Tutte 728×90
Tutte 728×90

Napoli e la svolta che non c’è. “Sono stato lasciato solo”

Napoli e la svolta che non c’è. “Sono stato lasciato solo”

Il tecnico del Cosenza si mostra ancora nervoso e ribadisce le cose dette nel post-partita in sala stampa. Poi aggiunge: “Ho l’esperienza tale per dire che sto facendo bene”.

napoli_gol_acireale

Il tecnico del Cosenza Napoli subito dopo il vantaggio dell’Acireale (foto mannarino)

Il Cosenza ha ripreso gli allenamenti dopo il pareggio casalingo contro l’Acireale ed in vista della sfida di domenica prossima contro l’Interpiana. Tommaso Napoli, come è ormai consuetudine, si è soffermato a parlare con i cronisti della gara contro i siciliani. “Non era semplice per i ragazzi reagire dopo aver preso gol dopo soli quaranta secondi. Per fortuna abbiamo reagito e siamo riusciti a recuperare la partita. Nel primo tempo i ragazzi hanno sofferto la superiorità numerica dell’Acireale a centrocampo ed, in maniera confusionaria, hanno creato quattro palle gol. Nella ripresa con l’ingresso di Biondo abbiamo cambiato atteggiamento e siamo risusciti ad avere di più il pallino del gioco. Alla fine però se analizziamo la partita il risultato più giusto è sicuramente quello di parità”. Contro i siciliani la squadra non è apparsa al meglio ed il Cosenza ha avuto difficoltà ad essere pericoloso sotto porta. “Purtroppo giocare tre partite in sette giorni non è semplice. I ragazzi erano un po’ stanchi visto che venivano da due gare combattutissime come Hinterreggio e Gelbison. Mosciaro indietreggiava a prendere palla fino a centrocampo perché l’Acireale difendeva con nove uomini dietro la linea della palla e con quel movimento evitava di farsi imbottigliare in mezzo dagli avversari. I ragazzi hanno offerto una prova incolore, ma a volte capita di non essere in giornata e disputare delle gare sottotono. Alla squadra non posso rimproverare nulla, dal punto di vista dell’impegno sono da lodare”. All’interno della società, ormai è noto, i rapporti non sono proprio idilliaci tra lo staff tecnico e i dirigenti. “Io sinceramente in questo momento mi sento da solo in questo progetto. Con la società mi sento spesso, mentre con altre persone non è così. Può darsi che questo sia dovuto soltanto ad una questione di carattere”. La società a gennaio ha affidato il compito all’attuale tecnico per cercare di dare uno scossone alla squadra, ma questo non c’è stato visto che da quando Napoli siede sulla panchina del Cosenza ha conquistato dieci punti, gli stessi che Patania aveva collezionato nelle stesse gare nel girone di andata contro Noto, Acri, Sambiase, Gelbion, Hinterreggio e Acireale. “Ho una certa esperienza per dire che sto facendo un buon lavoro. Da quando sono arrivato ho dato anche la possibilità ad alcuni ragazzi che erano stati messi un po’ da parte di dimostrare il proprio valore”. (Antonello Greco)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it