano dopo sette minuti. Dura veramente poco però questo vantaggio, perché Rocha trova subito la rete del pari. Il vantaggio di Gil spiana la strada al team di Tuoto, che chiude la prima frazione sul 5-1, grazie ancora a Rocha, Nelson e Russo. Nella ripresa i tirrenici non riescono mai ad insediare gli avversari che archiviano la pratica con un 12-1 che non ammette repliche. A segno Rocha due volte, Labonia doppietta, Russo, Ambrosio e Apprezzo. Vittoria e primato prima della sosta per l’Odissea 2000. Che il Palamilone fosse campo ostico lo si sapeva e lo sapevano anche gli ex capoclassifica, battuti inesorabilmente dalla banda di De Santis sempre più lanciata verso uno dei gradini del podio. La squadra di casa parte però troppo timorosa subendo l’iniziale supremazia degli ospiti, anche se riescono però a passare in vantaggio con Cimino. Il Calabria Ora non si perde d’animo e trova il pari con il capocannoniere del torneo Carnevale che infila Russo su punizione. Il gol del vantaggio arriva ad opera di Galiano, anche questo su tiro piazzato e anche in questa circostanza Russo non sembra esente da colpe. De Santis decide di cambiare i portieri, fuori Russo dentro Di Placido. Sul finire di prima frazione Martino ha sul piede la palla del possibile pari, ma sbaglia il tiro libero. Nella ripresa ai pitagorici entrano in campo molto più determinati ed arrivano al pari con Scerbo. I rossoblu spingono ancora e trovano un rigore che però Martino si ripete sbagliando. Lo stesso giocatore però si riscatta subito dopo segnando la rete del 3-2. Con il vento in poppa i padroni di casa realizzano altre due reti con Tricoli e Cimino, impedendo il ritorno dei cosentini che trovano la rete del definitivo 5-3 con carnevale. Grazie ad un primo tempo senza sbavature il Fabrizio espugna il difficile campo di Amantea, in quello che alla vigilia era considerato lo scontro diretto per un posto nei play off. La squadra coriglianese parte molto concentrata e ben messa in campo e già nel primo quarto è avanti 0-2 grazie a Stranges e Dentini. I locali spingono alla ricerca della rete, ma vengono puniti dalla terza rete di De Luca. Nella ripresa i blucerchiati entrano in campo con un piglio decisamente diverso e mettono in seria difficoltà gli ospiti che subiscono le reti di Furano e Gagliardi e nel finale sfiorano il pari in più circostanze. Vince agevolmente il Città di Rende che piega l’esile resistenza del Città di Fiore sempre più ultima in classifica. La squadra di casa subisce l’iniziale vantaggio di Foglia ma poi trascinata da Salerno mette al sicuro il risultato con un perentorio 5-1. Per la cronaca a rete sono andati ancora Salerno, Stancati, Nardi e Pellegrini. Nella ripresa i biancorossi gestiscono al meglio la gara segnando altre due reti con Salerno e Leonetti, prima di subire la seconda silana ancora di Foglia. Il Città di Paola trova subito il pari con Politamo. A passare sono però ancora gli ospiti con Rochinha. La squadra di lattuga, oggi squalificato, prende in mano le redini del giuoco e riesce ad andare in rete con Chianello, che sigla il pari e con Sganga che trova la rete del 3-2 che chiude la prima frazione. Nel secondo tempo i padroni di casa partono fortissimi ed allungano grazie ad altre due reti di Politano. I catanzaresi trovano la forza per rimettersi in carreggiata e con grande determinazione trovano prima la rete di Brandonisio e poi quelle di Galera e Rochinha che agguanta il 5-5. L asquadra di Lombardo crede nella rimonta, ma viene fermata dal portiere Marino che para un tiro libero nel finale, mentre un altro è stato calciato fuori.

Related posts