Tutte 728×90
Tutte 728×90

Juniores: ko senza storia per il Cosenza

Il Casarano vince 3-0 contro i Lupacchiotti di Altomare che adesso rischiano di veder sfumare l’obiettivo di accedere ai playoff. Magarò si fa respingere un rigore da Provenzano.

juniores_esordio

La formazione Juniores ieri non ha brillato in trasferta a Casarano

Sconfitta senza attenuanti quella subita dal Cosenza Juniores a Casarano. I Lupacchiotti hanno incassato tre gol senza riuscire a segnare il punto della bandiera. Ne hanno avuto l’occasione nella ripresa, ma Magarò si è fatto respingere un calcio di rigore dal portiere salentino Provenzano. Il pesante ko mette così in discussione la partecipazione dei rossoblù alla fase finale dei playoff, obiettivo sì ancora a portata di mano, ma che per essere centrato ha bisogno di un approccio diverso alle partite. CRONACA. La formazione di Altomare entra sul rettangolo verde deconcentrata e dopo appena tre minuti di gioco ci pensa Francasso a bucare Fabiano. L’azione si sviluppa sulla corsia mancina dove Cortese riesce a sfondare e ad effettuare un cross teso. Per il numero dieci pugliese è un gioco da ragazzi mettere la palla in rete. La reazione degli ospiti non c’è e, se non fosse stato per un tentativo velleitario di Volpe, non si sarebbe annotato niente sul taccuino. Oltre al danno arriva però la beffa perché Piromallo, aggregato in pianta stabile in prima squadra, si fa male e lascia il posto a Scarcello. La ripresa scorre via sulle stesse note di come era iniziato il match, con i ventidue in campo a stazionare prevalentemente nella zona mediana. La storia della partita poi racconta di un’accelerazione improvvisa del Casarano. Ricchella salta l’uomo e serve Cortese ben appostato in area di rigore. Il tiro è imparabile e buca ancora un incolpevole Fabiano. Altomare prova a scuotere i suoi dando indicazioni dalla panchina ed inserendo F. Reda al posto di Bosco, ma la sostanza non cambia. Al 79′ arriva il tris. Il pipelet dei Lupacchiotti atterra un avversario e l’arbitro in maniera molto generosa indica il dischetto. A caval donato non si guarda in bocca e così Richella fa 3-0. Nel recupero, infine, l’errore di Magarò che comunque sarebbe servito a poco. Il Cosenza a questo punto deve vincere assolutamente nel recupero col Brindisi e superare tra sette giorni l’Irsinese tra le mura amiche.  (Alberto Celestino)

Il tabellino:
CASARANO:
Provenzano, Mele, Ferramosca, Cazzato (66′ Mosca), Massafra, Pizzoleo, Lubelli, Mancini, Richella, Fracasso (44’st Masciullo), Cortese (83′ Cozza). A disposizione: De Lumè, Manco, Montinaro, Mingiano. Allenatore: Martina.
COSENZA: Fabiano, Bosco (60′ Reda F.), Chiodo, De Cicco, Buffon, Salvino, Le Piane, Piromallo (30′ Scarcello), Magarò, Volpe, Scanni (52′ Pellegrino). A disposizione: Reda O., Muraca, Rocca, Baratta. Allenatore: Altomare.
ARBITRO: Recchia di Brindisi
MARCATORI: 3′ Fracasso, 55′ Cortese, 79′ Richella (rig.)
NOTE: al 92′ Provenzano (Ca) para un calcio di rigore a Magarò (Co). Ammoniti: Pizzoleo, Mancini, Richella, Fracasso, Mosca (Ca); Fabiano, De Cicco (Co). Angoli: 5-2 per il Casarano. Recupero: 1′ pt e
3’st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it