Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il primo giorno di Napoli da tecnico del Cosenza

Il primo giorno di Napoli da tecnico del Cosenza

Ha ricevuto l’applauso dei tifosi e poi ha fatto sostenere ai suoi uomini una partitella a squadre miste. Parisi dovrebbe essere recuperato per Noto. Gassama invece è in forse.

napoli_al_lavoro2

Il primo giorno di Napoli da allenatore del Cosenza (foto Mannarino)

L’allenatore rossoblù ha convocato tutti quanti mezz’ora prima del previsto. “Non c’è un attimo da perdere” ha detto arrivando al Sanvitino. Ha incontrato la squadra negli spogliatoi, ha parlato con loro alla presenza dei responsabili dell’area tecnica ed ha spiegato al gruppo quali sono le idee che intende trasformare in fatti sin dalla trasferta di Noto. Sul rettangolo verde poi si è messo subito sotto con il lavoro. Dopo un breve riscaldamento agli ordini del professor Bruni (resterà assieme a Bove, mentre è da decifrare la posizione di Florio che però Napoli vorrebbe come vice), ha preso in mano la situazione cercando di capire quanto i calciatori a sua disposizione possano dargli nell’immediato. Vale a dire nelle partite contro Noto ed Acri previste prima della sosta del 5 febbraio in occasione del Torneo di Viareggio. L’approccio alla tattica sembra essere quello di giocare con il 4-4-2 o con una delle sue varianti (4-4-1-1 o 4-2-3-1). Sabato dovrà fare a meno dello squalificato Scigliano, mentre è da valutare Parisi. Il capitano ieri ha svolto tutto il lavoro atletico, mentre pomeriggio è tornato a toccare il pallone con buoni risultati: sperare di recuperarlo non è affatto fantascienza. Gassama invece si è sottoposto a fisioterapia, ma dovrebbe recuperare. Il nuovo allenatore ha utilizzato il prato princiaple del San Vito per inculcare alcune nozioni di base ai suoi uomini. Dapprima ha tenuto a rapporto la difesa impiegando a turni tutti gli uomini della retroguardia, successivamente invece ha torchiato i due mediani (probabile un rilancio di Giuseppe Caputo) e i quattro calciatori che dovranno colpire a morte gli avversari. A margine una partitella a squadre miste che aveva l’obiettivo di portare almeno due uomini davanti il portiere per calciare in porta. Significativo, infine, l’applauso dei tifosi riservato a Napoli. E’ un augurio di buon lavoro, lo stesso che gli hanno fatto i responsabili dell’area tecnica presenti a bordo campo.  (Alberto Celestino)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it