Tutte 728×90
Tutte 728×90

Strapotere Brutium. Stesa la capolista

Strapotere Brutium. Stesa la capolista

Lo Sporting Luzzi annichilito dai rossoblù che dominano per tutta la partita. Il 2-1 finale non rende merito ai ragazzi di Malvasi che trovano un gol per tempo con Ponzio e Leonetti.
brutium_al_tiro_crescibene
Giù il cappello davanti alla prestazione del Brutium Cosenza. Gli uomini di Malvasi giocano col piglio della capolista e mandano al tappeto proprio la prima della classe. Nel recupero della 14esima giornata, contro lo Sporting Luzzi Rose, imbattuto fino a ieri pomeriggio, era ancora vivo il ricordo della gara di andata quando una direzione arbitrale discutibile incise pesantemente sul 4-2 maturato nei minuti di recupero. C’era da vendicare quel ko e dimostrare in campo di essere più forti. La missione è stata compiuta con grande soddisfazione del presidente Canonaco che adesso si ritrova a -3 dalla vetta. CRONACA. I Lupi devono fare di necessità virtù sopperendo alle assenze di De Francesco, Spadafora e Foggetti infortunati e di Scarlato squalificato. Per questo viene gettato nella mischia un promettente ’93 come Formica e chiesto ad un’ala pura quale Nagy di giocare da terzino sinistro: alla fine il calciatore rumeno risulterà uno dei migliori. Sin dalle prime battute si intuisce che la partita si sarebbe decisa a centrocampo. Squadre corte e pronte a sorprendere con degli inserimenti le retroguardie avversarie. Il Brutium tuttavia gioca col piglio giusto e si rende pericoloso alla mezz’ora quando Leonetti va in rete, ma solo dopo aver toccato la palla con la mano. Il gol buono arriva al primo minuto di recupero. Sugli sviluppi di un corner la sfera vaga pericolosamente in aerea di rigore. Il più lesto ad approfittare della situazione è Ponzio, che con un preciso tocco batte Sprovieri. E’ la quinta marcatura stagionale per l’ex difensore della Rossanese. Sugli spalti, nonostante la giornata lavorativa, ci sono trecento persone che rallentano perfino la viabilità su via Crati e che non fanno mancare il loro sostegno ai rossoblù. Nella ripresa il Brutium non si accontenta e cerca di mettere in ghiaccio la vittoria. Vengono segnalati un paio di fuorigioco dubbi che fermano Occhiuto lanciato a rete e si segnalano Crescibene e D’Elia per un paio di conclusioni dalla distanza. I tentativi degli ospiti, invece, appaiono velleitari e si infrangono contro la retroguardia locale. Malvasi allora al 68′ decide che è il momento di chiamare in causa Daniele. La punta non impiega tanto a dimostrare il proprio valore. Martire e Crescibene dialogano sulla trequarti e lo invitano allo scatto. Il neo-entrato anticipa il portiere bruciando lo stopper avversario e serve Leonetti appostato nel cuore dell’area. Per il numero undici è un gioco da ragazzi gonfiare la rete. E’ il punto che dà la sicurezza e che rafforza la convinzione della squadra formata dagli ultras della Curva Nord di aver allestito un organico importante. Il 2-1 di Fiorito arriva con l’arbitro che stava già per fischiare la fine e che non intacca assolutamente una prestazione di spessore e carattere.  (cosenzachannel.it)

BRUTIUM COSENZA: Scarnato, De Franco, Nagy, D’Elia (74′ Di Maria), Ponzio, Bonofiglio, Martire, Formica (92′ Vommaro), Occhiuto (68′ Daniele), Crescibene, Leonetti (81′ Ripoli). A disp. Gaudio, Imbrogno. Allenatore: Malvasi
SPORTING LUZZI ROSE: Sprovieri, Plastina, Bartucci, Bruno, Turano, Sena, Grano (80′ Ritacco G.), Amoroso, Rio, Federico (61′ Fiorito), De Luca (90′ Cipparrone). Allenatore: Sena
ARBITRO: Famularo di Rossano
MARCATORI: 45′ Ponzio (B), 72′ Leonetti (B), 94′ Fiorito (S)
NOTE: Spettatori circa 300. Ammoniti: Formica (B), Plastina (S), Federico (S). Corner: 3-2 per il Brutium. Recupero: 3′ pt – 5′ st

Related posts