Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Nissa: le pagelle

Cosenza-Nissa: le pagelle

Mosciaro ha disputato una gara molto intensa, mentre Arcidiacono ha dato pepe e vivacità specialmente nella prima frazione di gara. Il pacchetto difensivo è cresciuto alla distanza.

cosenza-nissa1

Una sortita offensiva dei Lupi. Bene il portiere Novembre (foto mannarino)

Il successo contro la Nissa non sarà stato altisonante nel risultato, ma di certo ha dato tre punti meritati al Cosenza che si erano fatti sorprendere nelle prime battute di gioco da qualche incursione di troppo dei siciliani. Poi la retroguardia ha preso le misure agli uomini di Bianchetti e i Lupi sono riusciti ad avanzare il proprio baricentro. Mosciaro può fregiarsi della palma del migliore e non solo per la rete che è stata decisiva. Ha mostrato dei progressi rispetto alle ultime giornate ed ha cercato di sovente di dialogare con i compagni di reparto, Arcidiacono su tutti. Gli uomini chiave (Manolo stesso, Ciano, Varriale e Fiore) hanno preso per mano i compagni dopo una settimana da incubo. Ecco i voti:
FRANZA: VOTO 6 Brividi freddi all’inizio sulla rasoiata di Sassano che si stampa sul palo, poi normalissima amministrazione.
POTESTIO: VOTO 6 Soffre la buona giornata di Sassano, però quando gli prende le misure lo limita in ogni movimento.
SCIGLIANO: VOTO 6 Non sempre interviene con sicurezza, ma segue le indicazioni di Ciano come se fosse suo padre.
CIANO: VOTO 6,5 Mostra i denti e i muscoli. Non solo, ma quando c’è da alzare la voce con Rocco non si tira indietro. Dà carattere alla squadra.
VARRIALE: VOTO 6,5 Sempre pronto a scendere lungo la fascia di competenza e a rinculare per dare copertura.
CASTELLANO: VOTO 6 Macchinoso a tratti, riesce a raggiungere la sufficienza piena con una serie di interventi come piacciono a lui.
FIORE: VOTO 6,5 Fa tutto. Si veste da mediano quando i giallorossi attaccano, fa l’incursore quando c’è da aumentare la pressione in avanti. Adriano deve diventare l’anima del Cosenza.
BIONDO: VOTO 6,5 Parte bene e finisce la benzine a partita in corsa. Però è molto più che un’alternativa e rispetto a Gassama garantisce molta più copertura.
MOSCIARO: VOTO 7 Segna e fa capire di non accontentarsi. Se non fosse per il portiere avversario e per la mira, comunque da aggiustare, ne avrebbe fatti due o tre.
ARCIDIACONO: VOTO 6 Positivo nella prima frazione di gioco, un po’ più appannato nella ripresa. é un calciatore che ama i campi larghi e il “Giovanni Paolo II” di Rosarno non lo era affatto.
LONGOBARDI: VOTO 6,5 Serve a Manolo l’assist vincente. E’ questo che i due devono cercare di fare. Se fosse più concreto sotto porta…

subentrato:
MARANO: VOTO 6 Nel 4-3-3 finale dà brio e vivacità alle ripartenze.

FLORIO: VOTO 6,5 Costantemente in contatto con Stefano Fiore, la vittoria rende merito al lavoro svolto in settimana durante un clima pesantissimo. Non è da escludere la conferma. (gpd) 

Related posts