Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al Cosenza basta Mosciaro. Nissa liquidata 1-0

Al Cosenza basta Mosciaro. Nissa liquidata 1-0

Una rete del bomber rossoblù al 28′ consente ai silani di tornare al successo contro l’ultima della classe ridotta in dieci. Sotto porta si sbagliano troppe occasoni ghiotte.

cosenza-nissa2

I lupi spingono per trovare la via del gol dopo un avvio sottotono (foto mannarino)

E’ bastato un acuto di Manolo Mosciaro, capitano per l’occasione, per venire a capo dell’ultima della classe. La Nissa, ridotta in dieci per l’espulsione di Perricone non ha creato particolari grattacapi ai Lupi che però non sono riusciti a chiudere il match andando in apprensione sul finale. Bene l’esordio di Florio sulla panchina, in attesa di capire chi sarà il nuovo tenico. CRONACA: Partita appena iniziata sul neutro di Rosarno. Prima azione pericolosa per la Nissa. Al 7′ infatti Sassano entra in area e da buona posizione calcia. Franza è superato ma la sfera termina sul palo. Il Cosenza si sveglia e prende in mano il pallino del gioco. La partita è molto nervosa. Già ammoniti Scigliano e Di Marco, autore di un brutto fallo ai danni di Longobardi. Al 12′ ci prova Varriale su punizione. La conclusione è velenosa ma Novembre fa buona guardia. Sale in cattedra il Cosenza. Al 15′ Varriale pesca con un buon passaggio Mosciaro che dribbla due uomini, entra in area e calcia sul secondo palo. Ancora bravo l’estremo difensore nisseno. Un minuto dopo Ciano si fa trovare libero sulla corsia sinistra e mette la palla in meo. Longobardi stoppa di petto ed esegue una bella rovesciata che termina di poco a lato della porta avversaria. La Nissa non sta a guardare. Al 18′ Scigliano è provvidenziale nel chiudere in corner Sassano lanciato a rete. Sugli sviluppi del corner D’Urso ci prova con una conclusione potentissima che mette i brividi a Franza, immobile sulla linea di porta. Palla di poco fuori. Al 28′ però il Cosenza passa. Arcidiacono crossa dalla sinistra. Longobardi fa da sponda e Mosciaro la butta dentro. Vantaggio meritato per il Cosenza. I silani premono e due minuti dopo sfiorano il raddoppio. Longobardi roceve palla e si presenta a tu per tu con Novembre. Tiro potente respito. Sulla ribattuta si avventa Mosciaro ma anche la sua conclusione è deviata dalla difesa nissena. Al 32′ ancora Mosciaro. L’autore del gol prende palla sulla sinistra e da posizione defilata lascia partire un tiro cross che fa la barba al palo. Gioca bene il Cosenza. Al 36′ Biondo sfonda sulla destra e mette in mezzo per Arcidiacono. La sua conclusione in mezza girata è spettacolare ma termina alta. Al 38′ la Nissa resta in dieci. Perricone rifila un calcio a Longobardi sotto gli occhi dell’arbitro che lo manda anzitempo negli spogliatoi. Al 43′ ancora i rossoblù in avanti. Biondo cede la sfera ad Arcidiacono che da diciotto metri scocca un tiro prciso e angolato. Miracoloso l’intervento di Novembre. E’ imprendibile il Cosenza che gioca benee pova a chiudere la contesa. La Nissa soffre e Bianchetti opera il primo cambio. Fuori Rabbeni e dentro Butticè. La ripresa inizia con il Cosenza subito in avanti nel tentativo di chiudere il discorso. Al 52′ Biondo ci va vicinissimo. Castellano effettua un break a centrocampo e appoggia per Longobardi che lancia Biondo. L’estrno, un po’ strattonato a botta sicura si fa respingere il tiro da Novembre. Poco dopo, al 58′, Mosciaro si rende autore di una buona azione personale sulla destra. Salta un uomo e calcia con violenza verso Novembre, ancora una volta attento. Al 72′ Florio effettua il primo cambio: dentro Marano per Longobardi con Manolo a fungere da prima punta. Arcidiacono può chiudere il discorso proprio su una sponda del neo-entrato, ma da due passi cicca tra l’incredulità generale. Sull’azione seguente brivido per un tiro dalla distanza di Bruno che Franza devia in corner. I silani ci provano di nuovo con un contropiede micidiale sull’asse Marano-Arcidiacono, ma la sfera non vuole saperne a terminare in rete. Ordini precisi dalla panchina: si deve passare al 4-3-3. Così dentro Salvino per Biondo e niente più fino al termine.

Le formazioni:
COSENZA (4-2-3-1): Franza; Potestio, Scigliano, Ciano, Varriale; Castellano, Fiore; Biondo (76′ Salvino), Mosciaro, Arcidiacono; Longobardi (71′ Marano). A disp. Ramunno, Bruno, Salvino, Alassani, Marano, Provenzano, Romano. Allenatore: Florio
NISSA (4-4-2): Novembre; Noto, D’Angelo, Perricone, Y. Di Marco; Marchese, Rocco, Avola (61′ Bruno), Sassano; D’Urso (61′ D. Di Marco), Rabbeni (43′ Butticè). A disp.: Sanfilippo, Piangente, Butticè, Guerreri, Dellera. All.: Bianchetti.
ARBITRO: Patrignani di Roma I
MARCATORI: 28′ Mosciaro.
NOTE:
Gara disputata a Rosarno a porte chiuso. Terreno in erba sintentica. Espulsi: Perricone. Ammoniti: Scigliano, Di Marco Y., Mosciaro, Varriale, Butticé; Corner: 4-3; Recupero: 1′ pt – 5′ st

Related posts