Cosenza Calcio

Il Cosenza non decolla. Con il Noto solo un pari. (1-1)

Mosciaro illude nel primo tempo. Fontanella pareggia i conti. Ne viene fuori un pari per i rossoblù che continuano a palesare i soliti limiti. Ciano e soci sprecano troppo sotto porta e pagano le disattenzioni in fase difensiva. Esordio agrodolce per Napoli.

mosciaro_a_noto

Manolo Mosciaro ha tentato in tutti i modi di vincere la gara (foto shartella)

Trasferta amara per il Cosenza. La prima uscita di Tommaso Napoli sulla panchina silana, inizia nel migliore dei modi. All’8 infatti Mosciaro illumina la scena, si procura un rigore e lo trasforma. Dopo il gol del vantaggio i silani non riescono a chiudere l’incontro e i padroni di casa nella ripresa trovano il punto del pari. Ne viene fuori un risultato che rischia di chiudere definitivamente i giochi d’alta classifica per i silani. Con una vittoria nel match di lunedì, l’Hinterreggio potrebbe portarsi a più nove in classifica. Per Napoli ci sarà tanto da lavorare. Il nuovo tecnico ha chiesto tempo ma la classifica non sorride ai silani e il tempo stringe. Il Cosenza infatti non decolla e palesa i soliti limiti. La squadra spreca troppo e paga le solite disattenzioni difensive. La cronaca: Partita appena iniziata. Il Cosenza si dispone con il 4-4-1-1 guidato in attacco da capitan Mosciaro. Al 3′ i rossoblù si spingono in avanti. La palla dopo un lungo fraseggio termina sui piedi di Potestio che calcia dalla lunga distanza sbagliando la misura. Fasi di studio del match. Le squadre manovrano senza però rendersi pericolose. Alla prima azione interessante però la compagine di Napoli guadagna un penalty. Mosciaro prende palla sulla destra e si invola verso la porta avversaria. Il capitano supera due avversari ed entra in area e Piazza non pò fare altro che stenderlo in area di rigore. Ammonizione e calcio di rigore. Lo stesso Mosciaro dal dischetto senga il primo, importantissimo gol della gestione Napoli con un potente destro che spiazza l’estremo difensore dei siciliani. Il Cosenza vuole chiudere subito i conti e si spinge in avanti. Al 12′ azione manovrata con Arcidiacono che pesca Romano. La sua conclusione è precisa ma Piazza fa buona guardia. Sale in cattedra il professore Romano che nella posizione di trequartista riesce a trovare le sue giovate migliori. Al 21′ infatti con preciso passaggio filtrante taglia fuori tutta la difesa e serve Biondo. L’esterno è lanciato a rete ma perde il momento della battuta. Al 22′ ancora Cosenza. Dopo una azione manovrata la palla termina sui piedi di Fiore che dalla lunga distanza calcia in porta con violenza. Tiro potente ma alto sulla traversa. Al 26′ ci riprova il centrocampista rossoblù. Stessa trama e nuova conclusione ancora fuori misura. Il Cosenza sta facendo la partita contro un buon Noto che non riesce però a costruire azioni interessanti. Al 32′ Arcidiacono sfiora il raddoppio. Azione personale sulla sinistra, dribbling e tiro che fa la barba al palo con Piazza fermo sulla linea di porta. Un minuto dopo altra palla gol. I silani recuperano la sfera e Mosciaro calcia in porta trovando però l’intervento preciso di Piazza. Al 40′ Arcidiacono trova il fondo sulla corsia di competenza e serve Mosciaro ben piazzato in area. La deviazione di Piccirillo è provvidenziale. Palla in corner e soluzione che non produce effetti. Dopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione di gioco. Gara ripresa con due cambi nel Noto. Fuori Piccirillo e Butera dentro Misuraca e Villa. Il Cosenza rientra in campo con l’undici di inizio gara. Ai rossoblù il compito di chiudere la gara per evitare il ritorno dei siciliani. Napoli ha a disposizione in panchina Marano, Gassama e Longobardi. Tutti calciatori in grado di dare nuova spinta alla compagine ospite. Si accende finalmente il secondo tempo. Al 57′ palla in area siciliana ma Fiore non riesce a buttarla dentro. Risponde il Noto con Rizzi. La sua conclusione è precisa ma Franza con un ottimo intervento salva la porta silana. Al 63′ lungo lancio dalla difesa, Rapisarda è superato e Franza in uscita commett fallo su Rizzi. Per l’arbitro è rigore e Fontanella pareggia  i conti. Napoli ambia subito e manda in campo Marano al posto di Romano. Dentro anche Gassama per Biondo. Quindici al termine. Cosenza in avanti alla ricerca del gol vittoria. Napoli non ci sta a perdere. Fuori Mosciaro e dentro Longobardi per sfruttare le sue doti fisiche nelle mischie. Quattro i minuti di recupero. Gara terminata. Le due compagini si dividono la posta in palio. (c.c.)

Le formazioni:
NOTO (4-3-3): Piazza; Aguglia (85′ Palladino), Itri, Piccirillo (46′ Misuraca), Gambi; Perfetti, Serrapica, Abija; Rizzi, Butera (46′ Villa), Fontanella. A disp.: Boccardo, Montalto, Misuraca, Villa, Barberi, Palladino, Frittitta. All.: Di Nola.
COSENZA (4-4-1-1): Franza; Potestio, Ciano, Varriale, Rapisarda; Biondo (70′ Gassama), Fiore, Castellano, Arcidiacono; Romano (65′ Marano); Mosciaro (84′ Longobardi). A disp. : Ramunno, Gassama, Provenzano, Salvino, Marano, Parisi, Longobardi. All.: Napoli
ARBITRO: Ceccato da Bassano del Grappa
MARCATORI: 8′ Mosciaro, 63′ Fontanella.
NOTE: Spettatori circa 1000 di cui una trentina di fede rossoblù. Espulsi: -; Ammoniti: Piazza, Gambi, Ciano, Varriale, Itri.; Corner: 0-2; Recupero: 1’pt.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina