Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto M.: La Tubisider Cosenza mostra i muscoli e batte Siracusa (13-9)

Pallanuoto M.: La Tubisider Cosenza mostra i muscoli e batte Siracusa (13-9)

Tre quarti di gara giocati in parità. Nell’ultimo quarto viene fuori il settebello cosentino che con Trocciola e Manna trova una vittoria importante per la salvezza nel recupero della quinta giornata.
tubisider1
Una gara combattuta, vissuta per tre quarti col risultato in bilico e dove sono stati molti gli errori forzati. Una vittoria importante in chiave salvezza per la compagine del tecnico Francesco Manna. Già dalla fase di riscaldamento si capisce che la Tubisider ha le idee chiare. Il settebello cosentino entra in vasca con sette minuti d’anticipo rispetto agli avversari dell’Enzo Grasso Siracusa venuti alla Piscina di Campagnano per disputare la quinta giornata di campionato non disputata a causa del maltempo. L’aver anticipato il riscaldamento è sembrato come voler lanciare un segnale agli avversari. A testimonianza della voglia e della determinazione di una squadra che voleva riscattarsi dopo le due battute d’arresto a Palermo e in casa contro Bari. 
Ma andiamo con ordine. L’inizio di gara è scoppiettante con i silani che trovano in Manna e capitan Trocciola due cecchini implacabili. Due schiaffi che non demoralizzano gli ospiti pronti a rispondere con una doppietta di Bordone. Il primo quarto si conclude in parità. Nel secondo quarto ancora un’accelerata di Trocciola e compagni che piazzano una sequenza terrificante (5-1). Gara in discesa? Macché. Siracusa ha il merito di non mollare e risponde con un super Abela (poi espulso) e Tranchina che riportano nel terzo quarto il punteggio in parità (8-8). E’ negli ultimi 8 minuti che il settebello cosentino compie l’allungo decisivo. Gianmarco Manna e Marco Trocciola sono i trascinatori insieme a Marozzo (migliore in campo e autore di una gara difensiva impeccabile). Quello che doveva essere un finale thrilling si trasforma, grazie alla caparbietà dei padroni di casa, nell’apoteosi rossoblù. Unico neo di giornata l’espulsione (severa) di Gianmarco Manna ad un minuto dal termine. Ma l’importante era vincere e il settebello cosentino ha portato a termine la missione staccando di altri tre punti una diretta concorrente alla salvezza.
(Antonello Greco)

TUBISIDER COSENZA NUOTO-ENZO GRASSO SIRACUSA 13-9 (2-2; 5-3; 1-3; 5-1)
TUBISIDER COSENZA: Palermo, Perillo, Marozzo, Chiappetta(1), Bellone(1), Trocciola(5), Gervasi, Cavalcanti M., Guaglianone Alessandro(2), Fasanella F., Manna(4), Guaglianone Antonio, Fasanella I. Allenatore: sig. Francesco Manna.
ENZO GRASSO SIRACUSA: Elia, Pizzo(1), Cicciarella, Vinci, Corbino, Gresta, Bordone(3), Giacchi, Sidoti, Punzio, Abela(3), Tranchina(2). Allenatore: sig. Franco Guglielmo.
ARBITRO: sig. Aldo Greco di Cosenza.
NOTE: espulsione definitiva per Cicciarella, Vinci, Corbino, Abela dell’Enzo Grasso; Manna Gianmarco della Tubisider.

 

Related posts