Tutte 728×90
Tutte 728×90

Napoli: “Siamo ancora in gioco”

Napoli: “Siamo ancora in gioco”

Il tecnico ci crede: “E’ un campionato aperto e molto combattuto. Lo spirito dei tifosi che ci hanno sostenuto qui a Bocale ci deve trascinare fino all’ultima giornata”. E sulla gara: “L’importante era portata a casa la vittoria”.

Napoli_a_Vallo_della_Lucania

Il tecnico Tommaso Napoli ancora imbattuto sulla panchina silana

Il Cosenza scherza col fuoco ma alla fine ha la meglio su un avversario ormai destinato alla retrocessione. A fine gara questo il commento del tecnico rossoblu Tommaso Napoli. “Sono un po’ arrabbiato a dire la verità. Se avete visto ho stretto la mano ai giocatori del Cittanova perché stanno onorando il campionato ed oggi hanno giocato una buona gara seppur in una situazione tutt’altro che facile. Per quanto riguarda noi, siamo stati frettolosi sotto porta, un po’ sfortunati per i tanti pali colpiti ma capaci, quando abbiamo voluto, di mettere a segno cinque reti. Comunque l’importante era portare a casa i tre punti”. Poi il pensiero va alla classifica e soprattutto all’ennesimo passo falso della capolista Hinterreggio. “Una bellissima notizia anche se l’Adrano deve recuperare una gara. Vediamo quello che succederà. Se ci guardiamo indietro bruciano i due punti persi col Sambiase e anche con la Serre Alburni. Vedremo alla fine se il pari contro l’Acireale varrà oro. A differenza di altre squadre noi riusciamo a non perdere partite che nascono male e potrebbero finire peggio”. E a chi sostiene che sia un campionato livellato verso il basso Napoli dice. “Non è un campionato mediocre perché screditeremmo le altre squadre. Non c’è l’Ebolitana dello scorso anno. A differenza della passata stagione è un campionato molto combattuto”. Infine una precisazione. “Lo spirito dei tifosi che ci hanno sostenuto qui a Bocale ci deve trascinare fino all’ultima giornata. E’ inutile girarci intorno: chi sbaglia meno vince. Chi commette errori è costretto ad arrivare dietro. Per rispetto alla nostra tifoseria dobbiamo crederci fino all’ultimo ed onorare questa maglia”.
(Piero Bria)

Related posts