Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza alla resa dei conti

Cosenza alla resa dei conti

La società ha convocato un’assemblea (pare per stasera) alla quale sono chiamati a partecipare tutti. Lo spogliatoio ha chiesto il pagamento delle spettanze arretrate e garanzie per il futuro.

guarascio_e_quaglio

Il presidente Eugenio Guarascio e l’amministratore delegato Quaglio (foto rosito)

Ed arrivò il giorno (probabilmente stasera a cena) in cui la società Nuova Cosenza Calcio si accomoderà attorno ad un tavolo per fare il punto della situazione. Visto l’importanza della riunione, sono stati invitati caldamente i nove soci. Molti di loro si sono defilati sin dal primo giorno dalla gestione del club garantendo esclusivamente il supporto economico promesso al sindaco. Adesso si è arrivati però ad un punto di non ritorno. Il presidente Guarascio non ha intenzione di accollarsi più di quanto abbia già investito e chiederà agli altri co-proprietari di versare denaro fresco nelle casse sociali in maniera tale da poter concludere con tranquillità il campionato secondo gli accordi presi con calciatori e fornitori. Sono le due categorie che vanno tutelate prima delle altre. Lo spogliatoio ha chiesto espressamente di conoscere la data esatta di quando saranno pagati gli stipendi e soprattutto ha chiesto di ricevere chiare garanzie circa il futuro del Cosenza. In questo clima di instabilità, è palese che tentare di rimontare i nove punti sull’Hinterreggio diventa una chimera. I dirigenti hanno risposto al gruppo che domani (in linea di massima dopo la riunione di stasera) avrebbero indicato il giorno in cui sarebbero state corrisposte le spettanze maturate. I nodi da sciogliere al summit sono tanti. Riguardano principalmente l’aspetto economico. Da quanto trapelato ci sono difficoltà palesi e per far fronte al momento di criticità, giunto però dopo solo sei mesi dal via con un monte stipendi basso in base al rapporto qualità-prezzo della squadra, serve come detto denaro fresco. Le strade sono tre: o l’assemblea accoglie le richieste del presidente e mette mano al portafogli, o si favorisce l’immediato ingresso di nuove figure (fermo restando i parametri di gradimento da rispettare evidenziati a Palazzo dei Bruzi ad agosto), o la situazione precipiterà. E’ stato chiesto inoltre a Stefano Fiore e al suo gruppo di fiducia di entrare a far parte del sodalizio: l’ex azzurro starebbe valutando la cosa. Nel caso però in cui si impegnasse ulteriormente (adesso lavora per il club a titolo gratuito, aspetto che è sempre bene ribadire), è facile ipotizzare che saranno stabilite delle ferree condizioni per mettere la parola fine ai dissidi interni che hanno accompagnato la prima parte di stagione. Infine, c’è il nodo che riguarda il settore giovanile. Candelieri ha lavorato bene e Altomare è un allenatore in ascesa. Sono stati investiti dei soldi per garantire ai ragazzi di maturare caratterialmente e tecnicamente e sostenere gli allenamenti in strutture valide. Se non si dovesse mettere nero su bianco l’accordo già preso con Guarascio, è naturale che la nuova voce andrebbe messa immediatamente a bilancio gravando su Viale Magna Grecia.  (cosenzachannel.it)

Related posts