Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, otto reti nel test con la Luzzese

Cosenza, otto reti nel test con la Luzzese

Napoli continua gli esperimenti in vista del big match con il Palazzolo. Squadra frizzante in ottimo stato di forma. Dopo l’allenamento tutti a far visita a Keba Gassama. 
allenamento_sanvito19g
Se il buongiorno si vede dal mattino, è lecito sperare in una prestazione convincente dei lupi nel match di domenica con il Palazzolo. Nel test di questo pomeriggio contro la Luzzese, i calciatori di Napoli hanno messo in mostra una buona condizione e gli uomini in organico sembrano pronti alla sfida d’alta classifica. Otto a due per il silani il risultato finale di una gara che è servita al tecnico per verificare lo stato di forma della sua rosa e scegliere l’undici più affidabile. Napoli nel primo tempo ha schierato Franza fra i pali con la difesa composta da Fiore e Rapisarda sulle corsie laterali e Scigliano a far coppia con Parisi in mezzo. Centrocampo con Ciano e Provenzano al centro, Alassani sulla sinistra e Marano a destra. Mosciaro unico terminale offensivo, con Romano a fare da suggeritore. La prima frazione si è conclusa sul 4 a 0 con le reti di Provenzano, Romano, Mosciaro e Alassani. Nella ripresa Napoli ha mescolato le carte mandando in campo fra gli altri, Arcidiacono, Varriale e Longobardi che ha siglato una doppietta. Le altre reti dei rossoblù portano le firme di Caputo e Arcidiacono. E’ ancora difficile alla luce delle tante prove fatte, individuare l’undici che avrà il compito di strappare punti pesanti alla compagine siciliana. Scontata la presenza fra gli under di Franza e Rapisarda, Napoli potrebbe impiegare anche Scigliano in difesa per spostare Ciano in mediana. L’altro posto potrebbe essere occupato da Provenzano ma non è da escludere l’impiego di Biondo. Salgono inoltre le quotazioni di Romano che potrebbe giocare dal primo minuto alle spalle di Mosciaro. Dopo l’allenamento, la squadra andrà a far visita in ospedale a Keba Gassama. Mister Napoli ha pensato di stare vicino al giovane e sfortunato attaccante che soffierà diciannove candeline insieme ai suoi compagni e all’area tecnica. Una idea nobile per far sentire la vicinanza del gruppo e dello staff al compagno di squadra. La stagione per lui è finita ma bisognerà capire i motivi di questo stop. E’ evidente che in più occasioni è stata ribadita la necessità di avere un medico costantemente e non saltuariamente al fianco del gruppo. Fattore questo, tralasciato colpevolmente dalla società silana. Gassama ha subito un intervento di pulizia del tendine con conseguente ricostruzione della guaina tendinea. Operazione necessaria anche per scongiurare il rischio di necrosi. Difficile pensare che da una semplice tendinite, questa la prima diagnosi, si sia arrivati a questo. Sicuramente negligenza da parte di qualcuno. Un caso indubbiamente da verificare, almeno per evitare brutte sorprese in futuro. Intanto il giovanissimo bomber paga colpe non sue e dovrà star fermo fino al termine della stagione. Non un bello spot per una società che dovrà riflettere sull’accaduto. (Francesco Palermo)

Related posts