Tutte 728×90
Tutte 728×90

Di Maio: “Prestazione convincente. Episodi finali da evitare”

Di Maio: “Prestazione convincente. Episodi finali da evitare”

“Il Cosenza è un’ottima squadra. Contro di loro gran primo tempo e grande inizio di ripresa. Poi un calo che ci sta. Ci prendiamo tre punti pesanti. Negli ultimi minuti ho visto cose che non dovrebbero accadere”.

di_maio_nuvla-cosenza

Di Maio, tecnico della Nuvla San Felice nella gara col Cosenza (foto shartella)

Sei punti in due partite. Questo lo score della Nuvla San Felice contro il Cosenza. Un bottino non del tutto meritato per una squadra che nei 180 minuti fra girone d’andata e girone di ritorno, non si è mai dimostrata superiore ai rossoblù. Nel calcio però, contano i risultati e il tecnico dei campani si gode giustamente un successo pesante. “Voglio solo ringraziare i ragazzi per la gara che hanno fatto. I miei hanno disputato un buon primo tempo sotto il profilo dell’attenzione e della concretezza in campo. Abbiamo sofferto in avvio ma ci siamo disimpegnati bene trovando il gol. Subito dopo abbiamo controllato i rossoblù per poi trovare il raddoppio nella ripresa. Dopo sessanta minuti ben giocati abbiamo sofferto il loro ritorno ma è naturale se affronti una squadra come il Cosenza”. Poi un commento sul campionato. “La gara di oggi indica che la Nuvla vuole far bene ma è chiaro che i silani hanno altre ambizioni. Possono contare su una rosa ben allestita ed hanno un allenatore molto preparato. Credo che possano arrivare fino in fondo ma occhio all’Hinterreggio, una compagine che difficilmente mollerà la corsa”. In chiusura il tecnico condanna gli episodi accaduti a fine gara lanciando un messaggio chiaro e condivisibile. “E’ incredibile assistere a cose come queste. Sono gesti da evitare perché possono sfociare in avvenimenti ben più gravi. Non bisogna sottovalutare il brutto messaggio che arriva a chi vuole avvicinarsi al mondo del calcio. Tutti sappiamo che in queste categorie è difficile trovare imprenditori disposti a prendere in mano un club. Di questo passo sarà ancora più dura”. (Francesco Palermo)

Related posts