Calcio a 5

Calabria Ora vince sul gong. L’Odissea resiste

La capolista liquida la Catanzarese sul neutro di Amantea proprio all’ultimo secondo. L’antagonista principale invece asfalta il Serra Calcio a 5 e tiene botta.
1-4_di_diano
Ancora una sconfitta per la Catanzarese che così come contro l’Odissea 2000, il sodalizio giallorosso, al cospetto della prima della classe, la corazzata Calabria Ora, è riuscita ad offrire una prestazione buonissima, dimostrando le grandi qualità di cui dispone, nonostante fosse costretta a giocare sul neutro di Amantea, praticamente in trasferta. Andando con ordine, la partita comincia con una Catanzarese indemoniata, capace di andare in vantaggio praticamente subito con Brandonisio che firma l’1-0. Il Calabria Ora non ci sta e risponde con Chiappetta G. che riporta in parità i cosentini. Il bomber del Rogliano ci prende gusto e porta in vantaggio i suoi attorno alla metà della prima frazione di gioco, ma è ancora Brandonisio a ristabilire l’equilibrio trovando il gol del 2-2 dopo una manciata di minuti. Nel secondo tempo, Carnevale trova il 3-2, subito annullato da Galera. La gara prosegue in equilibrio, i giallorossi se la giocano alla pari con la capolista nonostante i 18 punti di distacco in classifica. Alla botta del Rogliano, ancora con Chiappetta, quindi, risponde ancora Galera: 4-4 e due minuti di recupero. Due minuti di recupero in cui succede praticamente di tutto: un errore difensivo dei giallorossi manda in rete Galiano, ma Galera e compagni non ci stanno e riprendono ad attaccare a testa bassa. Brandonisio trova il varco giusto per il movimento perfetto di Tavano che, da solo in area di rigore avversaria, si appresta a calciare ma viene agganciato. Per i catanzaresi il fallo è da rigore per il duo arbitrale invece no, e fischiano la fine. Da segnalare sugli spalti la presenza del designatore arbitrale Pino Russo. A fine partita le dichiarazioni del Direttore Generale Brogneri: “Avevamo deciso, dopo una lunga e concitata riunione notturna, di accettare la decisione della Lega e scendere in campo in questa giornata, proseguendo così regolarmente il nostro torneo e facendo sì che la competizione si potesse svolgere regolarmente per tutte le squadre del nostro girone – ha commentato Massimo Brogneri, direttore generale della formazione giallorossa -. Mi vedo costretto a dover constatare l’ennesima evidenza avversa e penalizzante per la Catanzarese. Siamo profondamente amareggiati e delusi”. Dopo una settimana molto movimentata, a causa delle pesanti sanzioni inflitte dal Giudice sportivo, l’Odissea 2000 almeno per il momento si lascia alle spalle questa amarezza, scagliandosi contro i malcapitati avversari del Serra, travolti per 15-5. La squadra ospite regge pochissimo, infatti alle reti iniziali di Russo e Labonia risponde Ciconte B., poi è solo Odissea 2000 che archivia la prima frazione sul 8-2. In ordine le rete di Gil, Apprezzo (nella foto), Labonia, Gil, Labonia, Amodeo poi ancora Serra con Ciconte D. Nella ripresa Tuoto fa girare tutti i suoi uomini che centrano la porta ospite per altre sette volte. Labonia, Morrone, Apprezzo, Gil, Apprezzo, Apprezzo, Amodeo. Per gli ospiti Ciconte B., Franzè e Squillacioti. Un Atletico Catanzaro dai due volti quello sceso in campo a Rende, dove nella prima frazione ha sofferto la verve dei padroni di casa che hanno messo sotto i giallorossi tanto da chiudere la prima frazione sul risultato di 3-0. Il tutto nel primo quarto d’ora, al 6′ Stancati, al 7′ De Rango e al 17′ Perri, nelle tre reti non esente da colpe ‘esordiente portiere Levato, che sostituiva Coccoglioniti e Buffa. Nella ripresa Le Pera come oramai di consueto, gioca la carta del portiere di movimento e grazie a Pastori e alla doppietta di Celia, agguanta il pari. Da segnalare alcuni straordinari interventi del portiere Garofalo, che ha impedito alla sua squadra di capitolare. A Krotone non si passa, questo lo slogan che accompagna la squadra di De Santis, che tiene indenne il Palamilone anche oggi, contro il Fabrizio. La squadra pitagorica approfitta della giornata non troppo felice della squadra coriglianese, apparsa troppo incerta e facilmente perforabile. La prima frazione, a dire il vero abbastanza equilibrata, finisce sul 1-0 grazie alla rete di Scerbo. Nella circostanza gli ospiti lamentano la mancanza di fair play in quanto pare ci fosse Schiavelli a terra, anche se la protesta è molto timida. Nella ripresa i rossoblu legittimano la superiorità con la doppietta di Tricoli. Clamorosa la sconfitta del Cataforio in quel di Cetraro. I reggini si sono presentati in formazione ridotta ed orfani anche del proprio mister Vazzana. La squadra di casa prende subito in mano le redini del giuoco ed infila il portiere ospiti due volte con il portoghese Nuno ed il brasiliano Tres. Sul finire della prima frazione De Andrade ha sul piede la palla del possibile 3-0, ma si fa parare il rigore dal portiere reggino. Nella ripresa pronti vie è Tricarico sigla la terza rete. Praticò riapre i giochi seguito dalla rete dei Lombardo per il 3-2. Tres però riporta di nuovo a due le reti di vantaggio. Nel finale il definitivo 4-3 siglato da Gregorace. Il Lokron guidato da Gimondo fa suo il match contro l’Amantea grazie soprattutto alla grande prestazione del suo capitano Gnisci. Il giocatore locrese va a segno due volte dando energia alla sua squadra. I locali potrebbero arrotondare il conto ma sprecano, dando la possibilità ai tirrenici di rientrare nel match grazie a Pagliaro che trafigge il portiere Martelli. Il primo tempo finisce con questo punteggio. Nella ripresa gli ospiti trovano la rete del pari con Pellegrino e potrebbero anche passare in almeno due circostanze, ma i locali di difendono benissimo. La voglia di vittoria degli ionici è viene trasformata in gol da Vitale e Fiorenza che regalano tre punti fondamentali per il prosieguo del torneo. Scorpacciata di reti del Città di Paola che torna alla vittoria sul proprio campo allontana cosi momentaneamente dalla zona calda della classifica. La squadra di casa passa subito con Chianello ma viene raggiunta dalla rete di Cordua. I silani, largamente rimaneggiati, non hanno neanche il tempo di godersi la rete che vengono infilati due volte da Scarnà e da D’Amato. Nella ripresa altro break dei paolani che si portano sino al 8-2 grazie alla reti di Scarnà, Chianello, Città e D’amato due volte. La rete di Cordua rende meno amara la sconfitta, anche se il conto lo chiude Città.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina