Tutte 728×90
Tutte 728×90

Di Maio: “Cosenza diverso rispetto all’andata. Ma noi attaccheremo”

Di Maio: “Cosenza diverso rispetto all’andata. Ma noi attaccheremo”

Il tecnico della Nuvla San Felice non snaturerà il proprio gioco ma ammette: “Se Patania avesse avuto la rosa al completo dall’inizio commenteremmo un altro campionato”.

di_maio_nuvla

L’allenatore della Nuvla San Felice Vincenzo Di Maio (foto mannarino)

In serie positiva da sei giornate, il Nuvla San felice avrebbe voluto affrontare tutto tranne la sosta di campionato. Il tecnico Vincenzo Di Maio lo sa bene e non si nasconde affatto. “Vero, avrei preferito che il match contro il Cosenza si giocasse prima di Natale dato che eravamo in un buon momento. Ad ogni modo non mi preoccupo dato che nel periodo di vacanza abbiamo lavorato sodo e messo tanta benzina nelle gambe”. Il campionato dei bianconeri è iniziato proprio con un successo inaspettato al San Vito contro una formazione largamente costituita da under. “Non ho dubbi che vivremo una gara differente rispetto al match di andata. Il nostro torneo era partito molto bene, poi ha subito una flessione. Nel momento in cui ci siamo ripresi alla grande è arrivato lo stop e il giro di boa. Siamo una formazione giovane, ma non potrei fare mai a meno dei miei calciatori con maggiore esperienza”. In graduatoria i campani hanno un punto in meno di Patania, nonostante molte classifiche non siano ancora aggiornate con i tre punti restituiti dalla Lega al Nuvla dopo che inizialmente era stato inflitto lo 0-3 per la sfida col Sant’Antonio Abate per via di quei presunti tesseramenti non regolari. Da non sottovalutare sarà il terreno in erba sintetica. “Se favorisce noi? Assolutamente no. E’ il migliore che abbia mai visto, tanto che sembra erba vera. A differenza del San Vito però è un po’ stretto, forse l’unica vera differenza è questa”. Importante il giudizio sui suoi prossimi avversari. “Se il Cosenza avesse avuto l’organico al completo sin dalla prima giornata adesso commenteremmo qualcosa di diverso, ma sono del parere che farà ugualmente bene. Il mercato di riparazione ha portato calciatori del calibro di Arcidiacono e Longobardi, senza dimenticare che Mosciaro sarà un calciatore diverso rispetto a quello visto a settembre. Come in ogni altra partita, saranno gli episodi comunque a fare la differenza anche se una delle due formazioni in campo dovesse avere il predominio”. Le tre punte dei bianconeri sono il marchio di fabbrica di Di Maio. “Non snaturiamo il nostro modo di giocare e attaccheremo per vincere, potete giurarci”. (Gian Paolo D’Elia)

Related posts