Tutte 728×90
Tutte 728×90

Hinterreggio-Cosenza: le pagelle

Hinterreggio-Cosenza: le pagelle

Provenzano torna quello di inizio stagione, mentre capitan Parisi dimostra almeno dieci anni in meno. Cosenza concreto e fortunato, con Mosciaro lusso assoluto per la categoria.

provenzano_esulta_a_reggio

Provenzano ha appena siglato il gol del pareggio di testa (foto Bueti Santo)

La vittoria del Cosenza a Reggio Calabria ha dato nuovo fiato alle trombe dei sostenitori silani. La classifica recita che i rossoblù hanno sei punti di ritardo della vetta e che nelle prossime giornate si giocheranno il campionato. Ma al cospetto della capolista, i Lupi hanno fatto valere tutta la qualità e dimostrato che la rosa allestita da Stefano Fiore è qualcosa di poco comune in serie D. Di questo, il presidente Guarascio dovrebbe prendere consapevolezza ed evitare di dare giudizi gratuiti su elementi come Arcidiacono e Longobardi, tutt’altro che doppioni. Provenzano è il riassunto del pomeriggio, Parisi invece un ragazzino. Nel complesso, voti altissimi.

FRANZA: VOTO 6 Non può niente sul gol di Ungaro. Viene salvato in un paio di occasioni dai compagni, però è presente e si fa sentire.
FIORE: VOTO 7 Criticare Adriano significa essere in malafede. Non avrà brillato in tante occasioni, ma è un giocatore da Lega Pro e quando c’è da mettersi a disposizione del gruppo lo fa come oggi. Da terzino niente da rimproverargli.
CIANO: VOTO 6,5 Stravince il duello con gli avanti avversari facendo ripartire l’azione della sua squadra.
PARISI: VOTO 7 Gli uffici dell’anagrafe avvieranno degli accertamenti sulla sua carta d’identità. Palumbo ed Eseola credono non sia regolare…
RAPISARDA: VOTO 7 Sulla fascia sinistra sta talmente a suo agio che non solo dà sicurezza ai compagni, ma quando parte ricorda Matteini.
MARANO: VOTO 6,5 Dà copertura in fase di non possesso e mette tutta la sua classe al servizio della squadra.
CASTELLANO: VOTO 6,5 Non benissimo nel primo tempo, nella ripresa tiene alla larga i calciatori dell’Hinterreggio con i suoi muscoli. Prestazione da mediano classico.
PROVENZANO: VOTO 7,5 Il mezzo voto in più è ovviamente per i due gol che hanno permesso di firmare il blitz. Gioca tanti palloni: è tornato alla grandissima.
ARCIDIACONO: VOTO 6,5 Spina nel fianco dei reggini. I suoi contropiedi sono micidiali.
MOSCIARO: VOTO 7 E’ di un’altra categoria e si sapeva, è in vetta alla classifica cannonieri e si immaginava pure, ma che riuscisse a trovare le giuste motivazioni dopo la conferenza di giovedì è la conferma più bella. Sbaglia un gol clamoroso, ma poi marchia col suo nome la partita.
LONGOBARDI: VOTO 7 Con la sua fisicità fa reparto da solo. Non segnerà tanti gol, ma apre varchi fondamentali agli inserimenti dei trequartisti.

subentrati:
G. CAPUTO SV
ROMANO SV
SALVINO SV

NAPOLI: VOTO 6,5 Ottiene dalla sua squadra una fantastica risposta proprio nel momento più delicato. L’undici è praticamente obbligato, ma la grinta è quella che i tifosi del Cosenza avrebbero voluto sempre vedere.

Related posts