Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza non va oltre il pari con l’Acireale (1-1). Fischi del San Vito

Il Cosenza non va oltre il pari con l’Acireale (1-1). Fischi del San Vito

Iannelli gela il San Vito dopo diciotto secondi. Pari di Varriale nella ripresa. Non è un bel Cosenza quello che ritorna nel suo stadio. Fischi sonori del pubblico di casa al termine dell’incontro.

esultanza_varriale_acireale

Varriale esulta sotto la curva sud dopo aver trovato il pareggio (foto mannarino)

Finisce con i fischi del pubblico il ritorno del Cosenza nel proprio stadio. La compagine di Napoli, gelata in avvio dal gol di Iannelli (1′), non riesce a trovare una vittoria che avrebbe consentito di accorciare ulteriormente sulla capolista Hinterreggio caduta in quel di Messina. Nella ripresa, i timidi segnali di risveglio portano i lupi al pareggio. Varriale regala qualche speranza ai sostenitori di casa con una punizione deviata dalla barriera ma l’Acireale, al novantesimo, strappa un punto sicuramente meritato.  Nulla da fare per i rossoblù che guadagnano un punto sull’Hinterreggio. In gare come queste però, se si vuole tentare l’assalto al primo posto, bisogna imporre il proprio gioco e vincere. E Parisi e soci oggi non ci sono riusciti. CRONACA. Gara appena iniziata. Al primo minuto gli ospiti passano. Cross di Trovato che mette in difficoltà Franza. Il portiere respinge la sfera e Iannelli dai diciotto metri fredda Franza. Gara in salita per il Cosenza di Napoli. Risponde il Cosenza con una punizione di Varriale. Il tiro è teso ma Zelletta fa buona guardia. Il Cosenza al 12′ sfiora il pari. Mosciaro entra in area da destra e calcia ma Zelletta compie un vero e proprio miracolo. La sfera termina sui piedi di Arcidiacono che calcia a botta sicura. Savonarola in scivolata con un intervento provvidenziale respinge una palla destinata in rete. Al 14′ ospiti pericolosi. Aiello prende palla poco dopo il cerchio del centrocampo, avanza e lascia partire un destro potente e angolato dai venti metri. Franza si distende e con un ottimo intervento scongiura il pericolo. Ancora Acirealeal 16′. Savonarola da destra calcia una punizione tesa che impegna severamente Franza. Ottimo il suo intervento. Il Cosenza prova a prendere in mano il pallino del gioco senza però riuscire a rendersi pericoloso. L’Acireale dopo un buon inizio si difende con ordine e prova a ripartire trovando spazio nella retroguardia rossoblù. Partita brutta al San Vito. La compagine di Gardano sta imbrigliando un Cosenza che non morde. Rossoblù poco propositivi in fase di spinta e poco incisivi in attacco. Ci provano però i silani al 41′. Cross da destra di Marano, sponda di Longobardi e conclusione al volo di Mosciaro deviata da un difensore in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo il Cosenza ha  una grande occasione. Corner di Marano, colpo di testa di Ciano sul secondo palo con Zelletta superato. La palla però termina di un soffio fuori con Parisi che in scivolata per un soffio non la corregge in rete. Primo tempo in archivio dopo due minuti di recupero. Si riparte al San Vito. I due tecnici non hanno operato cambi. Napoli al 49′ inserisce Scigliano per Castellano e rivoluziona l’assetto della squadra. Rapisarda va a sinistra con il nuovo entrato a destra. Varriale si dispone al centro della difesa con Ciano che scala a centrocampo.  Al 52′ Cosenza pericoloso. Arcidiacono da sinistra mette in mezzo un cross per Longobardi. L’attaccante è ben appostato ma Mautone con il petto devia la sfera in corner. Nulla di fatto sul calcio d’angolo. Dentro anche Biondo per uno spento Provenzano al 56′. Marano scala in mezzo al campo al fianco di Ciano con Biondo sulla sinistra. Probabile a questo punto l’ingresso di Romano per un Cosenza che non riesce a rendersi pericoloso. Al 64′ Mosciaro prova a fare tutto da solo sulla corsia sinistra. Ingresso in area e cross per Longobardi nuovamente anticipato in corner. E’ il quinto per il Cosenza ma sulle palle inattive i rossoblù non riescono proprio a rendersi pericolosi. Troppi passaggi sbagliati per una squadra che non trova varchi contro la compagine siciliana. Napoli manda in campo anche Romano. Il centrocampista sostituisce Longobardi al 67′. Al 73′ però i lupi trovano il pari. Punizione potente di Varrialedeviata dalla barriera e palla che si insacca sotto la traversa. Adesso bisogna crederci. Al 76′ Rapisarda sbaglia un rilancio, Arnone ne approfitta e calcia dai diciotto metri. Franza è superato ma la sfera termina di poco alta. Risponde il Cosenza. Biondo va via sulla sinistra e mette palla al centro. Arcidiacono ci prova di prima intenzione ma Zelletta fa buona guardia. All’84’ azione di rimessa dell’Acireale. Zummo prende palla sulla sinistra, entra in area e calcia. Franza devia la sfera con un ottimo intervento. Incredibile il comportamento dei calciatori ospiti, sistematicamente a terra sugli interventi dei rossoblù. Sei i minuti di recupero ma la spinta dei lupi sembra essersi affievolita. Fischi del San Vito. Il Cosenza non va oltre il pari con l’Acireale.

Il tabellino:
COSENZA (4-4-1-1):
Franza; Rapisarda, Ciano, Parisi, Varriale; Marano, Castellano (49′ Scigliano), Provenzano (56′ Biondo), Arcidiacono; Mosciaro; Longobardi (67′ Romano). A disp.: Perri, Potestio, Scigliano, Salvino, Caputo, Romano, Biondo. Allenatore: Napoli
ACIREALE (4-3-3): Zelletta; Maggio, Lombardo, Mautone, Trovato; Fascetto, Zumbo, Aiello (69′ Arnone); Godino (56′ Silvestri), Iannelli, Savanarola. A disp.: Romano, Intelisano, Panepinto, Silvestri, D’Adamo, Tomarchio, Arnone. All.: Gardano.
ARBITRO: Dionisi de L’Aquila
MARCATORI: 1′ Iannelli, 73′ Varriale.
NOTE:
Spettatori circa 1500. Giornata primaverile e terreno in otitme condizioni. Espulsi: -; Ammoniti: Arcidiacono, Marano, Mautone, Romano, Fascetto, Arnone; Corner: 5-3; Recupero: 2′ pt, 6’st.

Related posts