Cosenza Calcio

La vendetta è servita. Tris dei lupi nel derby con l’Acri (3-2)

Vantaggio di Longobardi e pari di La Canna. Poi viene fuori la grinta del Cosenza trascinato da Mosciaro (doppietta). Al 92′ serve a poco il gol di Galantucci. Espulso Napoli.

cosenza-acri_a_scalea

Biondo dilapida una colossale occasione da rete nel primo tempo. (foto mannarino)

Tre a due e Cosenza che tiene accese le residue speranze di agganciare l’Hinterreggio. Dopo un primo tempo terminato in parità sull’1-1, in cui gli uomini di Napoli hanno un po’ sofferto l’iniziativa degli avversari, è uscita fuori la grinta del Cosenza. Mosciaro ha trascinato la squadra realizzando una doppietta importantissima per il suo morale e quello della squadra. Il gol di Galantucci a tempo scaduto ha chiuso una gara dall’alto livello agonistico, ma non cattiva, dove il tecnico del Cosenza Napoli e il calciatore dell’Acri Filidoro sono stati mandati anzitempo negli spogliatoi. I rossoblù tornano a casa con tre punti maturati grazie ad un secondo tempo che lascia ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti. CRONACA: Napoli lascia Parisi in panchina, sistema Ciano al fianco di Varriale ed arretra Romano in mediana a fare il play basso. Parte forte il Cosenza con Varriale che da trenta metri calcia una punizione violentissima. E’ bravo Gardi nella deviazione. E’ il preludio al vantaggio. Gassama effettua un preciso taglio verticale per Longobardi che si presenta davanti a Gardi e lo supera con freddezza: è il primo gol dell’attaccante nella sua avventura in Calabria. Al 9′ Varriale commette un errore sbagliando la misura dell’appoggio a Franza. Alessandrì si avventa sulla sfera ma l’intervento del portiere del Cosenza è provvidenziale. Il Cosenza, un attimo dopo, ha sui piedi la palla del raddoppio con lo stesso Longobardi. La punta si ritrova sola davanti al portiere e prova a sorprenderlo con un pallonetto che termina alto con la porta sguarnita. Traversa dell’Acri al 21′ con Cavatorti che recupera palla e calcia violentemente dalla destra. E’ provvidenziale poco dopo un intervento di Ciano che devia su una zampata rossonera. Poco prima del break la squadra di Ferraro trova il pari. La Canna dalla destra lascia partire un bolide che si insacca sotto la traversa con Franza immobile. L’attaccante dell’Acri, ex di turno e cosentino doc non esulta. Nella ripresa partono bene i padroni di casa. Cross di Mosciaro sulla sinistra e stacco vincente di Biondo. L’arbitro però ravvisa una trattenuta dubbia e annulla. Al 51′ però i silani passano nuovamente. Longobardi sfonda sulla sinistra e viene atterrato. E’ rigore che Mosciaro dal dischetto non sbaglia. Il Cosenza ha fame e va subito vicinissimo al tris. Mosciaro trova il fondo, entra in area e mette la palla in mezzo. Biondo tira a botta sicura e Gardi compie un miracolo, ci riprova sulla ribattuta Longobardi ma Filippo quasi sulla linea respinge nuovamente. L’Acri sembra alle corde. Gassama semina il panico sulla destra. Con un dribbling entra in area e mette la sfera in mezzo, ma Longobardi è anticipato al momento della battuta. Al 75′ l’arbitro manda negli spogliatoi l’allenatore del Cosenza Tommaso Napoli dopo un battibecco con Sposato, ex rossoblù. Intanto fuori Romano e Longobardi per Parisi e Marano. Al 79′ i rossoblù calano il tris. Cross di Biondo sulla sinistra e Mosciaro di testa in volo timbra la sua doppietta. Gara apparentemente chiusa, ma l’Acri non si da per vinto e cerca l’arrembaggio finale che dà i suoi frutti (amari per dirla tutta) quando Galantucci batte Franza con una parabola deliziosa in seguito ad una punizione dal limite. E’ il sorpasso sui cugini per i rossoblù che restano però a-9 dall’Hinterreggio. (cos.cha.)

Il tabellino:
COSENZA (4-4-1-1): Franza; Potestio, Ciano, Varriale, Rapisarda (85′ Sciagliano); Biondo, Romano (62′ Parisi), Fiore, Gassama; Mosciaro; Longobardi (78′ Marano). A disp.: Ramunno, Parisi, Scigliano, Provenzano, Marano, Salvino, Caputo. All. Napoli
ACRI (4-3-1-2): Gardi; Sposato, Filippo, Bilotta, Domanico; Filidoro, Cavatorti (77′ Zicarelli), Foderaro; La Canna; Galantucci, Alessandrì. A disp.: Mauro, Naccarato, Levato, Bonomo, Zicarelli, Perri, Mancino. All. Ferraro
ARBITRO: Mangino di Tivoli
MARCATORI: 6′ Longobardi, 42′ La Canna, 51′ Mosciaro (rig.), 79′ Mosciaro, 92′ Galantucci.
NOTE: Gara disputata a porte chiuse sul campo neutro di Scalea. Terreno in erba sintentica. Espulso al 75′ l’allenatore del Cosenza Napoli e al 92′ Filidoro per uun entrata pericolosa su Biondo. Ammoniti: Mosciaro, Cavatorti, Ciano, Gassama, Parisi. Corner: 3-3; Recupero: 1’pt – 4′ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina